Società e Politica
stampa

Profughi in Veneto, le prime indicazioni della Regione. Covid point punto di riferimento per la presa in carico

E’ attivo, intanto, il conto corrente di solidarietà su cui far confluire offerte e donazioni per l’assistenza ai profughi civili dell’Ucraina che stanno giungendo in Veneto, aperto dalla Regione.

Parole chiave: ucraini (6), regione veneto (236), profughi (254), ucraina (179), guerra (271), guerra in ucraina (51)
Profughi in Veneto, le prime indicazioni della Regione. Covid point punto di riferimento per la presa in carico

I tecnici dell’Area Sanità e Sociale, in costante contatto con il Presidente Luca Zaia e l’Assessore Manuela Lanzarin, stanno monitorando la situazione e due circolari contenenti “indicazioni operative per l’assistenza sanitaria e le misure di sanità pubblica per le persone provenienti dall’Ucraina”, sono state inviate alle Ullss del territorio.

Vi si evidenzia la necessità di attuare misure tempestive ed efficaci, considerando le necessità di salute della singola persona, i rischi individuali e la situazione epidemiologica internazionale, con particolare riferimento alla pandemia da Covid-19 e si invitano le Aziende Sanitarie a collaborare al massimo con gli Enti e le Associazioni operanti sul proprio territorio.

Considerato che le prime persone provenienti dall’Ucraina sono già presenti sul territorio, ospiti di amici, famigliari, conoscenti, reca la nota inviata alle Ullss dalla Regione, va prevista la possibilità per queste persone di presentarsi spontaneamente per la presa in carico e per le misure di sanità pubblica necessarie.

Operativamente, si è deciso di individuare i Punti tampone e gli Hub Vaccinali come punto di riferimento per la presa in carico del soggetto che si presenta spontaneamente. Qui riceverà l’offerta tempestiva delle prime misure anti Covid (per esempio tampone ed eventuale vaccinazione), la programmazione delle successive prestazioni di sanità pubblica, l’informazione per l’accesso ai percorsi di assistenza in caso di necessità sanitarie urgenti come, ad esempio, una gravidanza o una malattia acuta.

Conto della Regione per le offerte

E’ attivo il conto corrente di solidarietà su cui far confluire offerte e donazioni per l’assistenza ai profughi civili dell’Ucraina che stanno giungendo in Veneto, aperto dalla Regione.

Queste le coordinate: Conto corrente intestato a REGIONE DEL VENETO - Causale SOSTEGNO EMERGENZA UCRAINA - Iban IT65G0200802017000106358023 - Bic/swift UNCRITM1VF2.
Si consiglia di conservare la ricevuta di bonifico, poiché ogni versamento gode di detraibilità Irpef e deducibilità Ires come previsto per le erogazioni liberali in denaro in favore delle popolazioni colpite da calamità pubbliche o da altri eventi straordinari, anche se avvenuti in altri Stati, effettuate tramite Onlus, amministrazioni pubbliche statali, regionali e locali, associazioni sindacali etc. 

Fonte: Comunicato stampa
Profughi in Veneto, le prime indicazioni della Regione. Covid point punto di riferimento per la presa in carico
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento