Società e Politica
stampa

Prosecco: un anno record

"Festeggiamo questo record che è frutto di un vino straordinario che ha conquistato il mondo”. Così Giorgio Polegato, presidente di Coldiretti Treviso saluta il rinnovato successo del Prosecco. Mai così tante bottiglie di questo straordinario vino, infatti, sono state stappate nel mondo come nel 2021 in cui si registra un aumento record delle esportazioni del 17%.

Parole chiave: prosecco (26), coldiretti (141), viticoltura (8), made in italy (22)
Prosecco: un anno record

"Festeggiamo questo record che è frutto di un vino straordinario che ha conquistato il mondo”. Così Giorgio Polegato, presidente di Coldiretti Treviso saluta il rinnovato successo del Prosecco. Mai così tante bottiglie di questo straordinario vino, infatti, sono state stappate nel mondo come nel 2021 in cui si registra un aumento record delle esportazioni del 17%. E’ quanto emerge dall’analisi della Coldiretti sulla base dei dati Istat relativi al primo quadrimestre dell'anno in cui sono state spedite all'estero oltre 120 milioni di bottiglie. Una crescita travolgente che classifica il Prosecco – sottolinea la Coldiretti – di gran lunga come il vino piu’ esportato a livello mondiale con circa 1/3 delle bollicine, seguito dal Cava (14%) e dallo Champagne (11%)
“Nonostante le difficoltà della pandemia il Prosecco continua a farsi conoscere e piacere ad ogni latitudine – continua Polegato - Siamo presenti con il Prosecco in duecento paesi del mondo grazie ad un vero lavoro di squadra da parte delle nostre aziende che hanno puntato sulla qualità. Coldiretti è protagonista di questo successo grazie alle tante imprese associate che lavorano nel migliore dei modi in un territorio inimitabile come lo è il nostro Prosecco”.
Gli Stati Uniti sono diventati il primo acquirente di bottiglie di Prosecco con un aumento del 17% ma l'incremento maggiore delle vendite – sottolinea la Coldiretti - si è verificato in Germania con un +29% seguita dalla Francia (+21%) dove le bollicine italiane mettono a segno una significativa vittoria fuori casa.
In controtendenza – continua la Coldiretti - la Gran Bretagna che fa registrare un calo del 9% delle bottiglie stappate anche se si posiziona al secondo posto tra i clienti. A pesare sull’export in Uk – precisa la Coldiretti – sono le difficoltà burocratiche ed amministrative legati all’uscita degli inglesi dall’Unione Europea con la Brexit. Le criticità maggiori, per chi esporta verso il Regno Unito – precisa Coldiretti – interessano le procedure doganali e riguardano anche l’aumento dei costi di trasporto dovuti a ritardi e maggiori controlli. Una situazione peraltro che – continua Coldiretti –rischia di favorire l’arrivo di contraffazioni ed imitazioni favorite dalla deregulation e non è un caso che proprio nei pub inglesi – riferisce la Coldiretti – sono state smascherate le vendite di falso prosecco in lattina o alla spina.
Il Prosecco è infatti anche il vino piu’ taroccato al mondo come dimostrano – sostiene la Coldiretti - le imitazioni diffuse in tutti i continenti smascherate dalla Coldiretti dal Meer-secco al Kressecco, dal Semisecco e al Consecco, dal Whitesecco al Crisecco. A preoccupare per ultima è la richiesta di riconoscimento all’Unione Europea del Prosek croato contro la quale si è giustamente opposta l’Italia.

Fonte: Comunicato stampa
Prosecco: un anno record
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento