Società e Politica
stampa

Scuole materne: Renzi colpito dalla lettera di don Carlo. Ma la mobilitazione continua

Don Carlo Velludo, non nuovo ad iniziative di questo tipo, nelle scorse settimane ha infatti scritto al premier Matteo Renzi, per manifestare tutto il suo disappunto. Ed ha ricevuto risposta, con la mediazione della parlamentare trevigiana del Pd Simonetta Rubinato. I fondi statali dovrebbero essere stanziati fino al 2017. Ma in attesa di conferme restano confermate le assemblee provinciali di sabato 8 novembre in tutto il Veneto.

Don Carlo Velludo e l'on. Simonetta Rubinato ad un'assemblea Fism

Mentre la Fism di Treviso convoca con urgenza un’assemblea straordinaria il prossimo sabato 8 novembre, in concomitanza con le altre federazioni del Veneto, per stabilire modalità di mobilitazione per protestare contro i tagli e i ritardi nell'erogazione dei contributi, una parziale schiarita sembra arrivare da Roma.

Don Carlo Velludo, non nuovo ad iniziative di questo tipo, nelle scorse settimane ha infatti scritto al premier Matteo Renzi, per manifestare tutto il suo disappunto. Ed ha ricevuto risposta, con la mediazione della parlamentare trevigiana del Pd Simonetta Rubinato. “Conosco per esperienza e formazione da padre e da sindaco il valore di ciò che scrive don Carlo". Così Renzi (vedi in allegato la lettera autografa) si rivolge alla Rubinato, invitandola a fargli "capire meglio la questione" e a prendere contatti con il sottosegretario Delrio. Aiutami per favore a capire meglio la situazione e coinvolgi subito Graziano Del Rio”.

Parole che ora pare trovino conferma negli impegni inseriti in legge di Stabilità e nel Bilancio dello Stato all’esame del Parlamento. Ai 271.936.000 euro stanziati nel Bilancio dello Stato nel capitolo storico 1477 del Miur si sommano i 200 milioni destinati al capitolo 1299 dalla legge di stabilità. “Si tratta di una somma al di sotto della cifra storicamente assegnata – commenta Simonetta Rubinato – ma con una novità positiva che riguarda il fatto che, diversamente dagli anni precedenti, il finanziamento del capitolo 1299 è stabilito in via continuativa e viene coperto anche per gli anni 2016 e 2017”.
Per garantire la sopravvivenza del servizio pubblico offerto dalle scuole dell’infanzia paritarie, che in Veneto accolgono oltre 90.000 bambini, l’on. Rubinato ha già predisposto due emendamenti. In particolare uno alla legge di stabilità per ripristinare il livello di finanziamento dell’ultima Finanziaria di Prodi (si tratta di circa 65 milioni in più) e per ricondurre le somme in un unico capitolo, quello del Miur, in modo che possano venire erogate con in tempi certi. Oggi le somme arrivano infatti ben oltre la chiusura dell’anno scolastico, creando difficoltà anche per retribuire le insegnanti.
“Comprendo bene le ragioni dei gestori che annunciano che terranno chiusi gli asili in segno di protesta contro i ritardi di erogazione dei fondi anche da parte della Regione - conclude la deputata – . Per questo, assieme ad altri colleghi tra cui l’on. Gigli, lavoriamo per cercare di garantire la sopravvivenza di una realtà preziosa, non solo sul piano dei valori della libertà di scelta educativa e della garanzia di un’adeguata formazione sin dall'infanzia dei nostri bambini, ma anche per il consistente risparmio che assicura alla finanza pubblica”. Dal canto suo, anche l'assessore regionale Bendinelli ha promesso che sbloccherà i fondi nel giro di poche settimane. Ma le promesse non bastano alla Fism.

Come detto, sono organizzate in questo fine settimana tutte le assemblee provinciali straordinarie della Federazione italiana delle scuole materne (Fism) del Veneto. Le assemblee urgenti vedranno assieme i presidenti e legali rappresentanti delle scuole, i Comitati di gestione, le coordinatrici. La Fism di Rovigo si è già riunita lo scorso 27 ottobre, venerdì 7 novembre alle ore 9, al Centro cardinale Urbani di Zelarino, sarà la volta della Fism provinciale di Venezia; sempre venerdì 7 si incontrano le Fism di Padova, Verona e Vicenza; sabato 8 assemblee per la Fism di Belluno e per quella trevigiana: quest’ultima dà appuntamento agli invitati presso la palestra della chiesa Votiva di Treviso. Nei prossimi giorni si conosceranno le scelte, di certo, sottolineano i referenti regionali della Fism, “non possiamo assistere allo stillicidio della chiusura di decine di scuole ogni anno, con un disagio enorme per le famiglie, e alla perdita di centinaia di posti di lavoro nell’indifferenza di chi dovrebbe avere tutto l’interesse a mantenere un servizio di qualità che viene offerto a meno della metà di quanto costa quello statale”.

“I ritardi dei contributi - scrive il presidente della Fism di Treviso Stefano Grando - nonché le previsioni di decurtazioni per il 2015 mettono in serio pericolo molte scuole aderenti. Dopo mesi di estenuanti incontri diplomatici con Istituzioni regionali e nazionali e senza aver avuto un risultato significativo, il Consiglio regionale della Fism del 23 ottobre scorso ha deliberato di passare ad una fase di mobilitazione affinché le nostre scuole vedano riconosciuto il loro prezioso servizio ai bambini”.

Continua Grando: “E’ importante condividere assieme questo difficile momento, trovando modalità comuni che possano aiutare tutte le scuole paritarie Fism ad operare con dignità nei territori a favore dei bambini e delle loro famiglie”. Sono 227 le scuole d’infanzia in tutto il territorio provinciale associate a Fism Treviso, 758 le sezioni, per un totale di 17.719 bambini frequentanti, tra i quali 1.918 stranieri, mentre le insegnanti sono 884.

Un servizio che spesso in Veneto è l’unico offerto in molti paesi per l’infanzia 0-6 anni: in un Comune veneto su due esiste solo la scuola paritaria (1.073 realtà) che, in tutta la nostra regione, accoglie oltre 90.000 bambini e dà lavoro ad oltre 9.200 dipendenti, di cui 6.000 docenti ed educatrici.

Media

Scuole materne: Renzi colpito dalla lettera di don Carlo. Ma la mobilitazione continua
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento