Società e Politica
stampa

Superstada pedemontana, inaugurati i primi sette chilometri

Il nuovo tratto permette di accedere all'area del Bassanese dalla A31 senza attraversare il centro di Dueville. Confermata la fine dei lavori dell'intera arteria entro il 2020.

Parole chiave: spv (49), pedemontana (60), superstrada pedemontana (42), luca zaia (56), matteo salvini (10)
Superstada pedemontana, inaugurati i primi sette chilometri

"Non siamo la Banda Bassotti che e' scappata con i soldi. Bisogna essere dei lazzaroni a dire che costava 1,6 miliardi ed e' costata 2,258 miliardi, senza spiegare che inizialmente il progetto prevedeva una strada a raso mentre ora l'opera e' per il 65% e' in trincea per richiesta dalle amministrazioni". Lo afferma il governatore del Veneto Luca Zaia oggi all'inaugurazione del primo tratto funzionale della superstrada Pedemontana veneta, a Breganze, a cui hanno partecipato il ministro dell'Interno Matteo Salvini e il presidente di Spv srl. "Non siamo neanche dei criminali che vanno a nascondere rifiuti nottetempo nei cantieri", prosegue Zaia, evidenziando che "in Veneto ci sono 458 discariche abusive ereditate dal passato, e ne sono state intercettate almeno una decina nel tracciato". Pertanto "si ringrazi dio che c'e' la Pedemontana che dove passa bonifica". Il primo tratto di superstrada inaugurato oggi e' lungo sette chilometri compresi gli svincoli e ha una funzione di particolare rilievo in quanto permette di accedere all'area del Bassanese dalla A31 senza attraversare il centro di Dueville, liberando l'area dal traffico e risparmiando cosi' dai 20 ai 30 minuti di percorrenza su strade locali, riducendo sensibilmente l'immissione di gas di scarico nell'atmosfera. Il canone che in base al terzo atto convenzionale dovrebbe esser incassato dalla Regione, sara' per il momento incassato dal concessionario, che non ricevera' pero' altro canone fin quando l'opera non sara' finita. In questo modo la Regione non avra' costi. Il pedaggio per questa tratta e' di 1,10 euro per i mezzi di classe A, 1,20 euro per i mezzi di classe B, da 1,50, a 2,40 e 2,80 euro per i mezzi pesanti, suddivisi in tre classi. La piattaforma stradale e' costituita da due corsie (ognuna larga almeno 3,75 metri) e una di emergenza per senso di marcia, suddivise da uno spartitraffico centrale di 3 metri.

“È l’unica opera in Italia della quale l’Ente pubblico incasserà i pedaggi e quindi dobbiamo incentivarne l’utilizzo – ha aggiunto Zaia –. Ci aspettiamo un transito di 27 mila veicoli al giorno quando la superstrada sarà terminata. Non esiste un’autorità nazionale che certifichi gli studi sul traffico, ma i grandi vantaggi in termini di sicurezza e di velocità nella percorrenza delle distanze, ci inducono a pensare che raggiungeremo l’obiettivo. Che poi, sia chiaro, è lo stesso voluto dal territorio: tutti i 36 sindaci dei Comuni attraversati dal percorso hanno detto sì alla SPV e sono certo che se facessimo un referendum chiedendo alla gente se vuole quest’opera, si arrabbierebbe perché glielo chiediamo ancora”.

Fonte: Comunicato stampa
Dire
Superstada pedemontana, inaugurati i primi sette chilometri
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento