Società e Politica
stampa

Ulss 2: un gruppo Whatsapp per dialogare con i giovani su alcol e sostanze

La proposta di entrare a far parte di un gruppo sarà rivolta a coloro che parteciperanno agli eventi previsti nel territorio  di Treviso, finalizzati alla sensibilizzazione rispetto ai rischi connessi al consumo di alcol e sostanze e all’aggancio precoce di giovani consumatori.

Parole chiave: sostanze stupefacenti (1), alcol (20), alcolismo (5), dipendenze (24), droga (13), giovani (325), ulss 2 (139), prevenzione (63), whatsapp (3)
Ulss 2: un gruppo Whatsapp per dialogare con i giovani su alcol e sostanze

Attivazione di un gruppo whatsapp, gestito in modo da garantire assoluta privacy e rivolto a coloro che parteciperanno agli eventi del progetto di prevenzione dell’abuso di alcol recentemente avviato in collaborazione con il Comune di Treviso, con l’Associazione Comunità Giovanile di Conegliano e inserito all’interno del Progetto Regionale “Safe the Night in Game”.

Questa la novità proposta dal Servizio per le Dipendenze dell’Ulss 2, con l’obiettivo di “agganciare” e sensibilizzare i giovani sui temi legati al consumo di alcol e sostanze, utilizzando i social.

“L’iniziativa – spiega il dottor Marcello Mazzo, direttore del Ser.D.– rappresenta l’estensione di un progetto, denominato Whatsappiamo, avviato in via sperimentale già nel 2017 nel distretto Pieve di Soligo, che ha raccolto nel tempo oltre un migliaio di contatti, suddivisi in una sessantina di gruppi tematici. L’utilizzo di whatsapp ci ha permesso di avvicinare con modalità innovative diverse tipologie di utenti (genitori, giovani, adolescenti, ecc.) che hanno partecipato alle iniziative promosse dal Servizio (programmi di prevenzione, gruppi terapeutici e di sensibilizzazione, percorsi psicoeducativi, etc.)”.

La proposta di entrare a far parte di un gruppo whatsapp sarà rivolta a coloro che parteciperanno agli eventi previsti nel territorio  di Treviso, finalizzati alla sensibilizzazione rispetto ai rischi connessi al consumo di alcol e sostanze e all’aggancio precoce di giovani consumatori.

Agli eventi, previsti presso il Parco di Villa Margherita (SediciTrenta) e presso le mura di Treviso (Suoni di Marca), gli operatori del Ser.D. saranno presenti con una postazione dedicata: forniranno gadget, materiale informativo, proporranno la rilevazione dell’alcolemia e l’iscrizione al gruppo social.

“L’intervento di sensibilizzazione e prevenzione – sottolinea Mazzo - rappresenta l’opportunità di far conoscere i servizi per le dipendenze dell’Ulss 2 e promuovere i luoghi di aggregazione che il Comune di Treviso ha attivato nel territorio (Progetto Giovani). La finalità principale è quella di favorire nei giovani destinatari un “pensiero critico” in riferimento all’uso delle sostanze legali e illegali, in un momento di particolare difficoltà e fragilità come quello che stiamo vivendo. In occasione di questi eventi verrà proposta dagli operatori anche la possibilità di accedere a questo nuovo servizio di messaggistica whatsapp. Il social permette la creazione di liste broadcast che consentono di garantire l’anonimato rispetto agli altri iscritti e permettono di veicolare informazioni utili sui rischi connessi alle dipendenze attraverso brevi messaggi di testo, immagini, video e documenti. E’ un canale innovativo per ampliare le opportunità di contatto tra il Servizio e la popolazione, soprattutto i giovani, e aumentare la consapevolezza sui rischi legati al consumo di sostanze psicoattive”.

Fonte: Comunicato stampa
Ulss 2: un gruppo Whatsapp per dialogare con i giovani su alcol e sostanze
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento