Società e Politica
stampa

Un altro morto sul lavoro, è accaduto in un cantiere edile di Caerano. I sindacati: "Situazione fuori controllo"

Secondo la prima ricostruzione, l'uomo, Nasif Ajdarovski, 48 anni, residente a Pieve del Grappa, sposato e con tre figli, è stato travolto da un pesante pannello in metallo, che gli ha causato lo schiacciamento del cranio. Sul posto sono intervenuti gli operatori del Suem, lo Spisal e i Carabinieri.

Parole chiave: morti sul lavoro (1), cantiere edile (1), caerano san marco (2), lavoro (298), sicurezza (107), sicurezza sul lavoro (7), incidente (16), sindacati (76)
Un altro morto sul lavoro, è accaduto in un cantiere edile di Caerano. I sindacati: "Situazione fuori controllo"

“L’anno della ripartenza si è ormai drammaticamente confermato come l’annus horribilis in tema sicurezza sul lavoro. La sequela di infortuni e di morti in provincia di Treviso è sconcertante e nemmeno la grande mobilitazione delle Organizzazioni Sindacali della scorsa estate, appellandosi alle Istituzioni e alle rappresentanze del mondo imprenditoriale, è riuscita a cambiare la situazione”. Commentano i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil territoriali Mauro Visentin, Massimiliano Paglini e Gianluca Fraioli, un minuto dopo l’ennesimo incidente sul lavoro che è costato la vita a un operario macedone in un cantiere edile di Caerano San Marco.

Secondo la prima ricostruzione, l'uomo, Nasif Ajdarovski, 48 anni, residente a Pieve del Grappa, sposato e con tre figli, è stato travolto da un pesante pannello in metallo, che gli ha causato lo schiacciamento del cranio. Sul posto sono intervenuti gli operatori del Suem, lo Spisal e i Carabinieri.

“La situazione è fuori controllo, in questi giorni si fa un gran parlare di green pass si green pass no, registrando divergenti posizioni anche delle parti datoriali, quando i lavoratori continuano a morire nei cantieri - attaccano i vertici delle OOSS della Marca -. Serve una risposta unanime, fattiva e inequivocabile, che chiediamo ormai da lungo tempo a Istituzioni, nel rafforzare e implementare i controlli sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, e al mondo imprenditoriale, per progettare interventi concreti, perché si proceda quanto prima a un cambio di rotta sul tema della sicurezza”.

“La crescita del Pil non può intrecciarsi con l’escalation di infortuni e morti bianche - continuano Visentin, Paglini e Fraioli -. Il triste primato della Marca è la misura della grave carenza della cultura della sicurezza e a pagare sono i lavoratori, drammaticamente anche con le loro vite. L’urlo di dolore delle loro famiglie e delle nostre comunità, non di meno l’appello unitario e incessante dei Sindacati, non possono rimanere un minuto in più inascoltati”.

Fonte: Ansa
Comunicato stampa
Un altro morto sul lavoro, è accaduto in un cantiere edile di Caerano. I sindacati: "Situazione fuori controllo"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento