Società e Politica
stampa

Valsugana e collegamento tra Strada del Santo e Pedemontana, gli industriali: "Fate presto!"

Non solo Alta Velocità Brescia-Padova, completamento della Pedemontana. «Accanto alle grandi opere c’è la necessità di accelerare sulle altre e sull’adeguamento della dotazione infrastrutturale prioritaria ed essenziale alla mobilità del nostro territorio, tra i più dinamici in Italia ma dipendente da collegamenti veloci". dice il presidente di Assindustria Massimo Finco

Valsugana e collegamento tra Strada del Santo e Pedemontana, gli industriali: "Fate presto!"

Non solo Alta Velocità Brescia-Padova, completamento della Pedemontana. «Accanto alle grandi opere c’è la necessità di accelerare sulle altre e sull’adeguamento della dotazione infrastrutturale prioritaria ed essenziale alla mobilità del nostro territorio, tra i più dinamici in Italia ma dipendente da collegamenti veloci. A partire dalla nuova Valsugana, progettata già nel 2009 e ancora sulla carta, connessa alla variante di Bassano e dai lavori di consolidamento del ponte doppio sul fiume Brenta a Curtarolo per i quali si prospettano 3 anni di disagi; dal collegamento della Pedemontana alla nuova Sr 308 del Santo (bretella di Loria) e dal completamento della SR 10 da Carceri a Legnago. Al Ministro Toninelli, in particolare, chiedo di accelerare la riclassificazione della Strada 47 Valsugana e della Regionale 10 con la cessione delle competenze rispettivamente da Provincia e Regione ad Anas, garantendo adeguate risorse finanziarie, anche per i lavori al ponte sul Brenta».

È l’appello al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti di Massimo Finco, Presidente Vicario di Assindustria Venetocentro Imprenditori Padova Treviso, dopo i recenti incontri istituzionali con Regione del Veneto e Provincia di Padova sul tema infrastrutture e la presentazione del nuovo Piano Regionale dei Trasporti.

«Il nuovo Piano - dichiara Finco - ha il merito di disegnare la visione di sistema e di lungo periodo di un Veneto veloce e connesso. Ma non deve allentare la presa dagli interventi urgenti e attesi di competenza regionale, come ci ha garantito l’Assessore Elisa De Berti». Collegamenti veloci ed efficienti sono essenziali per un territorio bisognoso di interconnessione interna e con l’estero per tenere vivo il suo export, cresciuto del 60,1% in dieci anni (23,5 miliardi di beni esportati dai territori di Padova e Treviso nell’ultimo anno, per lo più verso Germania, Francia e Stati Uniti; 13,7 miliardi importati, da Germania, Cina e Francia). Il traffico peraltro cresce ad un ritmo assai più rapido dell’economia: dal 2009 il Pil ha segnato un +6%, mentre il trasporto su gomma è cresciuto del 15%, su ferro del 55%.

«La conseguenza è che la rete stradale è satura, inadeguata a sostenere il potenziale di sviluppo - continua Finco - e anche l’aumento di traffico futuro con l’entrata in servizio di SPV (da 45mila auto al giorno da Castelfranco a Padova a 80mila). Negli ultimi anni siamo stati testimoni di mancati investimenti o di trasferimenti di attività dai nostri Comuni a causa della viabilità decisamente insufficiente. Per questo, come Assindustria Venetocentro consideriamo l’adeguamento della ex SS 47 Valsugana, a due corsie da Campo San Martino a Bassano (bypassando i centri abitati di San Giorgio in Bosco e Cittadella), il raddoppio del collegamento da Castelfranco alla Pedemontana e il completamento della SR 10, come priorità strategiche per l’economia dell’intero territorio del Veneto centrale e non solo dell’Alta e della Bassa Padovana. Chiediamo al Ministro Toninelli un segnale inequivocabile, accelerando la riclassificazione della Valsugana e della Regionale 10 e garantendo attraverso Anas adeguate risorse finanziarie, anche per il co-finanziamento dei lavori al ponte sul Brenta. Nonostante l’encomiabile lavoro della Provincia di Padova si prospettano non meno di 3 anni per il loro completamento e di disagi per il territorio, con pesanti aggravi in termini di tempi e costi di trasporto. Il passaggio ad Anas può ridurli».

Valsugana e collegamento tra Strada del Santo e Pedemontana, gli industriali: "Fate presto!"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento