Società e Politica
stampa

Veneto: approvato il bilancio regionale nella maratona notturna

Il Consiglio regionale ha approvato il bilancio di previsione 2015 con 33 voti a favore e 17 contrari. Inserito nella legge di stabilità un maxiemendamento della Giunta: 50 milioni di euro distribuiti a pioggia in una miriade di interventi locali. Molto critica l'opposizione

Parole chiave: Regione Veneto (197), bilancio (19)
Veneto: approvato il bilancio regionale nella maratona notturna

Nel cuore della notte il Consiglio regionale del Veneto ha approvato il bilancio di previsione 2015 con 33 voti a favore e 17 contrari. Due ore prima l'aula aveva licenziato (32 sì e 17 contrari) la legge di stabilità (ex legge finanziaria), lievitata da 6 a 66 articoli, ai quali si è aggiunto nel cuore delle notte il maxiemendamento della Giunta: un articolo "monstre" che stanzia 50 milioni di euro distribuiti a pioggia in una miriade di interventi locali.

Molto critica l'opposizione, in particolare il Partito democratico: “Mentre il Veneto reclama più interventi e risorse per lo sviluppo economico, la salvaguardia dell’occupazione, i servizi sociali ed il sostegno alle famiglie piegate dalla crisi, la maggioranza di centrodestra ha deciso di salvare solo se stessa. Il prezzo è altissimo e vergognoso, con un maxiemendamento alla Finanziaria di oltre 50 milioni di euro che hanno il sapore dell’insulto: una montagna di soldi dispensati a pioggia, in mille rivoli, senza criterio se non quello della marchetta elettorale. Era questo l’unico modo per tenere assieme una maggioranza ormai dissolta: il risultato è quello di una manovra che rappresenta sicuramente una delle pagine più nere della storia della Regione”. Questo il commento di Lucio Tiozzo (capogruppo del PD in Consiglio regionale) e Piero Ruzzante (vice presidente della Commissione Bilancio e relatore di minoranza alla manovra) dopo l’approvazione del Bilancio e della Finanziaria regionale 2015. “Essere forza di governo è un’altra cosa - aggiungono -: significa avere una visione di insieme, un progetto chiaro per il rilancio del Veneto e tradurlo in misure ed interventi concreti. Significa avere responsabilità, soprattutto in una fase cruciale come il bilancio. Come PD potevamo scegliere di tirare i remi in barca e di assistere passivi ad un’agonia che sarebbe durata ancora a lungo, molto più a lungo di questo ritardo nell’approvazione del bilancio che già è colossale e che pone ancora una volta il Veneto agli ultimissimi posti in Italia. Potevamo insomma, alla vigilia delle elezioni, lucrare sulle disgrazie politiche altrui. Abbiamo invece scelto di lavorare e battagliare con determinazione per evitare che i cittadini e le imprese del Veneto rimanessero per altri mesi senza un minimo di programmazione e risorse".

Lo stesso assessore al lavoro e alla formazione Elena Donazzan si è chiesta quale fosse il senso di questo articolo ‘omnibus’. “Chiunque vinca, mi auguro che nel futuro vada meglio”, ha commentato Piero Ruzzante, correlatore di minoranza, rivendicando il senso di responsabilità dell’opposizione che nonostante le palesi difficoltà della maggioranza, ha scelto la via della responsabilità assicurando il numero legale.

Contrariati e arrabbiati Antonino Pipitone e Gennaro Marotta di Italia dei Valori, stroncatura totale da parte di Diego Bottacin (ex verso Nord, ora Famiglia e Pensionati). Si conclude così, dopo 5 settimane e 13 sedute, la maratona di bilancio più lunga della storia della Regione veneto, iniziata il 13 gennaio con la presentazione al Consiglio della manovra finanziaria proposta dalla Giunta e in discussione in aula dal 10 marzo scorso. Una maratona che ha impegnato 5 settimane, scandite da 13 sedute, spesso sospese per consentire lunghe trattative fuori aula che hanno visto capigruppo e singoli consiglieri confrontarsi su richieste territoriali, esigenze di sistema, divisioni interne e interessi particolari acuiti dall’ormai imminente campagna elettorale. Alla fine la manovra emendativa assomma a 66 milioni di euro, in gran parte coperta facendo ulteriore ricorso all’indebitamento (51 milioni). Le correzioni più consistenti sono avvenute nel turismo (più 12 milioni per la qualificazione delle imprese), per la viabilità (6,8 milioni), nel sociale (6 milioni per gli assistenti ai disabili sensoriali), per la formazione professionale (5 milioni di euro per la formazione iniziale), per le imprese agricole e le produzioni di qualità (2,8 milioni) Su un bilancio che vale 12 miliardi di euro (escluse le partite di giro) e contava – nella sua formulazione iniziale - appena 71 milioni di euro di spesa a libera destinazione (al netto di spese fisse e obbligate) significa aver quasi raddoppiato le risorse disponibili per interventi e politiche regionali -fa sapere una nota del Consiglio regionale. Il quadro finanziario complessivo della manovra di bilancio 2015 della Regione Veneto resta comunque dimensionato in 12 miliardi di euro. Sul fronte delle entrate, la riscossioni tributarie valgono 9 miliardi di euro, tra gettito Irap, addizionale Irpef (quella di base) e sul gas metano, compartecipazione al gettito Iva, bollo auto, ecotassa per i depositi in discarica, tasse universitarie e tasse sulle varie concessioni regionali. Mutui e operazioni creditizie garantiscono altri 2,3 miliardi, ai quali si aggiungono i 477 milioni di fondi comunitari e i 480 milioni previsti a seguito di alienazioni, riscossione di crediti, trasformazione di capitale e trasferimenti. Sul fronte della spesa i due terzi del bilancio sono dedicati alla sanità, che impegna 8,4 miliardi di euro, e al sociale. Le altre voci di spesa più significative sono la mobilità (841 milioni), la salvaguardia della laguna di Venezia (290 milioni), la tutela del territorio (156,5 milioni), la formazione e istruzione (192 milioni), il personale, attrezzature e sedi (223 milioni), gli organi istituzionali (Giunta e Consiglio insieme costano 66,6 milioni), le politiche per il lavoro e quelle per l’energia (circa 66 milioni di euro per ognuno dei due settori), l’agricoltura (77 milioni), le piccole e medie imprese (45 milioni di euro).

Fonte: Ansa
Comunicato stampa
Veneto: approvato il bilancio regionale nella maratona notturna
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento