Sport

Beatrice Vio ha stupito il mondo non solo per i sorprendenti risultati sportivi, ma per il suo sorriso e la sua forza, che è anche forza morale. Da qualche giorno è testimonial della campagna mondiale per
la prevenzione della meningite. L'abbiamo intervistata di ritorno dalle Paralimpiadi.

Al Maracanà, fra musica, balli e colori, cerimonia di chiusura dei Giochi Paralimpici. Bebe Vio portabandiera azzurra. La gente di Rio premiata con l’onoreficenza paralimpica per l’entusiasmo dimostrato. Craven agli atleti: “Siete dei modelli di comportamento”.

Dopo aver dominato a livello europeo e mondiale, la campionessa moglianese, a soli 19 anni, ha ottenuto la consacrazione anche sul palcoscenico paralimpico dominando la prova individuale di fioretto categoria B.

La riesina terza nei 20 Km a cronometro nel ciclismo: "Due mesi fa pensavo di dover dare forfait dove un infortunio, pensavo di non esserci e oggi invece sono sul podio, qui, alla terza disciplina". Ori per Alex Zanardi, Vittorio Podestà e Luca Mazzone nelle gare a cronometro del ciclismo, e quella di Assunta Legnante nel getto del peso.

Gli atleti della nostra regione per nascita o residenza (Alex Zanardi, Beatrice Vio, Alessio De Vidi, Francesca Porcellato, Francesco Bettella, Marta Zanetti, Michela Brunelli, Michele Ferrarin, Nadia Fario, Xenia Francesca Palazzo), gareggiano in otto discipline diverse. Gli auguri dell'assessore Lanzarin.

Buco nel bilancio del Comitato organizzatore, decisi in extremis la chiusura di alcuni impianti di gara e tagli ai servizi e ai trasporti. In ritardo i contributi alle nazioni, in dieci non hanno i soldi per il viaggio. Rischio flop anche sugli spalti: venduti neppure 300 mila degli oltre 3 milioni disponibili.

Mirco Bressanelli sarà tra i protagonisti della gara ciclistica che venerdì 26 agosto scatterà da Cison di Valmarino per andare ad affrontare 16 passi montani e dolomitici: senza gambe dalla nascita, utilizzerà una bicicletta spinta dalla forza delle braccia. In gara atleti da dieci nazioni.

Delusione per i due atleti di punta del nostro territorio. Il nuotatore tombolano stecca i 100 stile libero, la portabandiera azzurra di Spinea solo quarta nei 200 stile libero e male anche in staffetta. Difficilmente vedremo un atleta "nostrano" sul podio di Rio.

Si lavora 24 ore al giorno in Brasile perché tutto sia pronto per la cerimonia d’apertura delle XXXI Olimpiadi il 5 agosto e per le Paralimpiadi a settembre. E intanto il Paese non dimentica le difficoltà economiche, politiche e sociali. Interviste agli atleti diocesani Federica Pellegrini, Beatrice Callegari, Ruggero Pertile, Beatrice Vio.

Tutta l'isola ha seguito le gesta di Sigurdsson, Arnason e Gunnarsson e del loro allenatore, lo svedese “re Lars” Lagerbäck. Ieri sera festa grande in piazza a Reykjavik, con abbracci, birra e cori folkloristici. Tra i tifosi anche il vescovo cattolico David Tencer.

Conto alla rovescia in vista della 27ªCorritreviso, la grande classica che, dal 1990, porta a correre nel cuore del capoluogo della Marca campioni e semplici appassionatiIl centro storico di Treviso, sotto le stelle, nel primo weekend d’estate, è ancora più bello. E gli atleti dimostrano di gradire la proposta organizzativa dell’Asd Corritreviso.

L'incontro è avvenuto a margine delle celebrazioni a Roma per il Giubileo dei malati e dei disabili. Nella capitale la fiorettista paraolimpica moglianese ha vinto il campionato italiano.

Fischio di inizio allo Stade de France di Saint-Denis venerdì 10 giugno. 77mila agenti in Francia sono dispiegati fino al 10 luglio per garantire la sicurezza di giocatori e tifosi.  Intervista a monsignor Dominique Lebrun, vescovo di Rouen, arbitro ufficiale di calcio dal 1985 al 1998. La gente andrà negli stadi e si radunerà davanti ai grandi schermi allestiti nelle zone predisposte. Perché lo fa? "Perché la passione per il calcio è più forte della paura".

Ai prossimi campionati europei di calcio gli unici veneti presenti saranno il terzo portiere e i due brasiliani naturalizzati italiani. Sono lontani i tempi dei Baggio e Del Piero. Ed anche il ciclismo non sorride. Nei due sport popolari i giovani non vogliono più far fatica per emergere?

Tornano in Italia i campionati mondiali di sci alpino. Dopo l’ultima esperienza di Bormio 2005 infatti, ieri Cortina si è aggiudicata, per la quarta volta, la manifestazione del 2021. La soddisfazione del presidente Luca Zaiia e degli artigiani.

Dopo l’oro ai Mondiali individuali under 17, ai Mondiali a squadre under 20 e l’argento alle Olimpiadi giovanili 2014, la diciassettenne castellana Eleonora De Marchi celebra la vittoria ai Campionati italiani spada femminile under 20, avvenuti ad Acireale domenica 15 maggio. Un trionfo raggiunto a pochi giorni dall’ingresso ufficiale nelle Fiamme oro.

Asolo ospita il Giro d’Italia. Si tratta dell’undicesima tappa la Modena-Asolo di 227 chilometri. E’ la seconda volta che Asolo ospita un arrivo di tappa e nel 2010 aveva vinto Nibali. L’arrivo ad Asolo è previsto intorno alle 17 di mercoledì 18 maggio.

"E' il coronamento di anni e anni di carriera fatti di grandi sconfitte e grandissime vittorie, momenti dove mi sono persa e momenti dove mi sono ritrovata", ha detto la nuotatrice. La gioia del sindaco Checchin e del presidente Zaia.

Domenica 3 aprile, con il tempo che volge al bello, la rassegna rotellistica si confermerà la numero uno in Italia. Coniugherà la velocità dei partecipanti a maratona e mezza maratona, i virtuosismi degli specialisti del freestyle e la passione dei tanti pattinatori per hobby.

A conquistare la vittoria sul traguardo di Conegliano è stato il'eritreo Yohannes Semereab Gebrekidan in 2h17'32''. Nella gara femminile, cavalcata solitaria per la croata Maria Vrajic che ha chiuso in 2h40'41'.

Domenica 21 febbraio al Palaverde sono giunti gli storici avversari della Fortitudo Bologna. A fare notizia, però, sono gli oltre 5.000 tifosi che gremiscono il palazzetto alle partite della De’ Longhi, capoclassifica della serie A2

Sale la passione per il basket a Treviso. La campagna abbonamenti “Totalmente Dipendente” per la De’ Longhi Treviso 2015/16 in Serie A2 registra già quota 1.900 tessere staccate.

Splendida la cornice, oltre un migliaio di persone assiepate lungo il perimetro di una pista lunga 40 metri e larga 18 arrivata appositamente da Bologna. Originale lo spettacolo che si è sviluppato per circa due ore tra salti e piroette, danze e coreografie. Silvia Marangoni ospite d'onore.