Sport
stampa

Scaltenigo regno dei Campionati italiani di Pattinaggio Corsa su pista

Ieri la prima giornata dei Campionati, regina incontrastata della velocità Erika Zanetti, beniamina del pubblico di casa. Oggi seconda giornata di gare con l’assegnazione di altri 14 titoli italiani.

Scaltenigo regno dei Campionati italiani di Pattinaggio Corsa su pista

Non poteva partire meglio ieri, giovedì 7 luglio, la giornata inaugurale dei Campionati Italiani di Pattinaggio Corsa su Pista che si tengono in questi giorni, per il secondo anno consecutivo, a Scaltenigo di Mirano, cittadina dalle storiche tradizioni a rotelle in provincia di Venezia presso lo splendido ed ormai collaudato impianto del pattinodromo di via Ballò.
A meno di un mese dai campionati su strada di Terni, i migliori 800 pattinatori italiani delle categorie Ragazzi, Allievi, Junior e Senior si sono ritrovati in Veneto per conquistare un titolo tricolore e guadagnarsi sotto gli occhi del CT Massimiliano Presti un posto per gli imminenti Europei in Olanda.
Nella prima giornata erano almeno 2000 le persone assiepate sulle tribune per assistere alle gare, che in serata hanno assegnato le prime 14 medaglie, intervallate da una suggestiva cerimonia inaugurale arricchita dalle musiche del DJ Leonardo Ginetto, dalla voce della soprano Valeria Causin e da alcune rappresentazioni di pattinaggio artistico, il tutto alla presenza del sindaco Maria Rosa Pavanello, dell’assessore Cristian Zara, del Presidente del Comitato organizzatore Nevio Calzavara e, per FIHP, del Responsabile Sviluppo Giovanni Martignon e dei Consiglieri federali Ferdinando Naroli e Michele Grandolfo, che ha dichiarato l’ufficiale apertura dei Campionati.
Quattro sono i titoli assoluti messi in bacheca ieri. Nella gara contro il tempo sui 300 metri a cronometro sono state assegnate le prime medaglie pesanti della giornata con la regina incontrastata della velocità Erika Zanetti, beniamina del pubblico di casa, che tra le mura amiche vola a 36,127 km orari e si va a riprendere lo scettro lasciato temporaneamente alla Bongiorno, vincitrice sulla Strada a Terni della gara sprint. Tra gli uomini la gara è stata più combattuta con il campione del mondo Riccardo Passarotto che non smentisce la sua fama e, in rimonta, conquista sul filo di lana il titolo toccando la velocità massima di 46,02 km/h!
Dalla manciata di secondi in apnea della gara crono si passa al sudore e alla fatica dei titoli sulla distanza lunga dei 15000 metri ad eliminazione. Mentre tra le donne l’unico cognome che va di moda in questi ultimi anni è sempre e solo quello di Lollobrigida, con Giulia che dimostra di essere una campionessa di razza sopravanzando la sorella Francesca (entrambe del Centro Sportivo dell’Aeronautica Militare) ed andando a vincere un altro titolo della sua promettente carriera, tra i maschi l’agone è più aperto con alcune cadute che ne hanno condizionato l’esito ma, alla fine con una suntuoso fine gara ha meritato la medaglia d’oro lo straordinario Fabio Francolini che conquista il 54° titolo tricolore di una carriera incredibile.
Il pomeriggio si era aperto con le gare giovanili dalle quali sono emersi interessanti risultati in prospettiva futura, a testimonianza dell’ottimo lavoro federale svolto negli ultimi anni per la crescita dei vivai. Gioisce Piombino perché i primi titoli della giornata nella 10.000 metri eliminazione Allievi li vanno a prendere rispettivamente Sofia Biagi e Filippo Scotto, due atleti tesserati per l’ASD Pattinatori Piombinesi, mentre nella categoria Junior che ha corso i 15000 mt eliminazione, Beatrice Fausti bissa il successo ottenuto sui 10.000 punti ai campionati di Terni così come Daniele Di Stefano, vincitore uscente dei 20.000 eliminazione Strada. Nelle gare veloci invece vincono i 300 metri sprint della categoria Ragazzi Caterina Passaponti della SSD Mens Sana in Corpore Sano e Mattia Gianuario dell’ASD Padernese, mentre sulla stessa distanza, ma a cronometro, il successo tra gli Allievi va a Asia Elsa Libralesso (ASD Pattinatori Sinea) e a Omero Tafi (SSD Mens Sana in Corpore Sano), mentre tra gli Junior vincono Valentina Buccolini (APD Juvenilia) e Daniele Pelizzon (ASD Pattinatori Sinea).
Oggi seconda giornata di gare con l’assegnazione di altri 14 titoli italiani (500 metri sprint e 10.000 metri punti tra gli assoluti) e la trasmissione integrale in streaming sulla FihpTV, mentre nella giornata di chiusura di sabato è prevista la diretta televisiva su Rai Sport dalle ore 17.20.

Foto by Fotolandia di Luca Cervesato – Mirano

Fonte: Comunicato stampa
Tutti i diritti riservati
Scaltenigo regno dei Campionati italiani di Pattinaggio Corsa su pista
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento