Sport
stampa

Tutti i gol di Luca Toni

“Sì, la fede mi ha accompagnato ed aiutato durante la mia carriera”. Luca Toni, attaccante dell’Hellas Verona già Campione del mondo con la nazionale italiana nel 2006, risponde al fuoco di fila delle domande degli studenti del liceo Giorgione di Castelfranco

Parole chiave: luca toni (1), calciatore (1), hellas verona (1), castelfranco veneto (37), liceo giorgione (3), sport (102)
Tutti i gol di Luca Toni

Qui è stato invitato per parlare della sua esperienza di calciatore. Ed è insieme a Giovanni Gardini, direttore generale del Verona, e Gigi Beghetto, ex calciatore, tutti e tre già del Treviso calcio. Una platea di più di trecento studenti liceali castellani sottopone Luca Toni ad un vero interrogatorio a 360°.
Credi in Dio?
Sì, la fede mi accompagna nella mia vita; sono stato anche a Medjugorie. Magari, ecco, faccio un po’ fatica ad andare a messa la domenica perché c’è anche la partita ma sì, la fede è una componente essenziale della mia vita.
Ci sono stati momenti difficili nella tua vita?
Certo, ma con la forza di volontà si superano e proprio le cose difficili ti aiutano a crescere.
Sei stato anche all’estero a giocare, quali le differenze con l’Italia?
La cosa che balza subito all’occhio è che ci sono meno pressioni. In Italia tra giornali e televisioni è molto stressante giocare. Io sono stato in Germania al Bayern Monaco e quello che si nota è appunto meno tensione e poi gli stadi bellissimi, con tante famiglie e tutto questo è molto bello. E’ triste in Italia entrare in stadi blindati dalle forze di polizia.
Qual è il giocatore più forte con il quale hai giocato? E quale il più forte difensore che ti ha marcato?
Ho giocato con tutti i più forti da Totti a Del Piero, Baggio, ma il più forte per me è stato il francese Franck Ribéry al Bayern Monaco. Il più forte difensore è senza dubbio Alessandro Nesta.
Cosa farai quando avrai finito di giocare?
Ancora non lo so, ma mi piacerebbe rimanere nell’ambiente del calcio.
Ti aspettavi una stagione come questa all’Hellas Verona?
No, ma me lo auguravo tantissimo. E’ proprio bello giocare così e poi c’è anche l’obiettivo della convocazione in nazionale, visto che ci spera anche chi ha segnato meno di me…
Qual è il gol più bello che hai segnato?
Non c’è una classifica, tutti i gol per me sono belli dal primo e fino all’ultimo che ho segnato.
Quali i valori che ti hanno accompagnato sino ad ora?
Ecco, direi che per me la cosa più importante è stata la famiglia. Ogni mia decisione è stata presa insieme e non trascurerei mai la famiglia per il lavoro…
Quale la tua squadra del cuore? Quale il calciatore che ti ha sempre ispirato?
Il Barcellona mi è sempre piaciuto ed ha fatto il più bel calcio degli ultimi dieci anni. Da sempre mi è piaciuto Van Basten, peccato si sia ritirato giovane.
Cosa pensi della situazione del Treviso?
Che è un peccato vedere una squadra del genere in promozione. Io spero che ci possano essere imprenditori seri che la riportino in categorie più consone.
E’ stato più difficile fare un gol al Chievo o rispondere alle domande degli studenti? Il prossimo gol lo dedichi a loro?
Sicuramente fare un gol al Chievo perché rispondere a queste domande è un vero piacere senza dubbio. Intanto cerchiamo di segnare un gol perché non è così facile come sembra; e poi vediamo, perché no? Potrei dedicarlo agli studenti del Giorgione.
Gabriele Zanchin

Tutti i gol di Luca Toni
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento