Ultim'ora

Cgia contraria all'eventuale aumento delle accise sui carburanti pensato dal Governo che innescherebbe il meccanismo delle tasse sulle tasse. Sette, dal 2011, i 7 rincari che hanno fatto impennare del 29% le accise sulla benzina e del 46% per quelle sul gasolio da autotrazione. Ora,a causa del peso delle accise,quando facciamo il pieno diamo al fisco 0,728 euro ogni litro di benzina; 0,617 euro ogni litro di gasolio. Il 23 gennaio scorso, il prezzo al litro del gasolio per autotrazione ha toccato 1,397 euro (62,2% incidenza tassazione) mentre tutti gli altri Paesi dell'Area euro hanno prezzi inferiori.Il pieno di gasolio costa agli italiani +10,6% rispetto dei francesi, +17,4% degli sloveni, +17,5% dei tedeschi, +24,2% degli austriaci e +24,3% degli spagnoli.

“Starei volentieri in silenzio come un padre di fronte a un figlio caduto in situazione di disagio. Ma stiamo lavorando per fare verità e giustizia”. Con questo stato d’animo monsignor Claudio Cipolla, vescovo di Padova, ha letto oggi una dichiarazione in merito al caso di don Andrea Contin, dopo aver reso noto di avere ricevuto, il 28 gennaio, una telefonata da Papa Francesco di incoraggiamento a essere forte in questo momento. Quindi ha annunciato di avere con sofferenza aperto per don Contin la procedura di sospensione a divinis, in attesa di conoscere i termini per l’eventuale dimissione dallo stato clericale. “Il comportamento di don Andrea – ha infatti precisato il vescovo – è stato in totale contrasto con gli impegni assunti con la Chiesa, ed è caduto in una situazione di non comunione con il Signore e con la Chiesa, ha tenuto uno stile di vita non consono con lo stato clericale, tale che non è idoneo a esercitare il ministero sacerdotale. La sua figura è inoltre così compromessa da renderla non più presentabile ad alcuna comunità anche a seguito di un suo pentimento”.

“Dio nel male non c’entra perché ci ha lasciati liberi di decidere il nostro destino, la vita, il bene, il male e il peccato. Così come ha lasciata libero l’uomo, Dio ha lasciato libera anche la natura. È nella sua naturalità che accadono situazioni di questo genere”. Lo ha detto l’arcivescovo di Pescara-Penne, monsignor Tommaso Valentinetti, in un’intervista al Tg2000, il telegiornale di Tv2000, commentando l’invocazione di alcuni organi di stampa della responsabilità di Dio nelle ultime tragedie che hanno coinvolto l’Abruzzo.

Restano gravi le condizioni del 18enne colpito da meningite da pneumococco in Veneto e ricoverato da martedì scorso nella rianimazione dell'Ospedale di Conegliano (Treviso). La prognosi resta riservata, spiega il bollettino diramato oggi dall'Usl 2. Il ragazzo era giunto al pronto soccorso con cefalea, nausea, febbre e otite. Trattandosi di un caso di meningite da pneumococco non sono necessarie ulteriori profilassi per i parenti o le persone entrate in contatto con lui. Nel territorio della Usl trevigiana i casi di meningite batterica registrati nel quadriennio 2013-2016 sono stati complessivamente 18, dato in linea con la media nazionale.

Con la prolusione del cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Cei, si apre lunedì 23 gennaio, alle ore 17 (diretta su Tv2000 e www.chiesacattolica.it ), la sessione invernale del Consiglio episcopale permanente. Nel corso dei lavori – che si svolgono a Roma, presso la sede della Conferenza episcopale italiana (Circonvallazione Aurelia, 50) – i vescovi si confronteranno sul tema e sulla metodologia di preparazione della prossima Assemblea generale e sul Sussidio sul rinnovamento del clero a partire dalla formazione permanente. Inoltre, si legge nel comunicato dell’Ufficio comunicazioni sociali della Cei, “sarà affrontato il tema dell’impegno a favore delle diocesi interessate dagli eventi sismici, con particolare attenzione al servizio di Caritas Italiana e alla luce del recente protocollo d’intesa con il Governo”.

"L'avevo previsto, ora è successo. Ad agosto avevo avvertito che Luca Zaia avesse fatto intendere che sulla SPV non ci sarebbero state esenzioni economiche per i residenti. Questa era l'unica soluzione, a causa degli errori fatti da SIS e Regione nel prevedere i volumi di traffico". Lo dice Laura Puppato, tornando sulla Spv. "Cassa Depositi e Prestiti arriverà a salvare un'opera che la Regione ha voluto, ma che non è in grado di portare a termine, ma chiede garanzie perché ad oggi la Superstrada è una voragine di fondi, le previsioni di traffico saranno dimezzate e salteranno le esenzioni per i residenti - ha detto ancora Puppato - questo significa che la Spv non sarà in grado di servire i centri della Pedemontana come tangenziale e il traffico continuerà a insistere sui comuni, con le evidenti conseguenze negative su sicurezza, ambiente e salute pubblica".

Vista la situazione meteorologica attesa, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione Veneto ha dichiarato una fase di attenzione per nevicate e gelate su tutto il territorio, dalle 16.00 di oggi alle 10.00 di sabato 14 gennaio. Le previsioni dell’Arpav annunciano infatti tra stasera e domani sera precipitazioni anche diffuse, con nevicate in montagna e a quote collinari; in pianura andamento irregolare, con fasi di neve, neve mista a pioggia e pioggia. La neve sarà più probabile nella serata di giovedì/inizio di venerdì (accumuli molto scarsi) e poi nella seconda parte di venerdì, quando si potranno avere anche dei rovesci nevosi con possibili accumuli di alcuni centimetri. Probabile formazione di ghiaccio al suolo, specie nella serata di giovedì e poi nella notte tra venerdì e sabato.

«La ripartizione dei finanziamenti alle Ulss, stabiliti dalla Regione, taglia alla nostra Ulss 4 circa 22 milioni di euro per il 2016, riducendo la quota pro-capite, già bassa, di circa 95 euro a persona e facendone la Ulss più penalizzata del Veneto – è la denuncia del sindaco di San Donà Andrea Cereser e della consigliera regionale Francesca Zottis – Nel 2017 le cose andrebbero un po’ meglio, con un aumento del finanziamento di circa 7 euro a persona, ma ciò non cambia la sostanza delle cose. Resta una perdita secca di almeno venti milioni di euro. Ci si chiede quali saranno i servizi che verranno tagliati a fronte di una riduzione così considerevole».

“Ieri, in Senato, si è concluso l’iter investigativo sul sistema bancario, che per mesi ha tenuto occupata la Commissione Finanze, in un lungo lavoro che testimonia l’attenzione che fin da subito la politica nazionale ha posto sul crack di alcune banche italiane, tra cui le due popolari venete che hanno dissipato il risparmio di migliaia di cittadini. L’obiettivo della Commissione d’inchiesta, di cui ho chiesto di far parte, è quello di garantire trasparenza in tutti i processi e delineare le responsabilità dei diversi attori su quanto successo”. Lo dice Laura Puppato, senatrice PD e azionista di Veneto Banca.

“Il pieno successo dell’intervento” che ha subito ieri il premier Paolo Gentiloni “è confermato questo pomeriggio dall’ottimo decorso clinico del premier in degenza in Unità Coronarica del Gemelli”. Lo si legge in una nota appena diffusa dallo stesso Policlinico Gemelli. Ieri, infatti, il presidente del Consiglio è stato sottoposto all’impianto di uno stent sulla base degli esami del sangue e di una Tac che avevano rilevato una ostruzione di un ramo coronarico distale. “L’intervento – ricorda la nota – è stato eseguito da Filippo Crea, direttore del Polo di Scienze Cardiovascolari e Toraciche della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli, e dalla sua equipe”.

Il sindaco di Treviso Giovanni Manildo ha emanato un'ordinanza con la quale estende di 4 ore l'orario giornaliero di accensione degli impianti di riscaldamento. Per dieci giorni a partire da oggi il riscaldamento negli edifici potrà restare acceso per 18 ore al massimo (rispetto alle 14 ore precedenti). Restano invariate invece le temperature consentite: - 16°C + 2C° di tolleranza per gli edifici adibiti ad attività industriali, artigianali ed assimilabili; - 18°C+ 2àC di tolleranza per tutti gli altri edifici.

Sole e gelo in Veneto, con punte delle temperature minime in montagna che hanno toccato -23,6 gradi ai 1.768 metri d'altitudine di Dolina Campoluzzo, sull'Altopiano di Asiago, -12,2 a Cortina e -15,6 ad Asiago. A Belluno, secondo i dati registrati dalle centraline del centro meteo, la minima è stata di -11 gradi. In pianura, dove le minime sono tutte sottto lo zero e sotto la media stagionale, si passa dai -8 gradi di Vicenza e Treviso ai -7 di Rovigo, ai -6 di Padova, ai -5 di Venezia e e ai -3 di Verona. Le previsioni indicano un arrivo della nuvolosità, accompagnata da lievi precipitazioni nevose o pioggia, dal pomeriggio di domani.

La Direzione Sanitaria dell’Azienda ULSS 2 Marca Trevigiana comunica che è ricoverata presso l’Ospedale San Valentino di Montebelluna una paziente che si è rivelata - in seguito agli esami di laboratorio - affetta da meningite da pneumococco. La paziente, anziana, si trova attualmente in Terapia intensiva. L’Azienda fa presente che la meningite da pneumococco si presenta con casi isolati durante tutto l’anno, prevalentemente in inverno-primavera. A differenza di altri tipi di meningite non dà origine a focolai epidemici e perciò non richiede interventi di profilassi antibiotica sui familiari e i contatti stretti.

Nei prossimi giorni, il Veneto sarà interessato da una situazione meteorologica che ha indotto il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione a emettere lo Stato di Attenzione per vento forte su tutto il territorio. L’allerta è valida dalla mezzanotte di oggi alle 8.00 di venerdì 6 gennaio. In particolare, sono previsti venti forti in quota, con fasi di rinforzo nelle valli per Foehn e a tratti anche in pianura.

Sono 15.240 i veneti che hanno trascorso in compagnia dell'influenza la settimana di Natale. Il virus, dalla sua comparsa, ha finora messo a letto 54.700 persone, con un'incidenza di 31 casi per diecimila assistiti, pari a meno della metà di quella nazionale, fissata a 72,3 casi per diecimila. Il dato emerge dall'ultimo Rapporto Epidemiologico del Sistema di Sorveglianza dell'Influenza, redatto dalla Direzione Prevenzione della Regione Veneto e diffuso oggi dall'Assessore alla sanità Luca Coletto.

"L'alta pressione si sta indebolendo sotto la spinta di un fronte freddo lungo quasi 3000 km in discesa dall'Europa settentrionale verso l'Italia. I primi effetti - come affermano i meteorologi di Meteo.it - si avvertiranno già nelle prossime ore: il sistema perturbato verrà infatti anticipato da correnti umide di Libeccio che causeranno un primo peggioramento del tempo sulle regioni tirreniche e sull'alto Adriatico con un aumento diffuso della copertura nuvolosa e le prime locali deboli piogge. Nelle giornata di venerdì (Epifania) e sabato probabile picco del gelo e rischio neve non solo sui settori interni, ma anche lungo le coste del medio Adriatico, al Sud e nel nord della Sicilia.

Una ragazza trevigiana di 13 anni è rimasta ferita gravemente in un incidente sugli sci stamane, sulle piste della Tofana, a Cortina d'Ampezzo. La giovane stava scendendo assieme al padre quando ha perso il controllo degli sci, finendo contro un albero oltre il bordo pista. E' stata subito soccorsa dalla polizia in servizio nelle aree sciistiche, poi sono giunti i sanitari del 118 con l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore. La 13enne è stata trasportata all'ospedale di Belluno, ricoverata con riserva di prognosi per i traumi subiti nella caduta. Non è comunque in pericolo di vita. 

Veneto Banca ha venduto il jet privato Learjet 60 Xr, di proprietà dell'istituto di Montebelluna e acquistato negli 'anni ruggenti' della gestione dell'ex amministratore delegato Vincenzo Consoli. La dismissione, si legge in una nota della banca, rientra nella linea politica di rigoroso controllo dei costi, coerentemente con il nuovo corso improntato alla sobrietà.

Scatta da domani l'ordinanza che vieta, fino al 7 gennaio,  l'utilizzo dei botti su tutto il territorio comunale. Un'iniziativa che ha come obiettivi di evitare il peggioramento della qualità dell'aria e di tutelare i soggetti più deboli, le persone anziane, ma anche gli animali che agli scoppi reagiscono con evidenti reazioni di spavento. La sanzione amministrativa prevista va da un minimo di 25 a un massimo di 500 euro. 

Il giorno di Natale, presso la Comunità della Casa del Clero, è morto don Angelo Martinato, già parroco di Istrana. Le esequie, presiedute dal Vescovo Gianfranco Agostino Gardin, saranno celebrate a Istrana, giovedì 29 dicembre alle ore 15.

“Siamo tutti con Aleppo”: un nuovo appello per una “immediata fine del conflitto, per la protezione delle vite dei civili e la possibilità che gli aiuti umanitari raggiungano tutte le persone in difficoltà” è stato lanciato oggi da Caritas internationalis, insieme ad una campagna per la pace in Siria in occasione del Natale. La Caritas è preoccupata per la situazione di circa 250mila civili intrappolati ad Aleppo ora che il governo siriano ha ripreso il controllo della città. “È il momento per negoziazioni politiche per porre fine alla guerra”, afferma Caritas internationalis.

“Chi ha svolto l’indagine credo abbia lavorato su dati non più attuali e sia stato perciò  indotto a trarre delle conclusioni errate e a redigere una classifica che, per quanto riguarda la linea ferroviaria Treviso-Portogruaro, non è veritiera”. Commenta, non senza amarezza, l’assessore ai trasporti della Regione del Veneto, Elisa De Berti, il rapporto “Pendolaria 2016” stilato da Legambiente sulla qualità delle linee ferroviarie italiane, che relega la Treviso-Portogruaro tra le peggiori a livello nazionale. “Sono dispiaciuta – prosegue De Berti – perché, pur nella consapevolezza che alcuni problemi permangono, notevoli miglioramenti sono stati apportati al servizio e ritengo ingenerosa, anche per l’ottimo lavoro che abbiamo svolto insieme ai comitati dei pendolari, una descrizione così catastrofista.

Il taxi di Cuor di Natale piace. Lo confermano i numeri del weekend dell’Immacolata che ha visto un aumento importante degli utilizzatori della navetta gratuita a nove posti che dal Mercato Ortofrutticolo porta  a Piazza Duomo. Nei quattro giorni, dall’8 all’11 dicembre gli utilizzatori sono stati 250. Il servizio è in funzione tutti i sabati e le domeniche di dicembre dalle ore 15.00 alle 20.00.  Per accedere al servizio è sufficiente comporre il numero del radiotaxi 348- 7473027.

Oltre sessanta dosi di marijuana pronte allo spaccio nascoste sotto ai cespugli dei giardinetti della stazione. A scoprirle la polizia locale di Treviso intervenuta nel pomeriggio di ieri nell’ambito dei quotidiani controlli in città. Gli agenti del nucleo di polizia giudiziaria, aiutati dal fiuto del cane Trixie, hanno passato a tappeto l’intera area e hanno ritrovato il quantitativo di droga che è stata posta così sotto sequestro. Gli agenti stanno ora visionando le registrazioni delle telecamere di videosorveglianza per individuare lo spacciatore.
“Prima di tutto un ringraziamento ai nostri uomini – dichiara il vicesindaco e assessore alla sicurezza del Comune di Treviso Roberto Grigoletto - La presenza della PL ben visibile ha un doppio effetto: quello di reprimere comportamenti illegali, ma anche di prevenire condotte scorrette”.

Matteo Renzi, dopo il suo intervento nella direzione del Pd è al Quirinale, dove alle 19 rassegna le dimissioni nelle mani del Presidente della Repubblica. "Toccherà ai gruppi parlamentari decidere che cosa fare. Vorranno andare subito a elezioni? Nel caso si dovrà attendere la Sentenza della Consulta di martedì 24 gennaio e poi votare con le attuali leggi elettorali, come modificate dalla Corte". Lo scrive il premier nella sua Enews. "Se i gruppi vorranno invece andare avanti con questa legislatura, dovranno indicare la propria disponibilità a sostenere un nuovo Governo che affronti la legge elettorale ma soprattutto un 2017 molto importante a livello internazionale".

“In Italia mancano leader”, e la “priorità” del nuovo governo deve essere la cultura. Lo ha detto monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, interpellato dai giornalisti a margine della presentazione del suo nuovo libro, “Quelli che non si accontentano” in corso questo pomeriggio all’Istituto Sturzo di Roma. “Non posso che essere d’accordo”, ha commentato a proposito dell’affermazione del Papa, contenuta nell’intervista al settimanale cattolico belga “Tertio”, per cui l’Europa ha bisogno di leader.

È andato alla veneta Antonella Candiago, ventenne di Santa Giustina (Belluno), il primo premio del concorso fotografico "Immaginare un'Europa senza frontiere", organizzato dal gruppo dei socialisti (Pes) al Comitato europeo delle Regioni (CdR). La giovane si è aggiudicata il concorso grazie a un'immagine semplice ma esplicativa: un bambino che tenta di scavalcare un muro grazie all'aiuto di una pila di libri.

Questa notte, presso il Santuario Nostra Signora della Rocca in Cornuda, è morto don Giovanni Tasinazzo, Rettore del Santuario e Canonico onorario del Capitolo della Collegiata di Asolo. Le esequie, presiedute dal Vescovo Gianfranco Agostino Gardin, saranno celebrate a San Zenone degli Ezzelini, venerdì 9 dicembre alle ore 15.

Sarà ispirato al tema dei rifugiati e alla tragedia umana che si sta consumando nel Mediterraneo il Presepe di sabbia che sarà inaugurata come da tradizione domani a Jesolo, nella giornata dell'Immacolata. La sacra famiglia di Nazareth assumerà quest'anno le sembianze di una famiglia di migranti. Non mancherà un omaggio a Lampedusa, isola portatrice di pace.

"C'è una legge della Regione che rende la vaccinazione una libera scelta, ma una circolare dice che laddove si scenda sotto l'85% si devono vaccinare i bimbi fino a raggiungere la quota minima del 90%. Neanche la peggiore Democrazia Cristiana cerchiobottista avrebbe potuto partorire una tale assurdità" lo dice Laura Puppato, in merito alla mancata norma che doveva rendere obbligatori i vaccini. "Immaginiamo un asilo in cui si verifichi il caso, come faremo a identificare i bimbi che si devono vaccinare rispetto a quelli che potranno non farlo? Tireremo a sorte? Decideremo per quelli con gli occhi chiari? Coi capelli scuri? E se i genitori giustamente rifiutano d'essere identificati come quelli obbligati alla vaccinazione? - si chiede la senatrice - non si può guidare una regione così e pure pretendere di avere maggiori autonomia".