Ultim'ora

Gli anziani come risorsa, e non solo come problema. In particolarein una regione come il Veneto, dove l’aspettativa di vita media sfiora ormai i 90 anni e dove, entro il 2030, un quarto della popolazione avrà più di 65 anni e ci saranno 200 anziani ogni 100 giovani. Invertire la prospettiva e valorizzare l’apporto sociale e comunitario della terza e della quarta età è l’obiettivo dell’iniziativa legislativa assunta dalla Giunta regionale “Promozione e valorizzazione dell’invecchiamento attivo”: approvato dall’esecutivo veneto, su proposta dell’assessore al sociale Manuela Lanzarin, il disegno di legge sta per arrivare sui banchi del Consiglio regionale.

La piena del Po determinata dall’ondata di maltempo che ha devastato il Nordovest, e che sta scendendo verso il mare, ha spinto il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione Veneto ad emettere lo Stato di Preallarme per criticità sulle rete idraulica principale relativamente al bacino idrografico Po-Fissero-Tartaro-Canalbianco-Basso Adige, valevole dalle 14 di oggi alle 14 di mercoledì 30 novembre. La decisione è stata assunta anche alla luce “di alcune situazioni di criticità arginale e golenale rilevate in data odierna”.

Con 72mila visitatori (oltre +10% rispetto alla scorsa edizione) si è chiusa oggi la 26a edizione di JOB&Orienta, il salone nazionale dell’orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro, che per tre giornate in Fiera a Verona ha messo al centro il tema “Imparare lavorando: in Italia si può”. Promosso da VeronaFiere e Regione del Veneto, in collaborazione con Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, il Salone ha visto in rassegna oltre 500 realtà, tra scuole, enti di formazione, accademie e università (oltre 90), istituzioni, imprese, centri per l’impiego e agenzie di servizi per il lavoro, associazioni di categoria,…; più di 350 relatori intervenuti nei 200 appuntamenti in calendario, tra convegni, dibattiti e workshop.

Un ordigno rudimentale è stato fatto esplodere nelle prime ore di stamane vicino a un centro commerciale a Vittorio Veneto. L'ordigno, definito dal sindaco, Roberto Tonon, "artigianale ma insidioso", ha provocato soltanto lievi danni materiali. Tre giorni fa quattro bottiglie incendiarie erano state lanciate contro la sede del Comune. Il sindaco ha chiesto "al Prefetto di Treviso l'urgente convocazione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza democratica, e chiedo che la sessione straordinaria si svolga in Città per significare la vicinanza delle istituzioni a Vittorio Veneto, insidiata da una torbida operazione sovversiva, e insieme la determinazione che le forze di polizia dispiegheranno nella ricerca dei colpevoli e nel contrasto ai loro disegni".
   

E’ stato reso noto il testo del telegramma di cordoglio di Papa Francesco per la morte dell’ex Presidente dei Consigli di Stato e di Governo della Repubblica di Cuba, Fidel Castro. Ecco le parole del Papa, indirizzate a Raul Castro, fratello del defunto leader e attuale presidente a Cuba: “Nell’apprendere la triste notizia della scomparsa del suo caro fratello, l’eccellentissimo signor Fidel Alejandro Castro Ruz, ex presidente del consiglio di Stato e del governo della Repubblica di Cuba esprimo i miei sentimenti di dolore a vostra eccellenza e agli altri famigliari del defunto dignitario, nonché al governo e al popolo di quella amata nazione. Nello stesso tempo offro preghiere al Signore per il suo riposo e affido tutto il popolo cubano alla materna intercessione di Nostra Signora de la Caridad del Cobre, patrona del Paese”.

a Regione del Veneto e le Organizzazioni sindacali del comparto sanità hanno siglato poco fà un Protocollo d'intesa in materia di personale del Servizio Sanitario Regionale alla luce della riforma della sanità veneta approvata il 25 ottobre scorso (legge regionale nr. 19).  Tra i punti dell'accordo c'è l'impegno reciproco a garantire l'efficacia dei contratti integrativi, gli accordi e regolamenti oggetto di relazioni sindacali delle Ullss soppresse, indicativamente fino al 30 giugno e comunque non oltre il 30 settembre 2017; a promuovere l'adozione da parte delle Aziende Sanitarie di piani triennali di razionalizzazione della spesa con la possibilità di utilizzare il 50% dei risparmi ottenuti per misure di incentivazione del personale; a definire, prima dell'avvio di eventuali processi di riorganizzazione, dei criteri generali per l'applicazione dell'istituto della mobilità interna ed esterna; a proseguire il monitoraggio rispetto ai "valori minimi di riferimento per il comparto" con particolare attenzione alle situazioni di evidente sottodotazione di personale.

E' pronto per l'inaugurazione un nuovo reparto maternità in Afghanistan realizzato da Emergency nel nome di Valeria Solesin, la studentessa veneziana uccisa nell'attentato terroristico al 'Bataclan' di Parigi, che collaborava con l'organizzazione umanitaria. Lo ha annunciato oggi a Venezia la presidente, Cecilia Strada. "Siamo pronti - ha detto - per tagliare il nastro il prossimo 8 dicembre alla nuova maternità nella valle del Panshir, in Afghanistan, che sarà dedicata a Valeria Solesin". Il nuovo reparto ospedaliero potrà contare su 70 posti letto per le mamme, oltre alle strutture di neonatologia e terapia intensiva, fungendo da punto di riferimento, nei casi più complicati, anche per gli ospedali pubblici. Vi lavoreranno, oltre al personale internazionale di Emergency, anche 60 donne afghane.

Vista la situazione meteorologica attesa sul territorio regionale, preso atto dell’avviso di criticità idrogeologica e idraulica emesso oggi alle ore 14:00, il Centro Funzionale Decentrato della Regione del Veneto, al fine di garantire un monitoraggio costante della situazione e la massima prontezza operativa del Sistema di Protezione Civile, dichiara, dalla mezzanotte di oggi alle ore 8:00 di domenica 27 novembre 2016: lo “stato di attenzione” per possibili situazioni di criticità idraulica e criticità idrogeologica nel bacino Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone (da riconfigurare, a livello locale, in preallarme o allarme a seconda dell’intensità dei fenomeni). Queste le previsioni meteo dell’Arpav: dalla serata di giovedì 24 novembre possibili prime modeste precipitazioni. Tra venerdì 25 e la mattinata di sabato 26 novembre precipitazioni diffuse, specie sulle zone centro settentrionali, localmente a carattere di rovescio o occasionale temporale (più probabile da venerdì pomeriggio/sera). Quantitativi anche consistenti su Prealpi, pedemontana e pianura centro settentrionale, localmente abbondanti su Prealpi e pedemontana. Limite della neve generalmente intorno a 2000-2200 mt., a tratti e localmente un po' più basso (1800-2000 mt.) specie da venerdì pomeriggio.

“Atti eversivi vili e deprecabili che minano la serenità della comunità vittoriese e trevigiana tutta e offendono le nostre Istituzioni democratiche - questo il commento di Giacomo Vendrame, Segretario generale CGIL Treviso, relativamente all’episodio criminale della scorsa notte al Municipio di Vittorio Veneto. “Ci auguriamo che chi si è macchiato di tale azione, compiuta in un giorno di festa per la città e la nostra provincia, sia identificato quanto prima dalle Forze dell’Ordine. Con questo gesto – afferma Giacomo Vendrame -, che manca di rispetto alle Istituzioni e inquina la libertà e la partecipazione democratica, si offendono la comunità vittoriese e trevigiana. 

Le forti piogge delle ultime ore hanno causato l'esondazione del fiume Tanaro, in provincia di Cuneo. A causa degli allagamenti, Anas ha chiuso al traffico la statale 28 del Colle di Nava, da Garessio fino al confine con la Liguria, in località Bagnasco, dove in via precauzionale è stato istituito il divieto di transito a tutti i veicoli in corrispondenza del fiume Tanaro.
    Il Tanaro, a Garessio, è esondato in via Vittorio Emanuele.
    Chiusi i ponti Odasso, Barjols e 'della Lepetit'. Chiuse anche via Aleramo, Sparvaira e via Nazionale a monte. Le cantine che si affacciano sul fiume sono allagate. Nella zona i torrenti che preoccupano sono Rio Parone, Luvia, e Pian Granone. Alle 10.30 è stata convocata in prefettura una riunione del Comitato di emergenza con la Protezione civile.
   

Rispetto al mese precedente, a settembre 2016 l'Istat registra una diminuzione per entrambi i flussi di commercio con l'estero, più ampia per le importazioni (-4,5%) rispetto alle esportazioni (-1,6%). L'istituto di statistica spiega che "le flessioni si manifestano dopo marcati incrementi registrati ad agosto, soprattutto per gli acquisti dall'estero". Rispetto a settembre 2015, invece, c'è un incremento tendenziale dell'export (+3,1%) che riguarda sia l'area Ue (+3,2%) sia quella extra Ue (+3%). Le vendite di autoveicoli (+13,6%) e di articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici (+7,1%) sono in forte aumento, mentre le esportazioni di prodotti petroliferi raffinati (-6,5%) contrastano la crescita dell'export.
Il surplus commerciale è di 3,7 miliardi a settembre (+1,7 miliardi a settembre 2015) e nei primi nove mesi dell'anno raggiunge 37,3 miliardi (+56,2 miliardi al netto dei prodotti energetici).

Da gennaio a fine ottobre di quest'anno sono stati 4.899 i migranti che hanno perso la vita nel tentativo di raggiungere l'Europa: lo rivela il Terzo Rapporto sulla protezione internazionale in Italia, secondo il quale, rispetto al totale, 3.654 sono morti nel Mediterraneo. Nel 2015, inoltre, sono stati più di 65 milioni i migranti 'forzati' nel mondo, di cui 21,3 milioni rifugiati, 40,8 sfollati interni e 3,2 milioni di richiedenti asilo. Ancora nello scorso anno circa 34mila persone al giorno sono state costrette a fuggire dalle loro case per l'acuirsi di conflitti e situazioni di crisi, vale a dire - sottolinea lo studio - una media di 24 persone al minuto.

Weekend all'insegna del bel tempo, asciutto su molte regioni. Ma attenzione a Domenica.

SITUAZIONE - Nel corso del fine settimana - spiegano gli esperti del sito ilmeteo.it - la pressione tenderà ad aumentare sul nostro Paese, portando un tempo un po' più stabile.

SABATO - Generali condizioni di bel tempo. Ultimi rovesci o temporali saranno possibili su coste campane e calabresi tirreniche, al mattino residui sulle Marche centrali.

DOMENICA - Dapprima bel tempo ovunque, nel corso della mattinata il cielo si copre dai settori occidentali verso quelli orientali. Qualche piovasco possibile in Sardegna e più occasionale su coste tirreniche centrali. Più sole al Sud.

Sono stati liberati i pescherecci mazaresi Ghibli I e Giulia PG fermati nella tarda serata di mercoledì da uomini della Marina militare egiziana mentre erano intenti in una battuta di pesca a circa 28 miglia dalle coste egiziane. Lo ha confermato l'armatore Domenico Asaro. I due pescherecci proseguiranno il loro percorso e la pesca nel Mediterraneo prima di far ritorno in Italia.

"L'immigrazione illegale che arriva in Italia attraverso il Mediterraneo passa dal Niger, attraversando il deserto. Un fenomeno che causa vittime che non possiamo più accettare di lasciare nelle mani delle organizzazioni di trafficanti. Dobbiamo lavorare insieme, governo italiano, governo del Niger e Ue, per dare una risposta a questa catastrofe umanitaria". Lo ha detto il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, dopo l'incontro a Niamey con il presidente della Repubblica del Niger, Mahamadou Issoufou, a Niamey. Si tratta della prima missione congiunta Italia-Ue nell'ambito del 'Migration compact' che prevede al momento una serie di accordi con 5 Paesi africani per ridurre il flusso dei migranti irregolari. L'Europa ha deciso di stanziare per questo 500 milioni di euro, mentre l'Italia finanzierà un fondo speciale aggiuntivo di 200 milioni di euro. Il ministro, ha inoltre annunciato l'apertura in primavera dell'Ambasciata italiana a Niamey.

"Prima di tutto il cordoglio e la vicinanza alla famiglia. Un fatto drammatico per il quale è difficile usare le parole giuste - dichiara il sindaco di Treviso Giovanni Manildo in merito alla scomparsa di un gestore che stava dando ospitalità ad alcuni migranti a Motta - La disgrazia di Motta è un terribile segno, l’esito dell'incapacità di gestire questo tema insieme, come comunità. Credo tuttavia che una riflessione sia necessaria. Dobbiamo fare attenzione al clima che si sta creando intorno al tema dell’accoglienza. Sulla narrazione e sulla la gestione del tema dei migranti serve l'aiuto di tutti . Serve una rivoluzione culturale: a ciascuno la sua parte, l'assunzione di responsabilità sociale è necessaria. Ogni istituzione, ogni sindaco, ogni cittadino deve fare ciò che è necessario. Affrontiamo questo tema prima di tutto abbassando i toni e poi ponendoci nell’ordine di idee che questo problema ci riguarda tutti". Secondo le prime ricostruzioni l'uomo sarebbe morto suicida e qualcuno collega il fatto alla recente contestazione subita da alcuni militanti della Lega Nord.

Un’ondata di maltempo particolarmente intensa sta per interessare il Veneto. In relazione alla situazione meteorologica attesa, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione ha emesso lo Stato di Attenzione e lo Stato di Preallarme per Criticità idraulica e idrogeologica in molti bacini idrografici del territorio. L'allerta è valida dalle ore 8.00 di domani, venerdì, alle ore 8.00 di domenica 16 ottobre. Da venerdì 14/10 tempo perturbato con fase più intensa tra la mattinata di venerdì e la mattinata di sabato 15. Precipitazioni estese, anche forti e persistenti su zone centrosettentrionali, con rovesci e locali temporali più probabili dalla sera di venerdì. Limite neve in prevalenza oltre i 2700 m.

"Un comitato istituzionale del no con sindaci e amministratori locali": è quello che hanno lanciato i governatori di Lombardia, Roberto Maroni, Liguria, Giovanni Toti, e Veneto, Luca Zaia, per il referendum del 4 dicembre. La riforma costituzionale, hanno detto i tre governatori del centrodestra a Milano, "ricentralizza" e bisogna dunque "difendere il sistema delle autonomie, delle Regioni, dei territori e quindi della democrazia". La controproposta è quella già ipotizzata dai leader del centrodestra: presidenzialismo e federalismo.

Il premio Nobel per la Pace è stato assegnato al presidente colombiano Juan Manuel Santos. La decisione è stata comunicata stamattina ad Oslo. Nonostante il no dei colombiani all'accordo di pace tra Governo e Farc, la scelta è ugualmente caduta sul promotore delle trattative per terminare una guerra che dura da 52 anni. Le intenzioni sono quelle di dare impulso perché il processo di pace non si interrompa proprio ora.

In Veneto mancano agenti della Polizia di Stato e in molte province quelli che ci sono, sono piuttosto avanti con gli anni. Lo denunciano i senatori del Movimento cinquestelle Enrico Cappelletti, Daniela Donno, Ornella Bertorotta, Maurizio Buccarella, Sergio Puglia, Luigi Gaetti, Sara Paglini, Vincenzo Santangelo, Mario Michele Giarrusso e Vilma Moronese, in un''interrogazione al ministro dell''Interno Angelino Alfano. Da una ricerca del Sap (Sindacato autonomo di polizia), la carenza del personale di Polizia in Veneto risulta pari al 25-30% rispetto alla dotazione organica tabellare del 1989, fanno sapere. Non solo evidenziano i parlamentari, sottolineando che da quell''anno ad oggi le cose sono cambiate e che a causa dei flussi migratori, turistici e commerciali "i dati statistici sulla criminalita'' sono completamente diversi".

Rafforzare ulteriormente la cooperazione tra le Amministrazioni statali, le Istituzioni locali e la società civile, nell'ambito di un processo di sicurezza integrata e di partecipazione attiva per garantire la convivenza civile, la qualità della vita urbana e la sicurezza dei cittadini. Con questo obiettivo il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, insieme ai primi cittadini di 17 Comuni della Città Metropolitana di Venezia hanno firmato questa mattina alla Prefettura di Venezia un protocollo d'intesa sul "Protocollo di Vicinato". Il documento, che fornirà un'impronta strutturale al lavoro di coordinamento tra tutti i soggetti coinvolti tra le Forze dell'ordine, le Amministrazioni locali ai cittadini volontari, è stato siglato dai Comuni di Venezia, Campagna Lupia, Cavallino-Treporti, Concordia Sagittaria, Eraclea, Fiesso d'Artico, Fossalta di Piave, Marcon, Martellago, Meolo, Mira, Noale, Noventa di Piave, Portogruaro, Quarto d'Altino, San Donà di Piave, Spinea e Torre di Mosto.

“Spero che la legge di stabilità abbia un ‘capitolo’ dedicato alla famiglia; su questo stiamo lavorando, mi pare ci siano tutte le condizioni per dare dei segnali”. Lo ha detto questo pomeriggio il ministro per gli Affari regionali con delega alla famiglia, Enrico Costa, a margine della presentazione nella sala stampa della Camera dei deputati dello studio “La Ri-nascita dell’Italia”, elaborato dall’Associazione nazionale famiglie numerose.

Oltre 13,5 milioni di euro (13.537.327 per la precisione), ricavati dall’8 per mille alla Chiesa cattolica, a sostegno di 132 progetti. È la cifra stanziata dal Comitato per gli interventi caritativi a favore del Terzo mondo, che si è riunito nei giorni scorsi a Roma. In Africa sono stati approvati 75 progetti per complessivi 9.233.045 euro; 1.768.086 euro vanno in America Latina per 37 progetti; 2.223.784 euro finanzieranno 18 progetti in Asia; 312.412 euro 2 progetti in Medio Oriente.

E morto in una clinica romana, all'età di 95 anni, l'ex presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. Nato a Livorno nel 1920, è stato al Quirinale dal 1999 al 2006. In precedenza era stato governatore della Banca d'Italia (1979-1993) e presidente del Consiglio dei ministri (1993-94).

La Direzione sanitaria dell’Azienda Ulss 9 di Treviso comunica che una giovane ricoverata da ieri all’Ospedale Ca’ Foncello è risultata affetta da Meningite da TBE (conseguenza da morso di zecca). La ragazza, trevigiana, è reduce da un periodo di vacanza in montagna. Dal pomeriggio di ieri è in cura presso il reparto Malattie Infettive del Ca’ Foncello, diretto dal dr. Piergiorgio Scotton. I sanitari riferiscono che il quadro generale della paziente è positivo.

Il Comune di Treviso sostiene le vittime del terremoto con l'iniziativa 'Chef per Amatrice' che domenica dalle ore 17.30 riunirà in Piazza Borsa i più noti chef e ristoratori di Veneto e dintorni. I cuochi cucineranno per tutti la tipica Amatriciana accompagnata dai vini e dalle birre di amici vignaioli e mastri birrai che hanno accolto da subito con entusiasmo il loro invito.

Un uomo di 65 anni, di Pedemonte (Vicenza) è morto dopo aver perso l'equilibrio ed essere ruzzolato per un centinaio di metri in un ripido canale, in Val Civetta. L'incidente è avvenuto lungo un sentiero conosciuto dagli appassionati di caccia. A dare l'allarme al 118, che ha chiesto l'intervento del Soccorso alpino di Arsiero in supporto all'eliambulanza di Verona emergenza, un amico che era con lui, poi accompagnato a valle dai soccorritori e affidato sotto shock all'ambulanza in via precauzionale.

“Una tragedia. Quando ieri sera è giunta la notizia ci ha sconvolti tutti. Sono vicino ai familiari delle vittime di questo terribile incidente. L’Aeroclub Treviso è una realtà storica della nostra città, una scuola ad altissimo livello che guarda fuori dai confini nazionali. Nelle prossime ore prenderò contatti con l’associazione per chiedere come l’amministrazione possa rendersi utile”.  

Un romeno di 21 anni è morto e altri nove sono rimasti feriti (due minori, due donne e quattro uomini(in un incidente stradale avvenuto questa notte sull'autostrada A4 tra Cessalto e San Donà di Piave in direzione Venezia. I romeni viaggiavano su un furgone con carrello che ha violentemente tamponato un mezzo pesante. L'incidente ha richiesto la chiusura della corsia di marcia in direzione Venezia che è stata riaperta alle 6.50 di oggi, ora in cui il traffico ha cominciato ad intensificarsi, fino a creare una coda di circa 2 km.

Arrestato dai carabinieri di Venezia, al confine tra l'Albania e la Grecia, l'albanese Vasil Rama, 36 anni, ritenuto il presunto conducente dell'Audi gialla usata da una banda di ladri per compiere razzie tra Veneto e Friuli Venezia Giulia nel gennaio scorso. L'auto, rubata a Milano il 26 dicembre 2015, era sempre riuscita a fuggire agli inseguimenti delle forze dell' ordine procedendo a folle velocità. In un caso, i banditi erano riusciti ad allontanarsi correndo contromano in autostrada e uscendo al casello di Spinea (Venezia) sfondando la barriera di chiusura. L'uomo è stato bloccato tramite il servizio di cooperazione internazionale del Ministero dell'Interno e con la collaborazione della polizia ellenica.