Ultim'ora

Paura oggi pomeriggio a Lancenigo di Villorba, in via Matteotti: una bombola è esplosa verso le 16, per motivi che sono al vaglio delle forze dell'ordine: ci sarebbero quattro feriti, non gravi: l'anziana che vive nell'abitazione coinvolta, la sua badante e due vigili che erano accorsi sul posto nel omento in cui la bombola aveva iniziato a dare problemi.

Sono Marino Finozzi (Liga Veneta-Lega Nord) e Francesco Calzavara (Gruppo Zaia Presidente) i presidenti eletti alla guida della Prima e della Seconda Commissione del Consiglio Regionale del Veneto. E’ il “verdetto” uscito dalla seduta delle due commissioni consiliari afferenti alle politiche istituzionali e bilancio, e alle politiche del territorio. Finozzi (che ha raccolto 43 preferenze sulle 50 disponibili) sarà affiancato alla vice-presidenza da Stefano Fracasso (Pd, votato da 29 consiglieri) e dal segretario Luciano Sandonà (Zaia Presidente; ha raccolto 35 voti). Alla seconda Commissione, a cui hanno aderito 46 consiglieri, Calzavara (33 voti di preferenza) sarà affiancato come vice-presidente dall’esponente del Partito Democratico Andrea Zanoni (20 preferenze), mentre Alessandro Montagnoli (LV-LN, 34 preferenze) sarà segretario di Commissione. Introducendo i lavori di entrambe le Commissioni il Presidente Ciambetti ha augurato buon lavoro ai singoli componenti, chiedendo che “sia sempre assicurata quell’atmosfera di alacre lavoro che sta distinguendo l’inizio della X Legislatura”.

Un alpinista trevigiano è morto precipitando dall'Sass d'Ortiga (2.636 m), nel Gruppo delle Pale di San Martino, nelle Dolomiti trentine occidentali. L'incidente è avvenuto verso mezzogiorno pochi metri dalla cima, dove l'uomo di 64 anni, in salita, ha perso l'appiglio ed è caduto nel vuoto. Il compagno d'escursione ha dato l'allarme. Gli uomini del soccorso alpino con l'ausilio del elicottero di Trentino Emergenza hanno recuperato il morto e messo in salvo l'amico, ancora sotto choc.

Da oggi, lunedì 22 giugno, il direttore generale dell’Azienda Ulss 9 di Treviso Giorgio Roberti avvia un appuntamento settimanale per ricevere i cittadini che desiderino conferire con la Direzione. Il Direttore  sarà a disposizione dei Cittadini su appuntamento il lunedì dalle 17.00 alle 20.00 ed in caso di impossibilità lo sarà il suo sostituto. Per fissare l’appuntamento gli interessati devono contattare la segreteria dalle 8.30 alle 13.00 dei giorni dal lunedì al venerdì, ai numeri 0422 323217-18, oppure via mail all’indirizzo segdirgentv@ulss.tv.it. Gli incontri si terranno presso la Sede aziendale in via Sant’Ambrogio di Fiera 37.

E' Calvino con "Il sentiero dei nidi di ragno”, l'autore proposto ai maturandi per l'analisi del testo. Nel tema di ordine generale si parte da un brano di Malala per riflettere sul diritto all'istruzione. Una riflessione sulla Resistenza la traccia proposta per il tema storico. La letteratura come esperienza di vita è un'altra delle proposte per il saggio breve in ambito letterario. Tra le tracce anche il Mediterraneo e le sfide del XXI secolo. Saggio di ambito tecnico scientifico: lo sviluppo scientifico e tecnologico dell'elettronica e dell'informatica ha trasformato il mondo della comunicazione.

C’era anche il sindaco di Treviso Giovanni Manildo al Raduno Triveneto di Conegliano: “Anche questa volta è stato un successo – ha dichiarato il sindaco di Treviso Giovanni Manildo – vogliamo tutti bene agli alpini”. Dopo avere partecipato all’adunata nazionale dell’Aquila il mese scorso Manildo, anche lui alpino,  ha preso parte anche alla sfilata della sezione Ana di Treviso che si è tenuta ieri a Conegliano: “E’ incredibile quello che accade quando gli alpini organizzano un evento in città. I numeri e la risposta di Conegliano  fanno ben sperare per l’adunata 2017 e la candidatura di Treviso. La proposta a cui sta lavorando il gruppo delle sezione Ana di Treviso in collaborazione con la nostra amministrazione è articolata. Io sarà in prima linea per sostenere i nostri alpini affinché Treviso nel 2017 possa realizzare il sogno di portare migliaia e migliaia di penne nere in città”.

Un incontro urgente con il governatore del Veneto Luca Zaia. Dopo la richiesta inviata ieri dal sindaco di Treviso Giovanni Manildo, i primi cittadini dei comuni di Preganziol, Mogliano, Casier,  Ponzano Veneto, Maserada, Monastier, Ronacade, San Biagio, Silea, Vittorio Veneto sono tornati a chiedere un incontro nel più breve tempo possibile al presidente della Regione Veneto. 'Non basta dire no' è il coro unanime dei sindaci che hanno ricordato a Zaia gli impegni assunti con la firma della convenzione Stato – Regioni e la necessità di andare oltre i 'comunicati stampa' che non fermano l’arrivo dei migranti.

"Non è un peccato essere poveri, ma è peccato essere indifferenti ed egoisti". E' il messaggio del vescovo di Padova, mons. Antonio Mattiazzo, per la festa di Sant'Antonio, il 13 giugno. "Le Autorità istituzionali dovrebbero avere uno sguardo non parziale, ma comprensivo di tutti i cittadini, con particolare attenzione verso i più deboli e bisognosi - dice -. Ricordiamo che Sant'Antonio stesso giunse in Italia come 'straniero', imbarcatosi in Africa e approdato in Sicilia dopo un naufragio.

I migranti “sono persone affamate, in due sensi. Sperimentano un’esistenza precaria” e la carenza di beni essenziali, ma sono al contempo “affamati di libertà, di opportunità per la realizzazione di se stessi”. Per questo “la Chiesa deve schierarsi dalla parte dell’accoglienza, pur sapendo che l’accoglienza prevede delle difficoltà, delle incomprensioni”. Lo ha affermato il card. Gianfranco Ravasi nel pomeriggio, nel corso di un incontro con i giornalisti nell’ambito del National Day della Santa Sede all’Expo di Milano. Citando poi l’Antico Testamento, il card. Ravasi ha ricordato come la Bibbia indica che allo straniero si devono “riconoscere gli stessi diritti che si riconoscono a un cittadino”. E dice inoltre: “amerai lo straniero come te stesso”. Ravasi ha poi sottolineato come la Chiesa “si stia impegnando per l’accoglienza, anche facendo proprie le indicazioni” di Papa Francesco.

Un ex odontotecnico da anni si dedicava all'attività di dentista abusivo, con tanto di studio a San Donà di Piave, ma è stato scoperto dalla Guardia di Finanza che ha prima sequestrato il locale dove esercitava e poi ha accertato una presunta evasione fiscale per 120mila euro. Il falso dentista è stato denunciato alla procura di Venezia anche per illegale smaltimento dei rifiuti sanitari prodotti e per l'indebito utilizzo di apparecchiature radiologiche e laser.

Otto persone, tra italiani e stranieri, sono state deferite all'autorità giudiziaria e oltre tremila capi di abbigliamento contraffatti sono stati sequestrati in una operazione della Guardia di Finanza di Treviso nell'ambito dei controlli contro il commercio del 'falso'. L'attività di vendita della merce avveniva porta a porta con l'utilizzo di anonimi furgoncini. In alcuni casi locali di abitazioni erano stati trasformati in 'boutique'.

Ignazio Scaravilli, il medico catanese che ha a lungo lavorato a Padova, sequestrato in Libia il 6 gennaio scorso, è stato liberato con il concorso delle autorità di Tripoli ed è in buone condizioni di salute. Lo si apprende in ambienti dell'Unità di Crisi della Farnesina in contatto con gli altri apparati dello Stato. Attualmente, si apprende negli stessi ambienti, Scaravilli si trova presso gli uffici delle autorità di Tripoli "per gli adempimenti di rito", in attesa di poter "rapidamente" tornare in Italia dopo cinque mesi dal sequestro.

“Per evitare confusioni dovute alla diffusione di informazioni non confermate, si comunica che la data prevista per la pubblicazione dell’attesa Enciclica del Papa è il prossimo 18 giugno, giovedì”. È quanto si legge in un comunicato diffuso oggi dalla Sala stampa della Santa Sede sull’enciclica del Papa dedicata alle questioni del creato. “Le modalità della presentazione pubblica verranno rese note sul Bollettino della Sala Stampa nel corso della prossima settimana”, informa la Sala stampa vaticana.

Perde i pezzi dopo il voto delle regionali il Pd del capoluogo ed in particolare il gruppo consiliare a palazzo dei Trecento. Questa mattina Daniela Zanussi e Domenico Zanata hanno abbandonato il gruppo Pd e costituito il gruppo Sinistra Civica, assicurando il loro sostegno alla Giunta.

“Per rimanere in tema prima guerra mondiale è stata una Caporetto, un punto però dal quale ripartire. E’ stato un bel risultato personale di Zaia che ha penalizzato Moretti ma anche Tosi. Un esempio di come sempre di più in politica la partita la vincono le persone. La stessa cosa che è accaduta anche a Treviso nel 2013 e l’anno successivo in altri comuni della Marca da Vittorio Veneto ai comuni di Mogliano e Preganziol. I risultati del Partito democratico, sia a livello regionale che provinciale, ci pongono davanti alla necessità di avviare delle serie riflessioni, ma soprattutto di dare vita a una nuova classe dirigente concreta, affidabile e vicina ai cittadini. Proprio per questo credo sia necessario per il Pd ripartire dai sindaci, votati personalmente, e dalla squadra che li ha sostenuti. Per questo già domani con alcuni primi cittadini della Marca ci incontreremo per dare al partito il nostro contributo costruttivo. La sfida adesso ad ogni livello, sia provinciale che regionale, è di ripartire da questo cambiamento. Al di là del risultato e delle analisi del giorno dopo, il mio impegno sarà di contribuire alla creazione di un gruppo di persone all’altezza di raccogliere le sfide del futuro”.

Sarà “Laudato si’” il titolo che quasi sicuramente avrà la prossima enciclica del Papa dedicata al tema dell’ecologia. La frase è tratta dal Cantico delle Creature di Francesco d’Assisi, il santo di cui Papa Francesco ha scelto di portare il nome. A confermarlo al Sir è don Giuseppe Costa, direttore della Libreria editrice vaticana (Lev), che rivela il grande interesse internazionale: “Sono tanti gli editori all’estero che sono già interessati alla pubblicazione dell’enciclica nei loro Paesi”. La pubblicazione avverrà entro metà giugno e l’enciclica sarà tradotta nelle diverse lingue. “Il dono della scienza ci pone in profonda sintonia con il Creatore e ci fa partecipare alla limpidezza del suo sguardo e del suo giudizio. Ed è in questa prospettiva che riusciamo a cogliere nell’uomo e nella donna il vertice della creazione - aveva detto il Santo Padre durante l’udienza generale del 21 maggio 2014 -, come compimento di un disegno d’amore che è impresso in ognuno di noi e che ci fa riconoscere come fratelli e sorelle. Tutto questo è motivo di serenità e di pace e fa del cristiano un testimone gioioso di Dio, sulla scia di san Francesco d’Assisi e di tanti santi che hanno saputo lodare e cantare il suo amore attraverso la contemplazione del creato”.

Il corridore trevigiano Sacha Modolo ha vinto in volata la diciassettesima tappa del Giro d'Italia, tappa in linea da Tirano a Lugano (134km). Alberto Contador è sempre la Maglia Rosa di leader della classifica generale.

Una catena di minimarket, a Jesolo, avrebbe 'azzerato', ai fini fiscali, più di 70 mila scontrini fiscali emessi su un totale di 430 mila. Le Fiamme Gialle hanno rilevato in carico alla società oltre 870 mila di corrispettivi imponibili non annotati e non dichiarati, 95mila di maggiore Iva dovuta e 30 mila euro di Irap evasa. L'attività amministrativa sui soci ha poi permesso di constatare oltre 770 mila euro di redditi non dichiarati, con una imposta evasa di circa 235 mila euro.

In Italia il tasso di occupazione dei giovani tra 15 e 29 anni è sceso di quasi 12 punti percentuali tra il 2007 e il 2013, passando dal 64,33% al 52,79%, il secondo peggior dato tra i Paesi Ocse, dietro alla sola Grecia (48,49%). E' quanto risulta dall'ultimo Rapporto Ocse su Giovani e occupazione pubblicato oggi. L'Italia è invece quartultima tra i Paesi Ocse per il tasso di occupazione nella fascia d'età 30-54, sceso dal 74,98% del 2007 al 70,98% del 2013. Il nostro Paese, sottolinea l'organizzazione, ha "uno specifico problema di disoccupazione giovanile, in aggiunta a uno più generale", a causa di "condizioni sfavorevoli e debolezze nel mercato del lavoro, e nelle istituzione sociali ed educative".

"Non c'è pericolo per le caserme dismesse in Veneto. Non saranno destinate ai profughi perché appartengono al demanio civile". Così il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, oggi a Verona per sostenere il candidato presidente della Regione Alessandra Moretti. "Il ministero della Difesa - ha aggiunto - non ha potere sulle caserme dismesse. Si era parlato di soluzioni momentanee per i profughi dopo alcune richieste da parte dei sindaci del Piemonte, ma dal Veneto nessuna richiesta in tal senso".

Salirà dell'1,2% a fronte dello 0,7% nazionale il Pil 2015 di Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna. E' quanto emerge dall'analisi congiunturale delle camere di commercio di Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna in un'area che rappresenta il 40% del prodotto interno lordo italiano. L'incremento del Pil risulta dell'1,3% per la Lombardia e dell'1,1% per Veneto ed Emilia-Romagna, sarà del 2% nel 2016 e dell'1,8% l'anno successivo.

Ventiduemila palloncini, 1600 bandiere, 20mila volantini, striscioni, 180 espositori e totem. Tutti rigorosamente di colore rosa. Treviso si prepara al Giro d’Italia e il sindaco Giovanni Manildo e l’assessore allo sport Ofelio Michielan lanciano l’invito: “Il Giro d’Italia non è solo un grande evento sportivo ma anche un’importante vetrina per Treviso. Per questo invitiamo tutti i negozianti, le attività e tutti i cittadini a partecipare esponendo fuori dal proprio negozio o fuori dal proprio balcone un elemento rosa. Fiori, palloncini, fiocchi, nastri, tutto per salutare l’arrivo della 14^ tappa cronometro. Sarà una bellissima festa”.

Il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile del Veneto, alla luce della situazione meteorologica attesa, ha prolungato fino alle 8.00 di domani lo Stato di Attenzione per Criticità Idrogeologica, pressochè su tutto il territorio veneto. Il precedente bollettino, emesso ieri, fissava il termine dello Stato di Attenzione alle 24.00 di oggi.

Il corridore belga Philippe Gilbert (Bmc Racing Team) ha vinto la dodicesima tappa del Giro d'Italia 2015, da Imola a Vicenza (Monte Berico) di 190km. Il corridore spagnolo Alberto Contador (Tinkoff Saxo), secondo al traguardo, ha consolidato la Maglia Rosa di leader della classifica generale, aumentando di 14 secondi il distacco su Fabio Aru.

"La contemporaneità dello svolgimento del dibattito parlamentare sulla riforma della scuola con l‘assemblea dei vescovi italiani permette di cogliere la puntualità di quanto espresso dal presidente dei vescovi, cardinale Angelo Bagnasco, nella sua prolusione". La Fism (Federazione italiana scuole materne) apprezza la sottolineatura da parte del cardinale Bagnasco circa il contributo, in termini quantitativi e di qualità, del servizio pubblico delle scuole paritarie al sistema nazionale d‘istruzione. La Fism si sente, quindi, "incoraggiata" dalle parole del cardinale a insistere "nella richiesta di riconoscimento di una piena parità, anche economica, per le scuole dell‘infanzia federate.

Talebani afghani hanno rivendicato l'attacco sferrato ieri sera contro la guesthouse Park Palace di Kabul, frequentata da stranieri e vicina a un ufficio delle Nazioni Unite e di altre agenzie internazionali. Quattordici le vittime dell'assalto, tra cui un cittadino italiano secondo quanto riferisce la Farnesina, un americano secondo l'ambasciata di Washington a Kabul e quattro indiani.

La vittima italiana è un cooperante, Alessandro Abati, 48 anni, rimasto ucciso insieme alla sua compagna kazaka.

"L'attacco è stato pianificato con cura per colpire il party al quale stavano partecipando persone importanti e americani", ha riferito il portavoce dei Talebani Zabihullah Mujahid in un comunicato. Ieri sera nella guesthouse era in programma un concerto del cantante Altaf Hussain. Secondo Mujahid, l'azione è stata condotta da un unico attentatore armato di Kalashnikov, una cintura esplosiva e una pistola. Secondo il governo afghano, invece, sarebbero stati tre i miliziani coinvolti.

L'assalto è iniziato alle 20 e 30 di ieri sera ora locale, quando i Talebani hanno iniziato a sparare nel ristorante della guesthouse, ed è durato sette ore. Secondo il capo della polizia di Kabul Abdul Rahman Rahimi che almeno sei sono i feriti e ''54 persone sono state tratte in salvo dalle forze di sicurezza''. Come ha spiegato la portavoce dell'ambasciata di Washington a Kabul Monica Cummings, tra le vittime si conta anche un civile americano.

Tre dipendenti della guesthouse, due cittadini stranieri e un soldato sono rimasti feriti, come ha dichiarato il vice ministro degli Interni afghano Ayoub Salangi, spiegando anche che due degli attentatori sono stati uccisi dalle forze della sicurezza, mentre un terzo risulta latitante.

L'ambasciatore a Kabul - La situazione a Kabul "è pericolosa, siamo in piena offensiva di primavera talebana, che quest'anno è iniziata prima, dopo un inverno abbastanza mite, con azioni di tipo militare in quasi tutto il Paese". Lo dice all'Adnkronos l'ambasciatore italiano in Afghanistan, Luciano Pezzotti, commentando l'attacco di ieri sera ad una guesthouse di Kabul, costato la vita a 14 persone, tra cui un italiano.

"Quasi ogni giorno qui c'è qualche piccolo attentato, una bomba sotto un auto o un kamikaze", è la testimonianza dell'ambasciatore, secondo il quale l'attacco di ieri rivendicato dai talebani "è stato un po' sui generis, diretto contro una guesthouse piuttosto fortificata, ed è stato condotto da più di un kamikaze".

Il diplomatico, in Afghanistan da quattro anni, parla poi della vittima italiana, Sandro Abati. "Non lo conoscevo personalmente, ma molta gente qui in ambasciata sì", dice Pezzotti, spiegando che il cooperante era residente ad Astana e faceva la spola con Kabul per seguire i progetti a cui lavorava. "Sapevamo che era nella guesthouse colpita ieri sera e da subito abbiamo provato a contattarlo", racconta l'ambasciatore, confermando che con lui è morta la sua compagna kazaka, "con cui avrebbe dovuto sposarsi nelle prossime settimane, avevano da poco fatto le pubblicazioni".

Sale a 59 morti il bilancio del sisma che ha colpito il Nepal: 42 le vittime nel Paese, riferiscono le autorità, mentre sono 17 le vittime in India, afferma il ministero dell'Interno citato dall'agenzia Pti. Una scossa di magnitudo 7,4 ha colpito il nordest del Nepal: l'epicentro, secondo l'Usgs, è stato localizzato alle falde dell'Everest, a circa 83 km a est della capitale Kathmandu. La scossa arriva a meno di 20 giorni dal terremoto che ha devastato il Paese, il 25 aprile scorso, causando almeno 8.200 morti e 17.866 feriti in un bilancio drammaticamente ancora parziale. La scossa odierna ha scatenato il panico a Khatmandu, dove in molti sono scesi nelle strade. E' di almeno 4 morti il bilancio del crollo di un edificio a Chautara.

Arriverà in settimana il decreto sulle pensioni, nel rispetto dei saldi indicati nel Def e della sentenza della Corte costituzionale . Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan al termine dell'Ecofin a Bruxelles, ha chiarito i tempi e ribadito i paletti del provvedimento che rimedia al blocco delle indicizzazioni per gli assegni superiori a tre volte il minimo (sui 1.450 euro) stabilito dalle norme Fornero e bocciato dalla Consulta.  Il governo presenterà l'intervento tra "pochi giorni", ha annunciato il titolare di via XX settembre, parlando di "una soluzione che sarà in armonia con i dettami della sentenza della Corte costituzionale e che rispetterà i parametri che stanno già nel Def", e dunque asticella del deficit-pil 2015 ferma al 2,6%. Il Cdm chiamato a varare il dl è atteso per venerdì, ma ancora non è stato annunciato ufficialmente. (Adnkronos)

Il super caldo di questi giorni si prende una pausa con l'arrivo del ciclone 'Ferox' sull'Italia. Da giovedì sera porterà temporali e un esteso peggioramento del tempo sull’Italia tra venerdì e domenica. Secondo le previsioni del sito www.iLMeteo.it "fino a giovedì pomeriggio la nostra Penisola sarà protetta dall’anticiclone nordafricano che porterà tanto sole e un clima quasi estivo sia al Nord che al Centro, farà un po’ meno caldo al Sud. Mentre da giovedì sera piogge e temporali andranno ad interessare le Alpi, Prealpi e quindi la Pianura Padana a Nord del Po".

"Venerdì condizioni avverse di maltempo al Nord con violenti temporali, locali grandinate e possibili trombe d’aria - riferisce ancora iLMeteo.it -. Ad oggi le zone più colpite sono i settori montuosi, il Nordest, il Torinese, Vercellese, Biellese, Novarese, Comasco e Milanese. Prestare attenzione su tutti questi settori per i possibili nubifragi. Nel corso del weekend il ciclone Ferox si porterà al Centro e quindi al Sud coinvolgendo ancora il Nordest nella giornata di sabato; nuovi temporali e grandinate raggiungeranno le regioni centrali, la Sardegna e domenica anche il Sud".

Ferox, secondo le previsioni de iLMeteo.it, causerà un brusco calo termico al Nord, anche con 10° in meno rispetto ad oggi e poi anche al Centro-Sud con le temperature che ritorneranno nella media del periodo o addirittura sotto di essa. Il tempo migliorerà nuovamente dall’inizio della prossima settimana.

Alle 4.02 una scossa di terremoto di magnitudo 3.5 e di 2 km di profondità è stata avvertita nel trevigiano. L’epicentro sembrerebbe a 5 km da Trevignano. I comuni di Cornuda, Crocetta, Farra, Follina, Miane, Montebelluna, Moriago, Pederobba, Sernaglia, Valdobbiadene e Vidor sarebbero collocati in prossimità dell’epicentro, secondo l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). Molte le persone che si sono svegliate e sono uscite di casa, ma nessun danno è stato segnalato.