Ultim'ora

Nel congratularsi con Adriano Cevolotto per la sua nomina a nuovo vicario del vescovo di Treviso, mons. Gianfranco Agostino Gardin, il presidente della Regione Luca Zaia ha espresso anche un caloroso augurio per l’espletamento del suo incarico così importante per la vita della diocesi.

“Sono sicuro – aggiunge Zaia – che saprà mettere a profitto i suoi “talenti” e contribuire alla crescita della comunità ecclesiale trevigiana chiamata a rispondere alle esigenze di una società in continua evoluzione ma avendo come punti di riferimento imprescindibili i valori forti del messaggio cristiano che permeano il vissuto e la storia delle nostre genti”

In relazione all'articolo dell'Espresso “Tangenti alla Lega in Veneto, c'e' un'indagine segreta”, il Presidente del Veneto, Luca Zaia, comunica di aver inviato al Direttore responsabile della rivista una lettera. “Egregio Direttore - scrive Zaia -, dispiace che non abbiate ritenuto di confrontarvi con me prima di procedere alla pubblicazione dell'articolo cui viene accostata maliziosamente una mia fotografia, ma sono peraltro certo che non avrete omesso di dire che ho provveduto a denunciare per calunnia il signor Belsito il giorno stesso in cui un quotidiano del Vostro gruppo, La Repubblica, ha dato notizia di quanto il signor Belsito avrebbe riferito a mio carico. Denuncia alla quale e' stata data la massima diffusione agli e dagli organi di stampa”.

Si sono conclusi nel pomeriggio di oggi i lavori in via Fratelli Bandiera dove nella giornata di martedì si era verificato un crollo improvviso dell'asfalto e la conseguente creazione di una voragine. La strada è stata riaperta per consentire la normale circolazione del traffico.

"Dopo il successo delle elezioni amministrative il nostro obiettivo è lavorare per ricambiare i cittadini della grande fiducia che ci hanno dato". A dichiararlo è la segretaria provinciale di Treviso del Partito Democratico, Lorena Andreetta, al termine di un'assemblea con i coordinatori dei circoli territoriali. Ma all’indomani dei ballottaggi delle amministrative l’assemblea dei coordinatori dei circoli territoriali ha anche evidenziato un’ulteriore esigenza: “Ci è stato chiesto di continuare sulla linea di questa segreteria del rinnovamento e dell’apertura del partito. E questo – spiega – riguarda espressamente la prossima sfida regionale del 2015. Per questo Treviso ha già chiesto al Partito Democratico del Veneto che il candidato presidente della regione venga scelto attraverso lo strumento delle primarie. E se ciò vale per il presidente dovrebbe valere anche per i candidati consiglieri".

“C’è solo una strada per dare al Veneto maggiore autonomia: quella scritta dal 2001 nella Costituzione, all'art. 116 terzo comma, ovvero l'intesa con cui lo Stato riconosce ad una Regione forme e condizioni ulteriori di autonomia, attraverso una negoziazione oggi accelerata dalla norma che ho inserito con un mio emendamento nell'ultima legge di stabilità, che dispone che il Governo si attivi nel termine di sessanta giorni dal ricevimento della richiesta della Regione. Cosa ha fatto il Centro Destra che governa il Veneto per attuare questa possibilità sino ad oggi? Nulla di nulla. Solo perso tempo in discussioni e votazioni su proposte senza alcun costrutto, motivate solo da scopi propagandistici”. L’on. Simonetta Rubinato, da sempre in prima linea per la battaglia dell'autonomia del Veneto, boccia senza mezzi termini la proposta di legge, approvata ieri dal Consiglio regionale, per l’indizione di un referendum per chiedere ai veneti se vogliono maggiore autonomia e risorse.

In riferimento alla situazione meteorologica attesa, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile del Veneto ha dichiarato lo stato di attenzione per rischio idrogeologico su tutto il territorio regionale fino alle ore 24 di sabato 14 giugno prossimo.

E’ infatti previsto un aumento dell’instabilità, con rovesci e temporali da locali a sparsi e possibilità di fenomeni localmente intensi (forti piogge, locali grandinate, forti raffiche di vento). Oggi, giovedì, pomeriggio/sera i fenomeni saranno più probabili su zone montane e pedemontane, venerdì pomeriggio/sera e sabato su tutto il territorio regionale.

Ho letto le dichiarazioni del sindaco di Padova Bitionci che avevo invitato al telefono all’incontro del 25 giugno a Treviso. Una tavola rotonda nella quale, anche nelle diversità di idee, sarebbe stato possibile confrontarsi sul tema di governare un’area complessa. Mi dispiace il repentino cambio di idee del primo cittadino di Padova che a me al telefono aveva anticipato che sarebbe stato presente. Penso che il tema dell’area metropolitana e più in generale del governo delle aree vaste sia una questione ineludibile, da non affrontare sulla base di condivisione o somiglianza di colore politico ma nell’esclusivo interesse del territorio che per essere competitivo e al passo delle sfide che l’Europa ci impone deve saper far rete anche tra amministrazioni di colori diversi. L’area complessa PaTreVe esiste già, non è una creatura fittizia. Sta a chi ha responsabilità istituzionali governare, in modo funzionale ai cittadini, il cambiamento.

 “Sono davvero molto contenta di quella che oggi la stampa definisce "l'onda PD" nella Marca. A Mogliano con Carola Arena, a Vittorio Veneto con Roberto Tonon, a Preganziol con Paolo Galeano  e a Revine Lago con Michela Coan, è stata davvero una bella affermazione della politica sana e trasparente e della voglia di cambiamento che gli elettori hanno saputo interpretare con un voto al centrosinistra" Questa la dichiarazione dell'on. Floriana Casellato sui ballottaggi in provincia di Treviso. "Mi dispiace  molto - prosegue Casellato - per la vittoria sfiorata di Valerio Mardegan a Paese, che ha dato tanto per la sua comunità e sono davvero amareggiata per il risultato di Padova, dove la sconfitta di Ivo Rossi ci obbliga ad una seria riflessione interna, che inizeremo già oggi con la Direzione Regionale del Partitto. Direzione che sarà anche l’avvio dell’analisi seria e puntuale su quanto è accaduto a Venezia, sconvolta dallo scandalo Mose”.

“Padova è il primo tassello, un modello da replicare prestissimo a Venezia. Dove il centrodestra si presenta compatto, con un candidato serio, credibile, pulito, e un programma chiaro, si vince anche in un momento non politicamente favorevole. Una cosa è chiara: della PaTreVe non resta più nulla, bocciata dai cittadini stessi. Come si è visto, non è più l’ora di nuovi carrozzoni che più sono grandi, più generano poca trasparenza”.
E’ il commento a caldo del capogruppo leghista in Consiglio regionale Federico Caner dopo il turno di ballottaggio e i risultati che hanno fatto registrare il successo straordinario di Massimo Bitonci a Padova. “La Lega – precisa Caner – è andata in difficoltà laddove non ha proposto volti nuovi e giovani, o dove non è riuscita a interpretare la voglia di cambiamento. Al contrario, le vittorie di Padova, ma anche al primo turno a Giavera, Stienta, Ponte di Piave, roccaforti della sinistra, significano che durante la campagna elettorale si sono raccolte in pieno le esigenze dei cittadini; dove abbiamo avuto conferme (in primis Montecchio Maggiore e Paese, ma due settimane fa in decine di altri municipi), è il riconoscimento di un buon governo emerso nonostante il periodo ostile al centrodestra”.

Il Centro Funzionale Decentrato della Regione del Veneto, con avviso delle ore 13, come da Bollettino emesso dal Centro di Arabba in data odierna, ha dichiarato la ‘cessata attenzione’ per rischio valanghe e il ritorno alla normalità per la zona Mont-1 (Dolomiti) dalle ore 17 di oggi, lunedì 9 giugno, in quanto il manto nevoso è ormai presente solo in alta quota e la possibilità che singoli distacchi di valanghe di neve umida interessino aree antropizzate è molto bassa.

Suor Cristina vince 'The Voice' in una finalissima a quattro che al termine di una serata tra cover inediti, duetti, ospiti, si chiude con un Padre Nostro della religiosa recitato in sala. Vince dunque Suor Cristina Scuccia da Comiso, provincia di Ragusa. E tutto il paese in piazza ha festeggiato pregando poi con lei. Quando il presentatore del programma ha fatto il suo nome, in Piazza Fonte Diana, a Comiso, dove per l'occasione è stato allestito un maxi schermo, è scoppiata la festa. Applausi e urla di gioia e poi tutti a ballare l'inedito che Neffa ha scritto per la Sister Act ragusana. Poi quando Suor Cristina ha richiamato tutti in preghiera, la piazza si è stretta tutta intorno a lei: mani nelle mani per recitare il 'Padre Nostro'.

"Quello che sta emergendo in questa vicenda è un sistema molto inquietante, ancora più di quello già grave venuto alla luce per Expo". Lo ha detto Raffaele Cantone, presidente dell'Autorità nazionale anticorruzione, riferendosi al caso Mose. Per Cantone "è innegabile che il sistema degli appalti deve essere ripensato" ma cambiare le regole non basta, occorre "discontinuità politica e culturale". Domani inizieranno gli interrogatori di garanzia per i 35 arrestati.

Perquisizioni nella sede del Calcio Padova da parte del Nucleo di polizia Tributaria della Guardia di Finanza della città euganea. I finanzieri hanno prelevato tutta la documentazione relativa alla gestione della società dall'1 luglio 2013 che ha segnato l'inizio della presidenza di Diego Penocchio, proprietario del gruppo Ormis. Le perquisizioni sono state disposte dalla magistratura patavina. Il Padova, che nella stagione 20013-2014 ha militato in serie B, è retrocesso alla Lega Pro.

Nessun addebito di sanzioni né di interessi a quei contribuenti che, dovendo pagare la Tasi entro il 16 giugno, quindi in un arco di tempo molto ravvicinato, possono trovarsi nella oggettiva condizione di eseguire un versamento insufficiente o di pagare in ritardo. Il Governo proroghi a tal fine la scadenza al 31 luglio.  E’ quanto chiede la deputata Pd Simonetta Rubinato al ministro dell’Economia e Finanze in un’interrogazione urgente, firmata con il capogruppo della Commissione Finanze Marco Causi e il deputato Gian Mario Fragomeli, in cui si sollecita “il Governo a intervenire per evitare la discriminazione di trattamento che di fatto si sta creando  a danno di quei contribuenti che pagheranno la Tasi entro giugno nei Comuni virtuosi, molti anche del Veneto, che hanno deliberato l’aliquota nei tempi corretti, rispetto ai contribuenti dei Comuni che non hanno ancora deliberato sulla Tasi e che potranno pagare l’imposta in autunno”.

L'ex presidente della Regione Veneto Giancarlo Galan, ora deputato di Fi, avrebbe ricevuto dal 2005 al 2011 da Giancarlo Mazzacurati presidente del Cnv, anche tramite l'assessore Renato Chisso, uno stipendio annuo di un milione di euro. Lo si legge nel capo d'accusa dell'ordinanza firmata dal gip di Venezia nell'inchiesta sul caso Mose. Da parte sua, Galan ha detto che chiederà di essere ascoltato il prima possibile con la certezza di poter fornire prove inoppugnabili della mia estraneità.

Il presidente del Veneto Luca Zaia ha annunciato nella conferenza stampa convocata in seguito all'arresto dell'assessore Renato Chisso e di tre dirigenti di aver sospeso le deleghe all'assesore e di aver sospeso i tre dirigenti implicati nell'inchiesta. Per loro "si applica la legge Severino", ha detto. Il Presidente ha parlato di "spaccato inquietante", per come emerge dall'indagine e di voler parlare presto con il Procuratore della Repubblica. Convocata per domani una Giunta.

E' iniziata a palazzo Balbi la conferenza stampa del presidente della Regione Veneto Luca Zaia, che come primo gesto ha tolto all'assessore Renato Chisso tutte le deleghe, in seguito all'arresto di quest'ultimo nelle indagini sul Mose.

Il Consiglio regionale Fism (Federazione italiana scuole materne), riunitosi a Padova il 28 maggio scorso, ha eletto  all'unanimità quale nuovo presidente della Fism Veneto il veneziano Stefano Cecchin, presidente di Fism Venezia, e quale vice presidente Milena Baghin di Vicenza. Ad entrambi il Consiglio ha rivolto un ringraziamento per aver accettato un incarico impegnativo, e ha rivolto l'augurio di un lavoro proficuo e sereno, con il supporto di tutti. Il neo eletto Direttivo regionale è composto dai Presidenti provinciali, più il Consulente Ecclesiastico (ad oggi non ancora nominato). Un particolare ringraziamento è stato espresso ad Ugo Lessio, presidente della Fism di Padova, e presidente regionale uscente, per quanto si è speso a favore di tutte le Scuole dell'Infanzia e i Nidi del Veneto.

Due giovani di 21 e 17 anni sono morti e altri sei sono rimasti feriti in un incidente stradale avvenuto alle prime ore di oggi a Mirano nel quale sono state coinvolte tre auto. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri due delle tre vetture, per cause in corso di accertamento, si sono scontrate frontalmente. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco e le ambulanze degli ospedali di Mestre e Mirano.

Il Treviso ha battuto 3-1 il Berdolino allo stadio Tenni e passa così dal campionato di Promozione a quello di Eccellenza. Si è trattato di una partita rocambolesca, nella quale i biancocelesti erano passati in svantaggio. Ottenuto il pareggio con Mensah solo al 94°, nei tempi supplementari è stata decisiva una doppietta di Viteri.

 Un ragazzo di 21 anni, Andrea Camerin, è morto oggi schiacciato dal carro sul quale si trovava, impegnato in un raduno di trattori a Codognè. Il giovane è scivolato ed è finito sotto le ruote del suo automezzo. Inutili i soccorsi e il trasporto all'ospedale di Treviso.

Sono liberi i due sacerdoti italiani Giampaolo Marta e Gianantonio Allegri, rapiti ad aprile in Camerun con la suora canadese Gilberte Bussier. I due sono attesi a Vicenza, dove ha sede la loro casa madre. Gioia è stata espressa dalla diocesi e da padre Federico Lombardi, che ha esortato a pregare per la pace in Africa e per le persone ancora vittime di violenze e sequestri. Ai due sacerdoti anche il saluto di Matteo Renzi e del ministro degli Esteri Federica Mogherini.
   

“L’incontro di preghiera per la pace, a cui il Santo Padre Francesco ha invitato i Presidenti di Israele, Shimon Peres, e della Palestina, Mahmoud Abbas, avrà luogo il giorno 8 giugno, Domenica, nel corso del pomeriggio, in Vaticano. Tale data è stata infatti accettata dalle due parti”. Lo rende noto la Sala stampa della Santa Sede.

Votato ieri al Sant’Artemio il Bilancio Consuntivo 2013. Con 15 voti a favore, 9 contrari e nessun astenuto il documento è passato in Consiglio Provinciale. “Un bilancio positivo nonostante le difficoltà economiche dell’Ente. Eppure anche quest’anno siamo riusciti a rispettare il Patto di Stabilità portando a casa comunque opere e impegni. E’ una grande soddisfazione perché ancora oggi dimostriamo di essere un Ente comunque attivo che ha saputo negli anni ben amministrare, realizzando opere importanti e progetti utili al territorio come anche quelli di politiche attive del lavoro. Infatti, ricordo che solo quest’anno siamo riusciti a stanziare la somma di 850mila euro per i lavoratori del territorio”, ha dichiarato il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro.

I carabinieri di San Donà di Piave hanno arrestato tre nigeriani responsabili di smercio continuato di marijuana.Gli stranieri sono stati raggiunti da una misura di custodia cautelare.L'indagine è iniziata nel 2013 con l'arresto di uno degli indagati mentre trasportava, in bici, un etto di marijuana e un altro kg è stato trovato nella sua casa.Da questo arresto l'Arma ha ricostruito l'attività dell'uomo e degli altri indagati che spacciavano ognuno 10 kg di marijuana a settimana.

Un pullman con a bordo una quarantina di bambini è uscito di strada nel bellunese,vicino a Feltre, ribaltandosi. Sono alcune decine i feriti e contusi, ma solo tre sono in gravi condizioni. Si tratta di una comitiva di 3 società di nuoto provenienti da Cavalese (Trento) e dirette a Lignano (Udine) per una gara. I feriti sono stati portati negli ospedali di Feltre, Belluno e Montebelluna. Secondo prime informazioni, l'autista avrebbe detto di aver avuto avvertito un problema mentre effettuava una frenata.

Il sindaco di Treviso Giovanni Manildo, accompagnato dal vicesindaco Roberto Grigoletto e dall'assessore ai servizi sociali Liana Manfio, ha fatto visita questa mattina al carcere di Santa Bona. Ad accogliere il primo cittadino il direttore dell'istituto penitenziario Francesco Massimo. "E' stata una visita importante ad una realtà della nostra città molto spesso dimenticata - commenta il sindaco di Treviso Giovanni Manildo -  il sovraffollamento è un problema reale anche per l'istituto trevigiano. E' però tangibile e importante il lavoro di rieducazione e reinserimento reso possibile dalla Direzione e dai molti e diversi laboratori della cooperativa Alternativa".

el mese di maggio l'indice della fiducia dei consumatori e' salito a 106,3 da 105,5 punti del mese di aprile. Lo comunica l'Istat. Si tratta del top dal gennaio 2010. La componente economica e quella personale aumentano; la prima in misura piu' consistente, raggiungendo il valore di 118,1 da 115,3, la seconda cresce a 102,0 da 100,6 del mese precedente. L'indice riferito al clima corrente aumenta a 104,6 da 101,6 mentre quello relativo alla componente futura diminuisce lievemente a 108,9 da 109,4. Riguardo alla situazione economica del Paese i giudizi sulle condizioni attuali migliorano (il saldo passa a -82 da -95), per le attese si rileva un peggioramento (il saldo passa a 11 da 14). Il saldo delle attese sulla disoccupazione e' in diminuzione (a 42 da 44 del precedente mese). I giudizi sulla situazione economica della famiglia non mutano lasciando il saldo ai livelli dello scorso mese (-52). Riguardo alle prospettive future, il relativo saldo si modifica leggermente passando a -5 da -6. Quanto al bilancio personale, il saldo che ne esprime il giudizio passa a -14 da -15. Le opinioni sull'opportunita' attuale di risparmio registrano un aumento (119 da 116 il saldo) e recuperano quelle sulle possibilita' future (-54 da -57 il saldo). Anche le valutazioni sull'opportunita' di acquisto di beni durevoli mostrano un miglioramento: il saldo passa a -70 da -76. Il saldo dei giudizi sull'andamento recente dei prezzi al consumo si conferma in diminuzione, scendendo a -4 da 3. Rimane stabile sui livelli dello scorso mese, infine, il saldo sull'andamento futuro dei prezzi (-33). A livello territoriale il clima di fiducia aumenta in tutte le ripartizioni fatta eccezione per il Mezzogiorno.

Domani, mercoledì 28 maggio, alle ore 9.45 circa atterrerà all'aeroporto di Ciampino, proveniente da Kinshasa (Congo), l'aereo con a bordo i bambini congolesi adottati da famiglie italiane. Ad accompagnare i bambini, in rappresentanza del governo italiano, sara' il ministro Maria Elena Boschi. Lo rende noto un comunicato stampa della Presidenza del Consiglio. Tra di loro, anche il piccolo Simòn, il bimbo congolese adottato dai coniugi di Preganziol, Francesca Bortolin e Marco Morandin,