Ultim'ora

Le Organizzazioni sindacali di categoria chiamano tutti i lavoratori delle catene Autogrill, Airest, Chef Express, Mc Donald’s e i lavoratori di agenzie di viaggi, bar e ristoranti del settore Turismo della Marca trevigiana allo sciopero nazionale per l’intera giornata e invitano a partecipare alla manifestazione regionale che si svolgerà domani, venerdì 16 maggio, all’interno dell’aeroporto Marco Polo di Venezia, dalle ore 10:00 alle ore 12:00, “Protestiamo – dicono i segretari generali di Filcams Cgil, la Fisacat Cisl e la Uiltucs Uil di Treviso con una nota congiunta - per rompere il silenzio e rivendicare a gran voce il rinnovo del loro Contratto Nazionale scaduto da un anno”. “Fino ad oggi Confcommercio e Confindustria hanno fatto di tutto per evitare un confronto vero con le Organizzazioni Sindacali, tanto che sono arrivati a chiedere l’azzeramento di salari e diritti quali scatti di anzianità e quattordicesima. Sul tavolo della trattativa – sottolineano Nadia Carniato della FILCAMS CGIL, Edoardo Dorella  della FISASCAT CISL e Massimo Marchetti della UILTUCS  di Treviso - pende la costante minaccia della disdetta e del recesso del contratto”. “Questo settore troppo spesso è caratterizzato da lavoro nero o sommerso, contratti di precariato e uso improprio dei voucher, anche per mansioni per le quali si richiedono professionalità elevate e specializzate. Per tutte queste lavoratrici e lavoratori il Contratto Nazionale resta l’unico strumento di tutela. Ci mobilitiamo - aggiungono Carniato, Dorella e Marchetti – per risolvere il nodo contrattuale e perché si crei buona occupazione nel settore".

Per 350 comuni del Veneto colpiti dagli eventi atmosferici di gennaio e febbraio è stata disposta la sospensione dei versamenti e degli adempimenti tributari fino al 31 ottobre 2014. A darne notizia, dopo aver ricevuto comunicazione ufficiale, è stato oggi il presidente della Regione in occasione dell’incontro con i giornalisti a Palazzo Balbi al termine della seduta di giunta. Possono beneficiare di queste disposizioni urgenti, contenute nella legge di conversione di un decreto del governo, le persone fisiche e i soggetti diversi dalle persone fisiche (vale a dire tutte le imprese) che alla data del 30 gennaio scorso avevano la residenza o la sede operativa nel territorio del comuni individuat

“E’ un riconoscimento importante – ha sottolineato il presidente – perché costituisce comunque un’agevolazione per tutti i nostri territori che hanno subito l’impatto del maltempo. Anche per quelli della montagna interessati da eccezionali nevicate. Naturalmente resta confermato il dossier sui danni subiti che abbiamo trasmesso al governo e quello che ci aspettiamo ora è un provvedimento per gli indennizzi”.

L’intervento agevolativo prevede la sospensione per i versamenti e gli adempienti tributari, inclusi quelli derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione e dagli atti previsti dall’art. 29 del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, scadenti nel periodo compreso tra il 17 gennaio ed il 31 ottobre 2014; per gli adempimenti e i versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria; per la notifica delle cartelle di pagamento e per la riscossione delle somme risultanti dagli atti previsti dallo stesso art. 29 del decreto-legge n. 78/2010 (convertito dalla legge n. 122/2010); per gli adempimenti verso le amministrazioni pubbliche effettuati o a carico di professionisti, consulenti e centri di assistenza fiscale che abbiano sede o operino nei territori coinvolti dagli eventi alluvionali, anche per conto di aziende e clienti non operanti nel territorio, nonché di società di servizi e di persone in cui i soci residenti nel territori colpiti dall’alluvione rappresentino almeno il 50 per cento del capitale sociale. Inoltre, è previsto che i titolari di mutui relativi a edifici distrutti o inagibili, anche parzialmente, o all’attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, hanno diritto a chiedere alla banche o agli intermediari finanziari la sospensione, fino al 31 dicembre 2014, delle rate.

L'elenco è consultabile nel sito della Regione Veneto.

“Per la leadership c’è una sola strada: il servizio”. Lo ha detto il Papa agli studenti dei Pontifici Collegi di Roma, incontrati oggi in Aula Paolo VI. Rispondendo a braccio alle domande, Francesco ha ricordato “un padre molto buono: la gente andava da lui tanto che alcune volte non riusciva a terminare tutto il breviario. E alla notte, andava dal Signore e diceva: ‘Ma Signore, guarda, non ho fatto la tua volontà, ma neppure la mia, ho fatto la volontà degli altri’. Così tutti e due, il Signore e lui, si consolavano”. “Il problema delle omelie noiose è che non c’è vicinanza”. Papa Francesco ha risposto così, a braccio, a una domanda sulle omelie, enunciando la sua tesi: “Proprio nelle omelie si misura la vicinanza del pastore con il suo popolo”. Servono, quindi, omelie brevi e concrete, che non siano “conferenze” ma partono dalla conoscenza delle persone a cui sono rivolte. Sul tema dell’omelia - ha detto - “dobbiamo andare avanti abbastanza, siamo in ritardo”. “È uno dei punti della conversione di cui oggi la Chiesa ha bisogno: aggiustare bene le omelie, perché la gente capisca”, ha concluso il Papa prima di congedarsi dagli studenti.

I carabinieri di Spinea (Venezia) hanno arrestato, in flagranza di reato, un tunisino di 30anni trovato in possesso di alcune dosi di eroina. I militari durante un controllo hanno fermato l'uomo che manifestando del nervosismo, all'alt, ha cercato di disfarsi di alcuni involucri con eroina che aveva addosso. Giudicato per direttissima l'uomo è stato condannato ad otto mesi di reclusione.

Il Veneto è al 14/mo posto in Italia per "povertà educativa" dei bambini e adolescenti. Lo indica la ricerca Save the Children "La Lampada di Aladino" che colloca il Veneto tra le regioni con le migliori performance - circa il 68% degli istituti ha la mensa, il 66% il certificato di agibilità - ma al di sotto degli standard europei con il 13% di bimbi in asili nido, il 21% di classi con tempo pieno alla scuola primaria, appena il 29,6% di minori che ha visitato un monumento.

La premier thailandese Yingluck Shinawatra è stata destituita per decisione della Corte costituzionale di Bangkok, che l'ha giudicata colpevole di abuso di potere in relazione al trasferimento di un alto funzionario poco dopo essere stata eletta nel 2011. Lo hanno appena annunciato i giudici della stessa Corte. Il governo di Yingluck - terzo premier dello stesso colore politico rimosso dai magistrati dal 2008 - potrà però rimanere in carica fino alla formazione di un nuovo esecutivo, ad eccezione dei ministri coinvolti (la maggior parte) nel trasferimento "incostituzionale" dell'ex capo del Consiglio di sicurezza nazionale, Thawil Pliensri.

Il governo era già considerato "ad interim" dal momento in cui il Parlamento fu sciolto dalla stessa Yingluck in dicembre, per andare a nuove elezioni il due febbraio. Quel voto, boicottato dall'opposizione e avvenuto in un contesto di pesante ostruzionismo da parte di una protesta anti-governativa ancora in piazza, è stato in seguito invalidato dalla Corte costituzionale, lasciando Yingluck in sostanza a capo di un governo con scarsi poteri. Nuove elezioni sono previste per il 20 luglio, anche se la data non è stata ancora ufficializzata.
  

Per il presidente del Veneto, Luca Zaia, è "scandaloso" che nel decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, con cui si dichiara lo stato di emergenza per il maltempo che ha colpito il Veneto a febbraio e marzo, non ci sia un euro per il ristoro del danni subiti e stimati in almeno 550 milioni. "Se qui in Veneto lo Stato è visto come un nemico, - osserva Zaia - la colpa non è nostra. E' colpa dello Stato che si comporta come un nemico".

Carlo Viel è stato rieletto all’unanimità Segretario generale della UIL di Treviso e Belluno per il prossimo quadriennio 2014-2018 al termine del 1° Congresso Territoriale, dopo l’unione delle segreterie delle due province venete avvenuta lo scorso anno, i cui lavori si sono tenuti nella giornata di oggi a Treviso alla presenza del Segretario Regionale della UIL Gerardo Colamarco e del Segretario Confederale UIL Carlo Fiordaliso. Con Viel nell’ufficio di segreteria entrano: Stefano Bragagnolo (Uilm metalmeccanici), Rosario Martines (Uiltec tessili energia chimica), Sergio Tonellato (Uil Pensionati), Monica Camerotto (Pari opportunità) e Pino Morgante (Uil Scuola).

Tornano a partire da stasera le proiezioni dell’ottava edizione del progetto “La Regione Veneto per il Cinema di Qualità. I martedì al Cinema”, organizzata dalla Regione in partnership con la Federazione Italiana Cinema d’Essai (FICE) delle Tre Venezie, l’Associazione Generale Italiana dello Spettacolo (AGIS) delle Tre Venezie e con il sostegno di Alì Aliper. La scelta di proseguire ulteriormente con gli appuntamenti della rassegna, per la prima volta, anche nel mese di maggio – spiega il vicepresidente della giunta veneta e assessore alla cultura e allo spettacolo - nasce dagli ottimi risultati di pubblico ottenuti, sia nel mese di novembre 2013 sia a marzo 2014, che hanno confermato la validità della formula scelta per promuovere il cinema di qualità all'interno delle sale d’essai del territorio. ”I martedì al cinema” si articola in un calendario di film con un biglietto d’ingresso del costo di soli tre euro.

In programma ci sono i film “The Grand Budapest Hotel" di Wes Anderson; "La sedia della felicità" di Carlo Mazzacurati; "Vivo e veneto" di Francesco Bovo e Alessandro Pittoni; "Il pane a vita" di Stefano Collizzolli; "Allacciate le cinture" di Ferzan Özpetek; "I segreti di Osage County"di John Wells, “Yves Saint Laurent” di Jalil Lespert; “Belle & Sébastien” di Nicolas Vanier; “In solitario” di Christophe Offenstein; “Gigolò per caso” di John Turturro, “Giovane e bella” di François Ozon, “Tracks - Attraverso il deserto” di John Curran, "Lei" di Spike Jonze, "Un fidanzato per mia moglie" di Davide Marengo, "A proposito di Davis" di Joel e Ethan  Coen, "12 anni schiavo" di Steve McQueen, "Hannah Arendt" di Margarethe von Trotta, "Transcendence" di Wally Pfister, "Brick Mansions" di Camille Delamarre, Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve" di Felix Herngren, "Nut Job - Operazione noccioline" di Peter Lepeniotis; "Nymphomaniac Vol.2" di Lars von Trier; "Noah" di Darren Aronofsky.

Le sale cinematografiche che aderiscono al progetto sono: “Italia” a Belluno; “Esperia”, “Multisala Astra” e “Multisala PortoAstra” a Padova; “Multisala Cinergia” a Rovigo e “Politeama” a Badia Polesine; “Multisala Corso” a Treviso, “Cristallo” a Oderzo e “Multisala Italia” a Montebelluna; per la provincia di Venezia il “Cinema Teatro Mirano” a Mirano, il “Dante” a Mestre, il “Cinema Oratorio” a Robegano, il “Multisala Astra” al Lido di Venezia e il “Multisala Verdi” a Cavarzere; l’“Alcione” e il “Multisala Rivoli” a Verona, il “Cineteatro Peroni” a San Martino Buon Albergo; l’“Araceli”, il “Multisala Leone XIII”, il “Cinema Odeon” e il “Multisala Roma” a Vicenza, il “Multisala Metropolis” e il “Multisala Martinovich” a Bassano del Grappa,

Ogni settimana sarà possibile verificare quali sono i film in programmazione sul sito internet www.spettacoloveneto.it.

E’ atterrato di buon mattino all’aeroporto Canova di Treviso il volo che ha portato in Veneto 8 pazienti ucraini, la maggior parte dei quali feriti negli scontri in corso nel loro Paese, che saranno curati negli ospedali veneti, dopo che il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, ha accolto la richiesta fattagli dal Console Generale di Ucraina a Milano nel corso dell’incontro bilaterale del 21 marzo scorso. Appena sbarcati i feriti sono stati presi in carico dagli equipaggi messi a disposizione dal Suem 118 della Regione e trasportati negli ospedali che si prenderanno cura di loro. Ad accoglierli c’era il Console Onorario di Ucraina per il Triveneto Marco Toson. "A seguito degli scontri di Kiev sono più di 600 i feriti che hanno bisogno di essere curati e il nostro territorio scende in campo per fare la sua parte. Sono persone che hanno riportato ferite da arma da fuoco, fratture, danni all’udito e alla vista" afferma Toson, che con il Consolato, che ha sede a Capriccio di Vigonza, fa da riferimento per i circa ventimila ucraini presenti nel Triveneto “insieme al gruppo accolto dalla regione Trentino Alto Adige, sono oggi venti i cittadini ucraini in cura nel nord est”.

Le strutture che cureranno i feriti sono l’Ircss San Camillo di Venezia; la Casa di Cura Villa Salus di Mestre; l’Ospedale di Negrar (Verona); la Casa di Cura di Abano (Padova); la Casa di Cura Pederzoli di Peschiera (Verona); l’Ospedale Cà Foncello di Treviso; l’Ospedale all’Angelo di Mestre; l’Azienda Ospedaliera di Padova.

Dal prossimo 18 maggio entrerà in servizio il Treno Regionale R11070 con partenza da Padova alle 22,46 e arrivo a Montebelluna alle 23,30. Fino al 7 giugno, nella tratta Padova – Castelfranco effettuerà la sola fermata intermedia di Camposampiero, mentre dall'8 giugno effettuerà anche tutte le fermate intermedie tra Padova e Camposampiero, cosa non praticabile fino a quella data, con conseguente posticipo dell'arrivo a Montebelluna. Sarà comunque garantito il servizio per le fermate intermedie: dal 18 maggio al 7 giugno, infatti, il servizio automobilistico di linea attualmente esistente tra Padova e Castelfranco Veneto circolerà con orari invariati e periodicità estesa anche ai giorni festivi. Il bus cesserà definitivamente di circolare dall’8 giugno.

Due amici di papa Francesco dai tempi dell’Argentina lo accompagneranno nel suo pellegrinaggio in Terra Santa. A renderlo noto oggi è il sito ufficiale del viaggio, http://popefrancisholyland2014.lpj.org, che informa che “i due saranno presenti in momenti diversi del pellegrinaggio”. Si tratta del rabbino Abraham Skorka, rettore del seminario rabbinico di Buenos Aires, e Omar Abboud, ex segretario generale del centro islamico in Argentina. Il rabbino ha già collaborato con l’allora arcivescovo Bergoglio come coautore di un libro, frutto del programma televisivo che conducevano insieme discutendo di come cristiani ed ebrei affrontino le questioni che il mondo moderno pone loro.

“Vanità, potere, soldi”. Tre falsi motivi per seguire Gesù. Ne ha parlato il Papa, nell’omelia della Messa celebrata oggi a Santa Marta, prendendo come al solito lo spunto dal Vangelo del giorno. “La vanità non fa bene”, ha detto osservando che “alcune volte, noi facciamo cose cercando di farci vedere un po’, cercando la vanità. È pericolosa, la vanità, perché ci fa scivolare subito sull’orgoglio, la superbia”. Ecco, allora, la domanda da porsi: “Io, come seguo Gesù? Le cose buone che io faccio, le faccio di nascosto o mi piace farmi vedere?”. Un monito, questo, valido anche per “noi pastori”, perché “un pastore che è vanitoso non fa bene al popolo di Dio”: può essere prete o vescovo, ma “non segue Gesù” se “gli piace la vanità”. L’altra cosa che Gesù rimprovera a quelli che lo seguono è il potere: il “caso più chiaro” di coloro che “cercano il potere” è quello di Giovanni e Giacomo,”. “E nella Chiesa ci sono arrampicatori!”, ha esclamato il Papa: “Ci sono tanti, che bussano alla Chiesa per... Ma se ti piace, vai a Nord e fai l’alpinismo: è più sano! Ma non venire in Chiesa ad arrampicarti!

Un milione di euro dai fondi derivanti dall’otto per mille. È quanto disposto dalla presidenza della Conferenza episcopale italiana “come prima risposta solidale” all’alluvione che ha colpito le Marche. “La zona maggiormente colpita - si legge in una nota diffusa dall’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della Cei - coincide con la diocesi di Senigallia, dove alle due vittime si aggiungono oltre 300 sfollati; ingenti i danni alle attività produttive con fabbriche, laboratori e campi allagati. La Caritas, su indicazione del vescovo, monsignor Giuseppe Orlandoni, e d’intesa con le autorità locali, ha attivato in città due punti di pronta accoglienza e preparazione pasti: a nord presso l’ex-seminario, a sud nella Casa San Benedetto. Caritas Italiana, in costante collegamento con la Chiesa locale, si è prontamente messa a disposizione per un pieno supporto e ha destinato un primo contributo per gli interventi immediati in favore della popolazione colpita”.

Vicinanza all’Azione Cattolica “legata soprattutto al fatto che anch’io provengo dall’Azione Cattolica”, “esperienza che ha segnato profondamente la mia vita e la mia formazione”. A esprimerla è stato il segretario di Stato vaticano, cardinale Pietro Parolin, che questa mattina a Roma ha celebrato la Messa per i 1.200 partecipanti all’assemblea nazionale dell’associazione. Un lavoro “frutto del dialogo e del confronto”, che permette di tornare nelle diocesi e nelle parrocchie portando “una speranza nuova e rinnovate motivazioni per essere Azione Cattolica, con la Chiesa tra la gente”. Il presule ha quindi ricordato all’Ac l’invito del Papa di “uscire verso le periferie esistenziali”. “Apritevi ancora di più - ha detto - alla condivisione con la gente delle vostre parrocchie, con i poveri soprattutto. Tenendo sempre aperto l’orizzonte della vostra azione, sia a livello parrocchiale e diocesano, sia a livello internazionale, nelle Chiese locali di diversi Paesi dove c’è bisogno di laici che sappiano dedicarsi con corresponsabilità, insieme ai Pastori, alla costruzione della Chiesa”.

Il dono dell’intelletto “ci fa capire le cose come le capisce Dio, con l’intelligenza di Dio”. Lo ha detto il Papa, che nell’udienza di oggi ha ripreso il ciclo di catechesi sui sette doni dello Spirito Santo, soffermandosi - dopo la prima catechesi dedicata al dono della sapienza - sul dono dell’intelletto. “Non si tratta dell’intelligenza umana, della capacità intellettuale di cui possiamo essere più o meno dotati”, ha esordito il Papa: “È invece una grazia che solo lo Spirito Santo può infondere e che suscita nel cristiano la capacità di andare al di là dell’aspetto esterno della realtà e scrutare le profondità del pensiero di Dio e del suo disegno di salvezza”. L’esempio citato è la lettera ai Corinzi, in cui san Paolo “descrive bene gli effetti di questo dono, cosa fa questo dono dell’intelletto in noi: ‘Quelle cose che occhio non vide, né orecchio udì, né mai entrarono in cuore di uomo, Dio le ha preparate per coloro che lo amano. Ma a noi Dio le ha rivelate per mezzo dello Spirito’”. “Questo, ovviamente - ha spiegato il Papa - non significa che un cristiano possa comprendere ogni cosa e avere una conoscenza piena dei disegni di Dio”, ma che l’intelletto permette di “leggere dentro”.

Il presidente del Veneto, Luca Zaia, portera' le commesse della regione che protestano per le aperture domenicali dal premier Matteo Renzi, ''come mi hanno chiesto''. Zaia dice di concordare con questa protesta e riferisce ai giornalisti, che incontra dopo la seduta di giunta, che in passato la Regione aveva cercato di varare una norma sulle aperture festive dei grandi centri commerciali, senza riuscirci a seguito della liberalizzazione decisa in ambito europeo. ''Per me - ha proseguito Zaia - non e' assolutamente necessario aprire: il punto di equilibrio e' che i centri commerciali restino chiusi la domenica. Se si da' a questi centri anche una valenza sociale, qui in Veneto abbiamo la possibilita' di compensare con la montagna, la collina o le piste ciclabili. Anche perche' ritengo che, ai bambini, faccia maglio una boccata d'aria piuttosto che una giornata al centro commerciale come centro del mondo''.

Gli Stati Uniti stanno per perdere il loro primato e si apprestano a consegnare alla Cina lo scettro di prima economia al mondo. Un sorpasso che avverra' molto prima del previsto 2019, forse gia' quest'anno. E' quanto emerge - riporta il Financial Times - da uno studio dell'International Comparison Program della Banca Mondiale, aggiornato per la prima volta dal 2005. Gli Stati Uniti perderanno il primo posto che detengono dal 1872, quando avevano superato la Gran Bretagna. India al terzo posto.

Secondo lo studio, al 2011 il pil cinese e' pari all'87% di quello americano: per il 2011 ''gli Stati Uniti restano la prima economia al mondo, seguita da vicino dalla Cina'' se il calcolo viene effettuato sul costo della vita reale, ovvero sulla parita' dei poteri d'acquisto (purchasing power parity, PPP). L'India si afferma come terza economia al mondo e la top-12 include anche Russia, Brasile, Indonesia e Messico. I paesi piu' ricchi al mondo, comunque, continuano a rappresentare il 50% del pil mondiale nonostante abbiano solo il 17% della popolazione globale.

Gli Usa hanno imposto "nuove sanzioni mirate" a diverse personalità e aziende russe e restrizioni ad alcune esportazioni Usa in Russia. Lo rende noto la Casa Bianca, precisando che le sanzioni prendono di mira alcune personalità tra cui l'amministratore delegato di Rosneft, Igor Sechin. Gli altri sono: Oleg Belavencev, Serghiei Shemezov, il vicepremier Dmitri Kozak, Ievghieni Murov, Aleksiei Pushkov e Viaceslav Volodin. La misura riguarda anche 17 aziende collegate alla cerchia di Putin. Pronta la reazione di Mosca: "risponderemo"

Quelle di Silvio Berlusconi sono "affermazioni talmente assurde che il governo tedesco non le commenta". Lo ha detto il portavoce di Angela Merkel, Steffen Feibert, rispondendo ad una domanda in conferenza stampa a Berlino. "Con l'Italia abbiamo un rapporto stretto e di amicizia" ha aggiunto Seibert.

"Le dichiarazioni di Berlusconi mi hanno nauseato. Gli chiedo di ritirarle immediatamente e scusarsi con i sopravvissuti dell'olocausto e con i cittadini della Germania". Così Jean Claude Juncker, candidato Ppe alla presidenza della Commissione europea, sulle parole dell'ex premier sui lager che per i tedeschi non sarebbero mai esistiti.

“La guarigione del piccolo Alberto è intimamente legata al reperimento di un donatore di midollo compatibile, ma la speranza non ha confini e la gara di solidarietà in atto da parte di tante persone è da un lato garanzia che si sta facendo ogni sforzo, dall’altro straordinaria dimostrazione di solidarietà”. Con queste parole il presidente della Regione del Veneto, che tempo addietro aveva lui stesso lanciato un appello in questo senso, sottolinea la risposta eccezionale arrivata dalla gente: sono infatti già 100 le persone che si sono fatte avanti per far verificare la loro compatibilità ed effettuare eventualmente la donazione ad un bambino di sei anni di Conegliano affetto da una grave forma di leucemia e ricoverato a Padova in attesa di un trapianto di midollo. “Una generosità che, ci auguriamo tutti con tutto il cuore, può aiutare a salvare una piccola vita, ma che costituisce anche – conclude il Presidente – un grande esempio che travalica i confini di un territorio per tramutarsi in insegnamento di impegno civile”.

La Russia è pronta a rispondere alla crisi ucraina come ha già fatto in Georgia nel 2008 se i suoi interessi saranno attaccati. Lo ha affermato il ministro degli Esteri di Mosca, Serghiei Lavrov. Nell'estate del 2008 si svolse una guerra di pochi giorni tra Russia e Georgia. Lavrov ha accusato gli Stati Uniti di guidare le scelte delle nuove autorità filo-occidentali di Kiev nella crisi ucraina: "Non c'è ragione per non credere che gli americani stiano conducendo lo spettacolo".

''Da anni l'Italia e' ferma nella palude'' ma ''sulle riforme costituzionali siamo veramente a un passo da un risultato storico. Fare questo ultimo miglio e' fondamentale anche per dare una risposta al gesto di generosita' del Presidente Napolitano''. Lo afferma in una lettera al Corriere della Sera il ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi. Il ministro divide il testo all'esame del Senato in tre capitoli. Il primo e' l'abolizione del Cnel, il secondo e' la presa d'atto ''del fallimento della riforma del Titolo V'' e il chiarimento delle responsabilita' tra Regioni e Stato. Il terzo e' il Senato, la cui rimodulazione ha ''una maggioranza ampia'' che ''concorda sul superamento del bicameralismo perfetto''. Ancora, scrive Boschi, ''una maggioranza schiacciante ha dato la disponibilita' a individuare nel Senato un luogo alto di confronto sulle relazioni con l'Europa e con i territori, incentrando la composizione dell'Aula su rappresentanti di Regioni e Comuni, integrati da personalita' individuate dal Presidente della Repubblica, senza alcuna indennita'''. In questo scenario, sono parole del ministro, ''insistere per l'elezione diretta di una piccola parte dei senatori assume le caratteristiche piu' di un tentativo di bloccare la riforma che non l'affermazione di un valore imprescindibile. Il fatto che la proposta venga da parte della minoranza interna del Pd e' poi particolarmente stupefacente, essendo proprio la minoranza Pd quella che ha chiesto e ottenuto alla Camera di eliminare dall'Italicum ogni riferimento alla legge elettorale del Senato proprio in forza dell'assunto per il quale il Senato non sarebbe mai stato elettivo''. (red-fd)

Papa Francesco interverrà "ogni volta che la pace è minacciata": lo farà "agendo con la parola" ma anche "con la sua eventuale presenza, magari improvvisata, sui luoghi dei conflitti". Come Roncalli e Wojtyla, inoltre, mostrerà che "la Chiesa si preoccupa non soltanto dei suoi problemi interni ma di quelli dell'umanità", specialmente di chi "è vittima di violenza ed emarginazione". Così il card. Pietro Parolin, intervistato per il libro "I Papi della pace" di Nina Fabrizio e Fausto Gasparroni.

Dieci persone, tra cui due bambini, sono rimaste ferite stamane nel ribaltamento di un furgone in viaggio la corsia est (verso Trieste) della A4, il cosiddetto 'Passante', vicino Casale sul Sile. Il mezzo, un Renault 'Master', aveva a bordo 15 cittadini romeni. L'incidente è stato provocato dallo scoppio di pneumatico. Le condizioni più serie sono quelle dei due bimbi. I feriti sono ricoverati negli ospedali di Treviso, Mestre e Mirano. Sul posto la Polstrada, il Suem e i vigili del fuoco.

Ingente furto di gioielli in un lussuoso appartamento di Prato della Valle, a Padova. A farne le spese un noto architetto che si è ritrovato un paio di giorni fa l'immobile completamente ripulito di preziosi e orologi di grande pregio. Il bottino, secondo una prima stima, ammonterebbe a 500mila euro. I carabinieri stanno indagando sul fatto. Non sarebbero stati trovati segni di effrazione su porte o finestre.

Marco Airoldi sarà il nuovo amministratore delegato di Benetton Group. Lo annuncia l'azionista Edizione srl in una nota. Il manager, spiega, verrà indicato nell'assemblea degli azionisti dell'8 maggio al rinnovo del Cda, in scadenza con l'approvazione del bilancio 2013.

In termini macroeconomici, le rimesse - il denaro spedito nel Paese di provenienza - dei migranti presenti in Italia costituiscono un importante fattore di sviluppo e di cooperazione ma risultano in calo nel 2013. E' quanto emerge da una ricerca della Fondazione Moressa che registra un dato assoluto di rimesse per 5,5 mld di euro pari ad un -20% sul 2012. Le maggiori rimesse sono indirizzate verso la Cina, seguita da Romania (15,7%) e Bangladesh (6,3%).