Ultim'ora

Secondo il report elaborato da Demoskopica sulla base dell'Ips (Indice di performance sanitaria), la sanitàdel Veneto è al terzo posto a livello nazionale dopo quella di Emilia-Romagna e Marche, e subito prima di Toscana, Umbria e Lombardia. Proprio quest'ultima e' l'unica Regione tra quelle considerate "sane", ovvero con una buona performance sanitaria, ad aver perso posizioni rispetto al 2016, passando dal secondo al sesto posto. Il Veneto, al contrario, ha guadagnato ben sette posizioni.

Alcuni comuni nei dintorni di Asolo sono stati interessati, questa mattina, da un lieve evento sismico classificato come "di assestamento" e di intensità valutata attorno al grado 3.0 della scala Richter. Non si è reso necessario alcun intervento da parte dei vigili del fuoco i quali si sono limitati ad un confronto con i tecnici comunali e non si registrano danni a strutture. A titolo precauzionale l'attività in varie scuole ed in alcuni uffici pubblici è stata interrotta per alcuni minuti ed è quindi ripresa nella normalità.

«Desidero esprimere alla Presidente Maria Elisabetta Alberti Casellati l’emozione e l’orgoglio per questa elezione che porta per la prima volta una donna alla Presidenza del Senato, scegliendo una personalità di riconosciuto rigore, competenza, senso delle istituzioni e una concittadina padovana. Un onore e una responsabilità, come ha detto la stessa Presidente Casellati, che ci sentiamo di condividere con lei come comunità civile padovana assicurandole il massimo sostegno». Così il presidente di Unindustria Padova Massimo Finco.

Due campani sono stati arrestati dai carabinieri di Bassano del Grappa per una serie di truffe ad anziani di tutta Italia che hanno portato ad un bottino di oltre 100 mila euro. Più di 30 i casi di cui i militari dell'Arma si sono occupati e che hanno visto i due indagati agire con la tecnica dei falsi avvocati su casi di incidenti stradali che vedevano il coinvolgimento di parenti delle vittime truffate in Veneto, Marche, Lombardia, Emilia Romagna e in altre regioni tra l'ottobre 2017 e oggi.

Col voto del 4 marzo, "un vero e proprio spartiacque", gli "elettori hanno premiato straordinariamente le formazioni politiche che hanno espresso posizioni di vera e propria rottura rispetto al passato", dice il presidente Emerito della repubblica Giorgio Napolitano presiedendo la prima seduta del Senato nella XVIII legislatura. Lo squilibrio sociale, dice Napolitano è stato in grado di "generare la dilagante ribellione nelle regioni meridionali" espressa nel voto. "Sono stati condannati in blocco i circoli dirigenti e i gruppi da tempo stancamente governanti in quelle regioni", aggiunge.

Venezia sosterra' la candidatura per le Olimpiadi invernali in Veneto del 2026. "Assolutamente si'", conferma il sindaco Luigi Brugnaro a margine del coordinamento delle Citta' metropolitane che si e' svolto a Firenze. "Le Olimpiadi- aggiunge- sono un momento di pace, sono sempre una bella idea, un bel momento". Per questo se il Veneto non la dovesse spuntare "comunque sosterremo le Olimpiadi in Italia"

 "Tutto il mio personale appoggio – afferma il presidente Mario Pozza - e  così del sistema camerale veneto e della Camera di Commercio di Treviso – Belluno che presiedo, al Governatore Zaia per la candidatura del Veneto alle Olimpiadi invernali del 2026. Nelle occasioni d’incontro che si stanno prospettando, nella quotidiana vita amministrativa, già fervono  idee, proposte e  tematiche per iniziare un piano d’azione. Ciò significa lavorare già per l’economia di un territorio vasto con una visione che non considera i confini o le singole valli, ma ritiene che i grandi eventi siano una enorme opportunità per tutti anche per smuovere vecchi modi di pensare o addirittura l’immobilismo degli anni passati che in alcuni vertici resiste e che ha penalizzato l’economia di Belluno".

“Cogliamo con piacere  la notizia dell'approvazione dello stato di emergenza sulla questione dell'inquinamento da Pfas e della nomina di un commissario straordinario con poteri appropriati necessari per intervenire nella vicenda in maniera efficace". Lo afferma in una nota Legambiente del Veneto, la quale auspica che il Commissario, "prosegua l'ottimo lavoro messo in campo dall'attuale direttore di Arpav Nicola Dell'Acqua che ha coordinato il tavolo di lavoro, purtroppo fino ad oggi, senza nessun potere straordinario e soggetto a ricorsi e rimpalli di responsabilità che si sarebbero dovuti evitare".

Lo stop alle medicine di gruppo integrate con ambulatori aperti 12 o 24 ore al giorno imposto alla Regione Veneto dal ministero dell'Economia e ripreso dalla Corte dei conti "e' il fallimento del Piano sociosanitario". Lo afferma parlando alla "Dire" il consigliere regionale Claudio Sinigaglia (Pd), vice presidente della commissione Sanita'. Cosi' fallisce "il potenziamento del territorio da parte della giunta", continua il dem.

Un camion si è rovesciato all'ingresso dell'autostrada A4 nel comune di Grisignano di Zocco (Vicenza) mentre stava affrontando la rampa di accesso in direzione Milano. I due occupanti sono rimasti feriti ma non sarebbero in pericolo di vita. A renderlo noto i vigili del fuoco accorsi sul posto su segnalazione di colleghi in transito lungo l'autostrada. La squadra del comando di Vicenza ha messo in sicurezza il mezzo, con targa ungherese, mentre i due feriti sono stati presi in cura dal personale del Suem 118 per essere portati in ospedale.

Questa mattina, presso la comunità sacerdotale della Casa del Clero, è morto don Franco Zanon, già parroco di Scorzè. Le esequie, presiedute dal vescovo Gianfranco Agostino Gardin, saranno celebrate presso la chiesa parrocchiale di Paese, lunedì 5 marzo alle ore 10,30.

Erano le 22.00 di ieri sera quando gli agenti in borghese della Polizia Locale notano una cessione di stupefacente in via Roma. Intervenuti gli agenti hanno bloccato acquirente e pusher, mentre quest'ultimo tenta di fuggire e colpisce più volte gli uomini della locale che comunque riescono ad immobilizzare lo straniero.
Tolto il cappuccio dal volto dell'uomo, la polizia locale scopre che il pusher è W. M. richiedente asilo quarantenne, precedentemente ospitato presso un centro accoglienza della città ma ora allontanato dal sistema di  accoglienza. L'uomo poche settimane prima era stato colto sempre dalla Polizia Locale, nel medesimo luogo mentre vendeva dosi ad un altro italiano. Questo gli era costato l'arresto e la mattina successiva era stato giudicato per direttissima, condannato a 12 mesi con pena sospesa e quindi rimesso il libertà.

Sono stati uccisi i due anziani, marito e moglie settantenni, trovati morti nel giardino della loro casa - non all'interno come appreso in un primo tempo - in una zona isolata di Cison di Valmarino (Treviso). L'ipotesi del duplice omicidio è stata confermata dagli investigatori. I corpi di entrambi, in particolare quello della donna, presentavano numerose ferite inferte con un corpo contundente e con un'arma da taglio, probabilmente un pugnale, che non è stato ritrovato. A trovare i corpi è stata una figlia dei due anziani.

Strade del territorio sandonatese sostanzialmente sgomberate dalla neve già nel primo pomeriggio, sia in centro come nelle frazioni. E nessun particolare problema alla viabilità ma solo i normali disagi connessi a una nevicata, sia in centro come nelle frazioni. Strade sostanzialmente sgombrate dalla neve grazie all'intervento, sin dalla primissima mattina, di personale del Comune, di Veritas, della Protezione Civile e, soprattutto nelle frazioni, di ditte esterne dotate di mezzi spargisale, per un totale di circa 40 persone.

Sono finora 135 (e 50 quelli previsti entro questa sera) i quintali di sale sparsi nelle strade del territorio comunale di Montebelluna sotto il coordinamento del Servizio di Viabilità ed in collaborazione con la Protezione civile. Viste le previsioni nevose, fin dalla serata di ieri, mercoledì 28 febbraio, è stato attivato il Piano neve che ha visto interventi di spargimento materiali antisdrucciolo nella zona collinare, sul Montello e a Mercato Vecchio, da parte di due mezzi della ditta esterna incaricata.
Quindi, nelle prime ore del mattino di oggi, dalle 7.00 circa, le operazioni di spargimento di sale sono state avviate nella zona ospedale, nel Put e nelle arterie principali del centro mettendo in sicurezza gran parte del territorio comunale.

La rete di comunicazione ha funzionato: è infatti arrivata con il necessario preavviso la comunicazione da parte di Trenitalia della soppressione di uno dei treni sulla tratta Lancenigo-Treviso, utilizzato dagli studenti abbonati Mom. L'azienda ha provveduto a inviare sul posto i bus sostitutivi in tempo utile per l'uscita da scuola. L'azienda fa presente che ci sono stati anche alcuni disagi. A causa delle condizioni del manto stradale, specie nella viabilità minore e in pedemontana, si sono verificate alcune problematiche. Ad esempio mezzi bloccati per incidenti, dovuti ad autoveicoli che si sono in traversati, occupando la carreggiata. Unica problematica da segnalare sulla linea 112, da Montebelluna a Trevignano: nell'incrociare un mezzo pesante che proveniva nella direzione opposta, il bus ha accostato verso il ciglio rimanendo bloccato a lato della strada.

Continua il lavoro dei volontari della protezione civile e degli operai del settore lavori pubblici del Comune di Treviso. “Abbiamo fatto una ricognizione dell’intero territorio comunale, centro e quartieri e posso dire con piacere che tutte le vie principali sono libere e pulite – fa sapere l’assessore Ofelio Michielan - Da questa notte i mezzi sono attivi e hanno sparso per le vie della città decine di quintali di sale dei 500 che abbiamo a disposizione.

Domani, mercoledì 28 febbraio 2018, alle ore 12.30 a Roma, presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, a Palazzo Chigi, il presidente della Regione Luca Zaia firmerà il pre-accordo quadro per l’autonomia del Veneto in attuazione dell’articolo 116, terzo comma, della Costituzione. Per il Governo ci sarà il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.

In riferimento alla situazione meteorologica attesa sul territorio, sulla base delle previsioni meteo elaborate dall’Arpav, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione Veneto ha dichiarato lo Stato di Attenzione per neve, da riconfigurare, a livello locale, in pre allarme o allarme a seconda dell’intensità delle nevicate, dalla mezzanotte di domani alle 14 di venerdì 2 marzo 2018.

E’ in arrivo anche in Veneto una ondata di freddo siberiano. Il Centro decentrato della Protezione civile regionale, viste le previsioni meteo del centro Arpav che segnalano un significativo abbassamento delle temperature in Veneto da domenica sino a tutta la giornata di mercoledì 28, accompagnato anche da forti venti nordorientali in particolare nelle giornate di domenica e lunedì, avverte tutti gli enti interessati ad attivare le misure di emergenza.

21mila nel 1999. Poco più di 7mila500 nel 2017. Meno 64,3% in 18 anni. E’ questo il traguardo straordinario raggiunto dalle imprese artigiane venete in materia di prevenzione degli infortuni sul lavoro. I dati di fonte Inail sono elaborati dall’Ufficio Studi Confartigianato Imprese Veneto: negli ultimi 18 anni (1999- 2017), in Veneto, gli infortuni sul lavoro nell’artigianato sono calati del 64,3 per cento, da 20.906 a 7.558.

Anche i trattori degli agricoltori della Coldiretti sono stati mobilitati come spalaneve per pulire le strade e come spandiconcime per la distribuzione del sale contro il pericolo del gelo. Cosi' la Coldiretti in riferimento all'ondata di maltempo che sta facendo tornare l'inverno nella Penisola con freddo e neve. I mezzi agricoli sono al lavoro per consentire la circolazione anche nelle aree piu' interne e difficili ed evitare l'isolamento di case e aziende ma anche garantire le consegne di prodotti deperibili come il latte.

I carabinieri di Spinea hanno arrestato un uomo del Bangladesh per aver picchiato e minacciato moglie e figlia di 10 anni. Lo straniero avrebbe avuto comportamenti violenti e vessatori nei confronti della moglie umiliata e percossa a più riprese (anche quando era incinta), indotta a non fare denuncia, a subire rapporti sessuali.L'Arma ha scoperto che anche la figlia aveva subito violenze fisiche e psicologiche. Vista la gravità della situazione sono state trasferite donna (finita in ospedale) e figlia in una comunità protetta.

“Bene lo stop alle speculazioni sui nuovi vigneti con una soglia massima di 50 ettari per i nuovi impianti e la garanzia di una quota minima compresa tra 0,1 e 0,5 ettari a tutti i richiedenti, qualora le domande ammissibili dovessero risultare superiori alla superficie messa a disposizione”. E’ quanto afferma Walter Feltrin, presidente di Coldiretti Treviso rispetto al nuovo decreto del Ministero delle Politiche Agricole che fissa un limite per ciascuna domanda di autorizzazione a nuovi impianti viticoli, ovvero alle licenze necessarie per impiantare vigneti. “La soglia di 50 ettari – aggiunge Feltrin - potrà essere ulteriormente ridotta dalle singole Regioni per tenere conto delle esigenze proprie del territorio. Si tratta di una misura fortemente sostenuta da Coldiretti sin dal suo primo anno di applicazione nel 2016”.

"Apprendiamo senza sorpresa le notizie che vedono a rischio la candidatura del territorio delle colline del Prosecco a patrimonio dell'umanità: Legambiente da sempre sostiene che senza tutela della salute e dell'ambiente il concetto di bellezza sotteso dal territorio è svuotato di vero significato", si legge in un comunicato di Legambiente nazionale sul rischio bocciatura della candidatura. "Siamo stati consultati tempo fa, come le altri parti sociali, e abbiamo fatto presente il grave problema della tutela della salute dei cittadini e dell'ambiente dall'impiego massiccio della chimica nei campi, ma pare che non siamo stati ascoltati. Ora da Icomos, l'ente incaricato alla redazione del dossier di valutazione Unesco, arriva un segnale chiaro".

Grazie a CartaCarbone festival, vent'anni dopo l'ultima esibizione, mercoledì 21 marzo 2018 alle 21.00, Marco Paolini tornerà al Comunale - che nel frattempo, nel 2011, è stato intitolato a Mario Del Monaco - con il suo ultimo lavoro: "Le avventure di Numero Primo", tratto dal monolgo scritto assieme a Gianfranco Bettin e pubblicato da Einaudi. Prodotto da Michela Signori per Jolefilm, lo spettacolo "è un racconto teatrale, e un romanzo, una scusa per porsi delle domande nel presente, senza la pretesa di leggere il futuro". Le musiche sono composte ed eseguite da Stefano Nanni, con Mario Brunello al cello e il Coro Giovanile Città di Thiene. La prevendita dei biglietti per lo spettacolo aprirà martedì 20 febbraio al Teatro Comunale con le consuete modalità e orari: di persona dal martedì al venerdì dalle 10 alle 14 e il sabato dalle 10 alle 12.30; al telefono dal martedì al venerdì dalle 14.30 alle 16.30; online dal sito www.boxol.it

Cari politici, non dimenticate gli anziani. Questo l'appello della Federazione Anziani e Pensionati Acli del Veneto in prossimità delle elezioni politiche del 4 marzo. L'ultimo rapporto dell'Istat conferma una tendenza che va avanti dagli anni Novanta, ovvero che ci sono sempre più anziani nel nostro Paese e che le nascite sono al minimo storico. Abbiamo il più alto indice d'invecchiamento. "I partiti comunichino la volontà di invertire questa triste tendenza - ­ rilancia Francesco Roncone, segretario regionale della Fap Acli del Veneto -. Siamo molto preoccupati della assenza da questa campagna elettorale di proposte sul futuro dello stato sociale. La condizione della popolazione anziana entri in questa campagna elettorale ­ e insieme si creino le condizioni perché in Italia si ritorni a fare figli".

In occasione della Campagna Nazionale della Fondazione "per il Tuo cuore", che si volge sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, come ogni anno l'Associazione nazionale medici cardiologi ospedalieri (Anmco) organizza "Cardiologie aperte" per la prevenzione delle malattie cardiovascolari. Tale giornata si svolgerà venerdì 16 febbraio, dalle ore 16 alle ore 19 all¹ospedale di San Donà di Piave, con un programma che spazia dall'intrattenimento alle attività di screening gratuito.

Nella serata di ieri, il Nucleo Polizia Giudiziaria del Comando Polizia Locale di Treviso ha effettuato un’attività volta al contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti con l’ausilio dell’unità cinofila. In via Roma veniva individuato un cittadino nigeriano W.M. di 39 anni, già noto per precedenti di spaccio risalenti alla scorsa estate, mentre cedeva stupefacente ad un quarantenne napoletano residente in Provincia di Treviso.  Una volta fermato, lo straniero tentando di fuggire dagli agenti li colpiva con calci e pugni ma alla fine veniva bloccato ed arrestato, per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e spaccio di sostanze stupefacenti. Nel controllo intervenivano anche i militari dell’Esercito impiegati nell’operazione Strade Sicure.