Ultim'ora

Due amici di papa Francesco dai tempi dell’Argentina lo accompagneranno nel suo pellegrinaggio in Terra Santa. A renderlo noto oggi è il sito ufficiale del viaggio, http://popefrancisholyland2014.lpj.org, che informa che “i due saranno presenti in momenti diversi del pellegrinaggio”. Si tratta del rabbino Abraham Skorka, rettore del seminario rabbinico di Buenos Aires, e Omar Abboud, ex segretario generale del centro islamico in Argentina. Il rabbino ha già collaborato con l’allora arcivescovo Bergoglio come coautore di un libro, frutto del programma televisivo che conducevano insieme discutendo di come cristiani ed ebrei affrontino le questioni che il mondo moderno pone loro.

“Vanità, potere, soldi”. Tre falsi motivi per seguire Gesù. Ne ha parlato il Papa, nell’omelia della Messa celebrata oggi a Santa Marta, prendendo come al solito lo spunto dal Vangelo del giorno. “La vanità non fa bene”, ha detto osservando che “alcune volte, noi facciamo cose cercando di farci vedere un po’, cercando la vanità. È pericolosa, la vanità, perché ci fa scivolare subito sull’orgoglio, la superbia”. Ecco, allora, la domanda da porsi: “Io, come seguo Gesù? Le cose buone che io faccio, le faccio di nascosto o mi piace farmi vedere?”. Un monito, questo, valido anche per “noi pastori”, perché “un pastore che è vanitoso non fa bene al popolo di Dio”: può essere prete o vescovo, ma “non segue Gesù” se “gli piace la vanità”. L’altra cosa che Gesù rimprovera a quelli che lo seguono è il potere: il “caso più chiaro” di coloro che “cercano il potere” è quello di Giovanni e Giacomo,”. “E nella Chiesa ci sono arrampicatori!”, ha esclamato il Papa: “Ci sono tanti, che bussano alla Chiesa per... Ma se ti piace, vai a Nord e fai l’alpinismo: è più sano! Ma non venire in Chiesa ad arrampicarti!

Un milione di euro dai fondi derivanti dall’otto per mille. È quanto disposto dalla presidenza della Conferenza episcopale italiana “come prima risposta solidale” all’alluvione che ha colpito le Marche. “La zona maggiormente colpita - si legge in una nota diffusa dall’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della Cei - coincide con la diocesi di Senigallia, dove alle due vittime si aggiungono oltre 300 sfollati; ingenti i danni alle attività produttive con fabbriche, laboratori e campi allagati. La Caritas, su indicazione del vescovo, monsignor Giuseppe Orlandoni, e d’intesa con le autorità locali, ha attivato in città due punti di pronta accoglienza e preparazione pasti: a nord presso l’ex-seminario, a sud nella Casa San Benedetto. Caritas Italiana, in costante collegamento con la Chiesa locale, si è prontamente messa a disposizione per un pieno supporto e ha destinato un primo contributo per gli interventi immediati in favore della popolazione colpita”.

Vicinanza all’Azione Cattolica “legata soprattutto al fatto che anch’io provengo dall’Azione Cattolica”, “esperienza che ha segnato profondamente la mia vita e la mia formazione”. A esprimerla è stato il segretario di Stato vaticano, cardinale Pietro Parolin, che questa mattina a Roma ha celebrato la Messa per i 1.200 partecipanti all’assemblea nazionale dell’associazione. Un lavoro “frutto del dialogo e del confronto”, che permette di tornare nelle diocesi e nelle parrocchie portando “una speranza nuova e rinnovate motivazioni per essere Azione Cattolica, con la Chiesa tra la gente”. Il presule ha quindi ricordato all’Ac l’invito del Papa di “uscire verso le periferie esistenziali”. “Apritevi ancora di più - ha detto - alla condivisione con la gente delle vostre parrocchie, con i poveri soprattutto. Tenendo sempre aperto l’orizzonte della vostra azione, sia a livello parrocchiale e diocesano, sia a livello internazionale, nelle Chiese locali di diversi Paesi dove c’è bisogno di laici che sappiano dedicarsi con corresponsabilità, insieme ai Pastori, alla costruzione della Chiesa”.

Il dono dell’intelletto “ci fa capire le cose come le capisce Dio, con l’intelligenza di Dio”. Lo ha detto il Papa, che nell’udienza di oggi ha ripreso il ciclo di catechesi sui sette doni dello Spirito Santo, soffermandosi - dopo la prima catechesi dedicata al dono della sapienza - sul dono dell’intelletto. “Non si tratta dell’intelligenza umana, della capacità intellettuale di cui possiamo essere più o meno dotati”, ha esordito il Papa: “È invece una grazia che solo lo Spirito Santo può infondere e che suscita nel cristiano la capacità di andare al di là dell’aspetto esterno della realtà e scrutare le profondità del pensiero di Dio e del suo disegno di salvezza”. L’esempio citato è la lettera ai Corinzi, in cui san Paolo “descrive bene gli effetti di questo dono, cosa fa questo dono dell’intelletto in noi: ‘Quelle cose che occhio non vide, né orecchio udì, né mai entrarono in cuore di uomo, Dio le ha preparate per coloro che lo amano. Ma a noi Dio le ha rivelate per mezzo dello Spirito’”. “Questo, ovviamente - ha spiegato il Papa - non significa che un cristiano possa comprendere ogni cosa e avere una conoscenza piena dei disegni di Dio”, ma che l’intelletto permette di “leggere dentro”.

Il presidente del Veneto, Luca Zaia, portera' le commesse della regione che protestano per le aperture domenicali dal premier Matteo Renzi, ''come mi hanno chiesto''. Zaia dice di concordare con questa protesta e riferisce ai giornalisti, che incontra dopo la seduta di giunta, che in passato la Regione aveva cercato di varare una norma sulle aperture festive dei grandi centri commerciali, senza riuscirci a seguito della liberalizzazione decisa in ambito europeo. ''Per me - ha proseguito Zaia - non e' assolutamente necessario aprire: il punto di equilibrio e' che i centri commerciali restino chiusi la domenica. Se si da' a questi centri anche una valenza sociale, qui in Veneto abbiamo la possibilita' di compensare con la montagna, la collina o le piste ciclabili. Anche perche' ritengo che, ai bambini, faccia maglio una boccata d'aria piuttosto che una giornata al centro commerciale come centro del mondo''.

Gli Stati Uniti stanno per perdere il loro primato e si apprestano a consegnare alla Cina lo scettro di prima economia al mondo. Un sorpasso che avverra' molto prima del previsto 2019, forse gia' quest'anno. E' quanto emerge - riporta il Financial Times - da uno studio dell'International Comparison Program della Banca Mondiale, aggiornato per la prima volta dal 2005. Gli Stati Uniti perderanno il primo posto che detengono dal 1872, quando avevano superato la Gran Bretagna. India al terzo posto.

Secondo lo studio, al 2011 il pil cinese e' pari all'87% di quello americano: per il 2011 ''gli Stati Uniti restano la prima economia al mondo, seguita da vicino dalla Cina'' se il calcolo viene effettuato sul costo della vita reale, ovvero sulla parita' dei poteri d'acquisto (purchasing power parity, PPP). L'India si afferma come terza economia al mondo e la top-12 include anche Russia, Brasile, Indonesia e Messico. I paesi piu' ricchi al mondo, comunque, continuano a rappresentare il 50% del pil mondiale nonostante abbiano solo il 17% della popolazione globale.

Gli Usa hanno imposto "nuove sanzioni mirate" a diverse personalità e aziende russe e restrizioni ad alcune esportazioni Usa in Russia. Lo rende noto la Casa Bianca, precisando che le sanzioni prendono di mira alcune personalità tra cui l'amministratore delegato di Rosneft, Igor Sechin. Gli altri sono: Oleg Belavencev, Serghiei Shemezov, il vicepremier Dmitri Kozak, Ievghieni Murov, Aleksiei Pushkov e Viaceslav Volodin. La misura riguarda anche 17 aziende collegate alla cerchia di Putin. Pronta la reazione di Mosca: "risponderemo"

Quelle di Silvio Berlusconi sono "affermazioni talmente assurde che il governo tedesco non le commenta". Lo ha detto il portavoce di Angela Merkel, Steffen Feibert, rispondendo ad una domanda in conferenza stampa a Berlino. "Con l'Italia abbiamo un rapporto stretto e di amicizia" ha aggiunto Seibert.

"Le dichiarazioni di Berlusconi mi hanno nauseato. Gli chiedo di ritirarle immediatamente e scusarsi con i sopravvissuti dell'olocausto e con i cittadini della Germania". Così Jean Claude Juncker, candidato Ppe alla presidenza della Commissione europea, sulle parole dell'ex premier sui lager che per i tedeschi non sarebbero mai esistiti.

“La guarigione del piccolo Alberto è intimamente legata al reperimento di un donatore di midollo compatibile, ma la speranza non ha confini e la gara di solidarietà in atto da parte di tante persone è da un lato garanzia che si sta facendo ogni sforzo, dall’altro straordinaria dimostrazione di solidarietà”. Con queste parole il presidente della Regione del Veneto, che tempo addietro aveva lui stesso lanciato un appello in questo senso, sottolinea la risposta eccezionale arrivata dalla gente: sono infatti già 100 le persone che si sono fatte avanti per far verificare la loro compatibilità ed effettuare eventualmente la donazione ad un bambino di sei anni di Conegliano affetto da una grave forma di leucemia e ricoverato a Padova in attesa di un trapianto di midollo. “Una generosità che, ci auguriamo tutti con tutto il cuore, può aiutare a salvare una piccola vita, ma che costituisce anche – conclude il Presidente – un grande esempio che travalica i confini di un territorio per tramutarsi in insegnamento di impegno civile”.

La Russia è pronta a rispondere alla crisi ucraina come ha già fatto in Georgia nel 2008 se i suoi interessi saranno attaccati. Lo ha affermato il ministro degli Esteri di Mosca, Serghiei Lavrov. Nell'estate del 2008 si svolse una guerra di pochi giorni tra Russia e Georgia. Lavrov ha accusato gli Stati Uniti di guidare le scelte delle nuove autorità filo-occidentali di Kiev nella crisi ucraina: "Non c'è ragione per non credere che gli americani stiano conducendo lo spettacolo".

''Da anni l'Italia e' ferma nella palude'' ma ''sulle riforme costituzionali siamo veramente a un passo da un risultato storico. Fare questo ultimo miglio e' fondamentale anche per dare una risposta al gesto di generosita' del Presidente Napolitano''. Lo afferma in una lettera al Corriere della Sera il ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi. Il ministro divide il testo all'esame del Senato in tre capitoli. Il primo e' l'abolizione del Cnel, il secondo e' la presa d'atto ''del fallimento della riforma del Titolo V'' e il chiarimento delle responsabilita' tra Regioni e Stato. Il terzo e' il Senato, la cui rimodulazione ha ''una maggioranza ampia'' che ''concorda sul superamento del bicameralismo perfetto''. Ancora, scrive Boschi, ''una maggioranza schiacciante ha dato la disponibilita' a individuare nel Senato un luogo alto di confronto sulle relazioni con l'Europa e con i territori, incentrando la composizione dell'Aula su rappresentanti di Regioni e Comuni, integrati da personalita' individuate dal Presidente della Repubblica, senza alcuna indennita'''. In questo scenario, sono parole del ministro, ''insistere per l'elezione diretta di una piccola parte dei senatori assume le caratteristiche piu' di un tentativo di bloccare la riforma che non l'affermazione di un valore imprescindibile. Il fatto che la proposta venga da parte della minoranza interna del Pd e' poi particolarmente stupefacente, essendo proprio la minoranza Pd quella che ha chiesto e ottenuto alla Camera di eliminare dall'Italicum ogni riferimento alla legge elettorale del Senato proprio in forza dell'assunto per il quale il Senato non sarebbe mai stato elettivo''. (red-fd)

Papa Francesco interverrà "ogni volta che la pace è minacciata": lo farà "agendo con la parola" ma anche "con la sua eventuale presenza, magari improvvisata, sui luoghi dei conflitti". Come Roncalli e Wojtyla, inoltre, mostrerà che "la Chiesa si preoccupa non soltanto dei suoi problemi interni ma di quelli dell'umanità", specialmente di chi "è vittima di violenza ed emarginazione". Così il card. Pietro Parolin, intervistato per il libro "I Papi della pace" di Nina Fabrizio e Fausto Gasparroni.

Dieci persone, tra cui due bambini, sono rimaste ferite stamane nel ribaltamento di un furgone in viaggio la corsia est (verso Trieste) della A4, il cosiddetto 'Passante', vicino Casale sul Sile. Il mezzo, un Renault 'Master', aveva a bordo 15 cittadini romeni. L'incidente è stato provocato dallo scoppio di pneumatico. Le condizioni più serie sono quelle dei due bimbi. I feriti sono ricoverati negli ospedali di Treviso, Mestre e Mirano. Sul posto la Polstrada, il Suem e i vigili del fuoco.

Ingente furto di gioielli in un lussuoso appartamento di Prato della Valle, a Padova. A farne le spese un noto architetto che si è ritrovato un paio di giorni fa l'immobile completamente ripulito di preziosi e orologi di grande pregio. Il bottino, secondo una prima stima, ammonterebbe a 500mila euro. I carabinieri stanno indagando sul fatto. Non sarebbero stati trovati segni di effrazione su porte o finestre.

Marco Airoldi sarà il nuovo amministratore delegato di Benetton Group. Lo annuncia l'azionista Edizione srl in una nota. Il manager, spiega, verrà indicato nell'assemblea degli azionisti dell'8 maggio al rinnovo del Cda, in scadenza con l'approvazione del bilancio 2013.

In termini macroeconomici, le rimesse - il denaro spedito nel Paese di provenienza - dei migranti presenti in Italia costituiscono un importante fattore di sviluppo e di cooperazione ma risultano in calo nel 2013. E' quanto emerge da una ricerca della Fondazione Moressa che registra un dato assoluto di rimesse per 5,5 mld di euro pari ad un -20% sul 2012. Le maggiori rimesse sono indirizzate verso la Cina, seguita da Romania (15,7%) e Bangladesh (6,3%).

In Veneto il fine settimana di Pasqua e il lunedì di pasquetta saranno segnati dal maltempo o, nelle migliori delle ipotesi, di una diffusa incertezza su tutto il territorio regionale. Secondo le previsioni dell'Agenzia regionale per l'ambiente (Arpav), da sabato nelle prime ore il meteo offrirà un cielo in genere molto nuvoloso o coperto, poi irregolarmente nuvoloso con schiarite soprattutto nel pomeriggio. Una situazione che andrà via via peggiorando nei giorni di Pasqua e pasquetta.

La giunta regionale ha riadottato il Piano di Tutela e Risanamento dell’Atmosfera, al termine della fase della consultazione pubblica e della procedura di Valutazione Ambientale Strategica, che sarà ora trasmesso al Consiglio regionale per l’approvazione definitiva. Nel darne notizia l’assessore veneto alle politiche ambientali fa rilevare che il nuovo Piano Aria rispecchia dieci anni di lavoro e di confronto con le amministrazioni provinciali e comunali (il piano ora in vigore risale al 2002). Nella proposta trasmessa al consiglio sono state accolte le osservazioni presentate e ritenute pertinenti.

i prodotti italiani corrono il rischio di vedere compromesse le proprie vendite a causa delle innumerevoli contraffazioni che inondano i mercati, sfruttando quell’italian sounding che è sinonimo di qualità per i consumatori di tutto il mondo. Se questo rischio viene in parte sventato, è essenzialmente grazie alle certificazioni di qualità, che distinguono il nome dei nostri prodotti e ne tutelano l’identità». Giancarlo Scottà, eurodeputato della Lega Nord, risponde così alle affermazioni fatte dall’imprenditore Oscar Farinetti in merito al valore delle certificazioni di qualità dei prodotti agroalimentari.

Sono 15 le liste depositate presso la corte d'appello di Venezia per la circoscrizione II - Italia Nord Orientale nelle prossime elezioni europee del 25 maggio. Dopo le sette presentate ieri, oggi sono state altre 8, ultima in ordine di tempo quella di Fratelli d'Italia-An. Tra le novità, l'assenza in Forza Italia del vicentino Sergio Berlato che compare però in Fratelli d'Italia al terzo posto. Il parlamentare europeo uscente aveva accolto l'estromissione da Fi in modo molto critico.

DWikipedia: D (named dee) is the fourth letter in the basic modern Latin alphabet.

La Guardia di Finanza ha scoperto a Jesolo 294 lavoratori irregolari o sottopagati, 167 dei quali erano impiegati totalmente 'in nero' controllando 8 imprese nei settori alberghiero, ristorazione ed estetica. Un ristoratore di Cavallino-Treporti che applicava regolarmente le ritenute previdenziali ai suoi 42 dipendenti, ma teneva per sè il denaro invece che all'Inps. Nel locale lavoravano 'in nero' altri 51 dipendenti. 31 dipendenti percepivano un'indennità di disoccupazione.

Trova un portafogli con dentro 1000euro e lo consegna al vigile perché lo restituisca al proprietario. E' accaduto a Miane, in occasione di una corsa ciclistica. Nella ressa, un abitante del paese ha rinvenuto un taccuino con dentro la consistente somma di denaro e i documenti.Una volta aperto il portafogli l'uomo non ha esitato: ha consegnato tutto al vigile perché fosse rintracciato il proprietario. Che è stato trovato: si trattava di un vicentino, presente tra il pubblico della gara.

I carabinieri di Padova stanno eseguendo da stamane una serie di provvedimenti di custodia cautelare in carcere nei confronti di una banda di italiani ed extracomunitari accusata di furti e rapine compiuti negli ultimi mesi in Veneto. Il gruppo criminale aveva in programma almeno tre rapine ai danni di liberi professionisti delle province di Padova e Rovigo. Nelle perquisizioni sono state sequestrate 7 pistole, un silenziatore, munizioni e chili di sostanze chimiche per creare esplosivi.

Un passo ulteriore verso l’Unione bancaria. Nella sessione plenaria dell’Europarlamento che si apre oggi a Strasburgo, fino al 17 aprile, gli eurodeputati saranno infatti chiamati a votare un pacchetto di misure “volto a garantire che le banche si addossino i rischi di un fallimento piuttosto che fare affidamento sui contribuenti”. Si tratta in particolare di norme differenti: alcune riguardanti le banche in crisi e altre per l’aggiornamento del sistema di garanzia dei depositi inferiori a 100mila euro: le disposizioni, se approvate, andranno a integrare il sistema di supervisione bancaria unica. “La legislazione - chiarisce una nota dell’Assemblea Ue - obbligherà le banche a finanziare dei fondi di riserva da utilizzare prima di ricorrere al denaro dei contribuenti, in caso che ulteriori perdite richiedessero copertura dopo il contributo dei beneficiari principali della banca”. A ogni istituto di credito “sarà richiesto di predisporre un piano di emergenza, per garantire una ristrutturazione o una liquidazione ordinata”. L’aggiornamento del sistema di garanzia dei depositi “obbligherebbe i Paesi Ue a istituire schemi finanziati dalle banche per rimborsare i possessori di depositi garantiti nel caso la banca non sia in grado di farlo”. La settimana Ue prevede anche la riunione a Bruxelles dei Consigli Affari generali (14 aprile), Agricoltura (14-15 aprile) e Esteri (14-15 aprile).

La Caritas di Catania fronteggia l‘emergenza sbarchi aumentando i pasti e servizi presso l‘Help Center. Infatti, negli ultimi giorni gli accessi presso la struttura diocesana si sono notevolmente intensificati. Nei giorni di venerdì 11 e sabato 12 aprile, alla mensa serale sono stati distribuiti più di 700 pasti caldi (anche per l‘Unità di strada) ai numerosi migranti di nazionalità eritrea che si sono aggiunti agli ospiti abituali, italiani inclusi. Mentre nelle rispettive mattine è stato garantito il servizio di colazione complessivamente a più di 400 utenti, comprese donne e minori stranieri eritrei non accompagnati tra i 12 e i 16 anni in condizioni igieniche precarie. Molti di essi sono arrivati scalzi ed ai quali è stato fornito adeguato vestiario. Nella giornata di sabato sono stati segnalati in totale circa 50 minori. In due occasioni è stata allertata la Prefettura attraverso immediata e tempestiva comunicazione da parte del direttore, don Piero Galvano. Nella mattinata di sabato due immigrati eritrei sono stati accompagnati presso il presidio ospedaliero “Vittorio Emanuele” per una sospetta infezione virale, che sarebbe stata contratta in Libia nelle fasi precedenti allo sbarco. Ma condotti presso la struttura medica hanno rifiutato il ricovero. La Caritas di Catania - sottolinea un comunicato - non farà mai mancare un pasto caldo ai poveri e ai bisognosi.

La Domenica della Palme si celebra anche la Giornata diocesana della gioventù e sono stati proprio i giovani al centro del pensiero di Papa Francesco, ieri mattina, prima dell’Angelus, recitato al termine della celebrazione in piazza San Pietro per la Domenica delle Palme e della Passione del Signore. “Rivolgo un saluto speciale ai 250 delegati - vescovi, sacerdoti, religiosi e laici - che hanno partecipato all’incontro sulle Giornate mondiali della gioventù organizzato dal Pontificio Consiglio per i Laici - ha detto il Pontefice -. Comincia così il cammino di preparazione del prossimo raduno mondiale, che si svolgerà nel luglio 2016 a Cracovia e che avrà per tema ‘Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia’”. Il Santo Padre ha anche ricordato il passaggio della croce dai ragazzi brasiliani a quelli polacchi: “Tra poco i giovani brasiliani consegneranno ai giovani polacchi la Croce delle Giornate Mondiali della Gioventù. L’affidamento della croce ai giovani fu compiuto trent’anni fa dal beato Giovanni Paolo II: egli chiese loro di portarla in tutto il mondo come segno dell’amore di Cristo per l’umanità”.

“Il prossimo 27 aprile avremo tutti la gioia di celebrare la canonizzazione di questo Papa, insieme con Giovanni XXIII”, ha proseguito Francesco annunciando che “Giovanni Paolo II, che è stato l’iniziatore delle Giornate mondiali della gioventù, ne diventerà il grande patrono; nella comunione dei santi continuerà ad essere per i giovani del mondo un padre e un amico”. Poi la richiesta “al Signore che la Croce, insieme all’icona di Maria Salus Populi Romani, sia segno di speranza per tutti rivelando al mondo l’amore invincibile di Cristo”. A questo punto la croce, che mostra ormai diversi segni avendo girato il mondo, è stata consegnata dai giovani brasiliani ai loro coetanei polacchi.

La firma dell'ad Paolo Scaroni sul contratto ha ufficializzato oggi a Porto Marghera la cessione da parte di Syndal-Eni di 110 ha del polo chimico ad una NewCo tra Regione Veneto e Comune di Venezia. Un passo, definito 'storico' da Scaroni, che rende alla NewCo anche 38 milioni di euro. Alla firma il governatore Luca Zaia e il sindaco Giorgio Orsoni. Per i firmatari ottimo lavoro di mediazione dell'ex ministro Ambiente e attuale direttore generale del dicastero Corrado Clini.