Ultim'ora

“L’Ordine, scandito nei tre gradi di episcopato, presbiterato e diaconato, è il Sacramento che abilita all’esercizio del ministero, affidato dal Signore Gesù agli Apostoli, di pascere il suo gregge, nella potenza del suo Spirito e secondo il suo cuore”: lo ha detto stamane Papa Francesco nell’udienza generale in piazza San Pietro davanti a migliaia di pellegrini provenienti dall’Italia e da una trentina di Paesi del mondo. Il tema dell’odierna catechesi, preceduta dal giro di Papa Francesco in una piazza gremitissima di fedeli, dove ha salutato e abbracciato tanti bambini, è stato il sacramento dell’Ordine. Nell’introdurre la catechesi, il Papa aveva parlato dei “due Sacramenti che corrispondono a due vocazioni specifiche: si tratta dell’Ordine e del Matrimonio. Essi - ha sottolineato - costituiscono due grandi vie attraverso le quali il cristiano può fare della propria vita un dono d’amore, sull’esempio e nel nome di Cristo, e così cooperare all’edificazione della Chiesa”.

Cristiana Salviato, una delle due sorella di Gianluca, il tecnico veneziano di 48 anni rapito in Libia, si è recata oggi a Roma per parlare con i funzionari del Ministero degli Esteri che stanno seguendo il caso del fratello.
 La famiglia Salviato, che sin dal momento della sparizione in Cirenaica mantiene uno stretto contatto con la Farnesina, per ora non ha lanciato alcun appello per la liberazione del congiunto.

La proposta di indire un referendum consultivo tra i veneti sul distacco del Veneto dallo Stato italiano sara' discussa in commissione Affari Istituzionali del Consiglio veneto martedi' 1 aprile. L'argomento e' stato calendarizzato dalla conferenza dei capigruppo consiliari che ha deciso di riservare la mattinata di martedi' prossimo ai lavori della commissione, convocando la seduta consiliare dedicata a Veneto Sviluppo nel pomeriggio. La proposta di legge per indire il referendum, primo firmatario Stefano Valdegamberi, sara' discussa insieme alla proposta avanzata dal centrodestra sull'autodeterminazione dei veneti, presentata da Costantino Toniolo e Carlo Alberto Tesserin.

'I profughi in Veneto? E' un problema delle Prefetture. Noi, come Regione, abbiamo gia' dato''. Lo ha detto Luca Zaia, presidente del Veneto, alla domanda sull'arrivo dei profughi dal Sud Italia che sta sollevando vivaci polemiche.

Il proseguimento della Tav da Mestre a Trieste verra' affrontato domani al ministero delle infrastrutture. Lo ha annunciato il presidente del Veneto, Luca Zaia, informando oggi i giornalisti che domani mattina alle 11 ci sara' un incontro a Roma tra il ministro per le Infrastrutture Maurizio Lupi, il commissario Bortolo Mainardi e la presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, oltre a Zaia. ''Mi auguro che la partita si possa sbloccare con la collaborazione del Governo'', ha detto Zaia, che in tema di Alta velocita' e di Alta Capacita' ha preso le distanze da recenti richiarazioni dell'ad di Trenitalia Mauro Moretti: ''Dice che sara' pronta per l'Expo? Bisogna rendersi conto che l'Italia non finisce con l'Expo, perche' il rischio e' che si ripeta il caso-Shanghai, quando li' c'era l'alta velocita', mentre, dalle altre parti, si andava a piedi''.

“L’annuncio dell’Accordo tra la Save SpA ed il “Valerio Catullo” di Verona per la creazione del polo aeroportuale del nord est è di quelli che, di questi tempi, ti fa sobbalzare di gioia. Non nego che alla lettura dei quotidiani, questa mattina, abbia provato un senso di grande soddisfazione per la notizia: una fase strategica che dà concretamente il via al progetto di integrazione dei sistemi aeroportuali di Venezia e Verona nella prospettiva della costituzione di un unico polo con oltre 13.240.000 passeggeri transitati nel 2013". Lo afferma Gianni Garatti, presidente di Aertre, la società che gestisce l'aeroporto Canova di Treviso. "Come Presidente dello scalo trevigiano, da tempo sinergicamente integrato nel sistema aeroportuale Venezia, plaudo alla visione di Enrico Marchi che, già molto nitida anni fa, è oggi realtà! Una realtà che all’economia e, in particolare, al Turismo del Veneto, farà fare uno straordinario balzo in avanti per autorevolezza ed aumento dell’offerta per l’incoming regionale. Interpretando il sentimento anche di tutti gli imprenditori trevigiani del settore, unitamente a quello del sistema Confcommercio della nostra provincia e del Consorzio di Promozione Turistica Marca Treviso, esprimo le più vive congratulazioni".

La crisi politica in Crimea sara' anche oggi al centro dei colloqui fra i dirigenti internazionali nella seconda giornata del summit sulla sicurezza nucleare all'Aia. Ieri, il presidente americano Barack Obama e i suoi alleati hanno annullato la riunione del G8 prevista per il prossimo mese di giugno a Sochi, che verra' sostituita da un meeting del G7, senza la Russia, che si terra' a Bruxelles. Il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, ha detto che l'esclusione del suo paese dal gruppo dei grandi, dove era entrato a far parte nel 1998, ''non e' una grande tragedia'', ma ha compiuto un gesto di apertura incontrando ieri all'Aia il suo collega ad acta ucraino, Andriy Deshchytsya, per la prima volta dall'annessione della Crimea. Lavrov ha assicurato che la Russia ''non ha alcuna intenzione malvagia'' e che l'annessione della penisola sul Mar Nero intende solo ''proteggere i russi che vivono la' da centinaia di anni''. Oggi i dirigenti occidentali ribadiranno il sostegno al nuovo governo di Kiev e il rifiuto dell'annessione della Crimea. Al termine del summit ci sara' una conferenza stampa congiunta del presidente degli Stati Uniti Obama e il premier olandese Mark Rutte.

Restano in attesa di una telefonata attraverso la quale giunga una buona notizia dalla Libia i familiari di Gianluca Salviato rapito a Tobruk, nell'est della Libia, sabato scorso. Lo ha ribadito all'amico di famiglia Marco Stradiotto, la sorella del tecnico veneziano, Cristiana. Secondo quanto riferito dal parlamentare i congiunti non hanno sino ad ora ricevuto notizie di rilievo pur rimanendo in costante contatto con le autorità locali e con l'unità di crisi della Farnesina.

Un uomo padovano di 33 anni è ricoverato in ospedale in gravi condizioni dopo aver manifestato i sintomi di un'intossicazione da botulino. Lo rende noto l'Usl 15 Alta Padovana. La causa, secondo i primi accertamenti, deriverebbe dalla contaminazione di una confezione di minestrone precotto, contenuto in una ciotola di plastica, prodotto dalla ditta 'Buonaterra'. Per questo, spiega l'Usl, è stata allertata l'Usl di Alessandria, dove ha sede lo stabilimento di produzione.

''Il referendum online sull'indipendenza del Veneto, la cui attendibilita' e' tutta da verificare, rappresenta comunque la spia di un malessere che ciclicamente si manifesta nella Regione e che si e' senza dubbio acuito con la fase di crisi economica che il nostro paese sta ancora attraversando. Non va quindi sottovalutato in alcun modo il segnale di disagio emerso, cosi' come il sentimento di distanza dallo Stato centrale o le rivendicazioni indipendentiste che non vanno a mio parare trattati con scetticismo o indifferenza''. Lo spiega il ministro per gli affari regionali, Maria Carmela Lanzetta in un intervento sull''Unita''. ''Penso - aggiunge Lanzetta - che ad un disagio reale, al bisogno di riscatto e di attenzione da parte di cittadini e lavoratori, in Veneto come altrove, non si possa e non si debba rispondere pero' con forme di demagogia".  poi c'e' la partita delle riforme. ''Il superamento del bicameralismo e la nascita di un Senato delle Autonomie con rappresentanti dei territori, Sindaci e Regioni e la riforma del Titolo V per un migliore equilibrio tra le responsabilita' delle autonomie e il ruolo dello Stato centrale - prosegue il ministro - sono passi fondamentali nel cammino delle riforme che il nostro Paese attende ormai da tempo".

''Esprimo ai familiari di Gianluca Salviato la mia vicinanza, insieme all'auspicio che possano al piu' presto riabbracciare il loro caro. Assicuro che la Regione del Veneto fara' quanto e' nelle sue possibilita' per sostenere ogni iniziativa finalizzata alla liberazione del nostro corregionale''. Il presidente veneto, Luca Zaia, interviene cosi' sulla vicenda del tecnico veneziano rapito in Libia, dove lavorava per un'azienda friulana. ''Immagino l'angoscia con la quale la famiglia e gli amici di Salviato stanno seguendo gli sviluppi di questa preoccupante vicenda - continua Zaia -, che vede una volta ancora coinvolto un lavoratore italiano chiamato a operare in aree del mondo ad alto rischio. E nel suo caso colpisce il fatto che sia stato costretto a cambiare professione a causa delle vicissitudini che hanno portato alla chiusura della sua attivita' imprenditoriale a Mestr

Sembra essere un' atmosfera più natalizia che primaverile quella che si respira oggi a Cortina d'Ampezzo. La città è completamente avvolta da una coltre bianca che in centro ha superato i 20 centimetri. Ieri sera tutto è iniziato con una fitta pioggia poi, con l'abbassarsi delle temperature, sono iniziati i primi fiocchi.

“Il Signore è più grande dei pregiudizi”. E’ quanto affermato da Papa Francesco all’Angelus in Piazza San Pietro, dedicato all’incontro tra Gesù e la donna samaritana, raccontato dal Vangelo domenicale. Il Papa ha sottolineato che tutti siamo alla ricerca dell’acqua viva della Misericordia ed ha soggiunto che la Quaresima è il tempo opportuno per “guardarci dentro”. Il Pontefice ha infine dato appuntamento, venerdì prossimo, alla Giornata penitenziale “24 ore per il Signore”. Sarà, ha detto, "una festa del perdono".

In riferimento alla situazione meteorologica attesa sul territorio regionale, preso atto dell’Avviso di Criticità Idrogeologica e Idraulica emesso oggi alle ore 14 dal Centro Funzionale Decentrato della Regione del Veneto, al fine di garantire un monitoraggio costante della situazione e la massima prontezza operativa del Sistema Regionale di Protezione Civile, il Centro stesso ha dichiarato dalle ore 18.00 di oggi alle ore 14.00 di lunedì 24 marzo

 

per rischio idrogeologico

lo STATO DI ATTENZIONE su

Vene-A (Alto Piave – provincia di Belluno)

Vene-B (Alto Brenta-Bacchiglione, nelle province di Vicenza, Belluno e Treviso)

Vene-C (Adige-Garda e Monti Lessini)

Vene-E (Basso Brenta – Bacchiglione)

Vene-F (Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna)

Vene-G (Livenza, Lemene e Tagliamento)

 

per rischio idraulico

lo STATO DI ATTENZIONE su

Vene-E (Basso Brenta – Bacchiglione).

 

Le amministrazioni dovranno porre in atto - ricorda il Centro con una nota - le procedure di allertamento dovute a conclamate criticità o particolari sofferenze idrogeologiche e idrauliche presenti nel territorio di competenza. In particolare i Comuni caratterizzati dalla presenza di fenomeni franosi dovranno attivare idonee azioni di controllo del territorio. Il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile del Veneto richiede la piena operatività delle componenti del Sistema di Protezione Civile, che si attiveranno secondo quanto previsto dai rispettivi Piani di Emergenza, e invita gli Enti territoriali competenti a seguire costantemente l’evoluzione dei fenomeni localizzati. È in ogni caso attivo il servizio di reperibilità al Numero Verde 800 990 009 per la segnalazione di ogni eventuale situazione di emergenza.

Ultime ore di sole per le regioni del Nord e del Centro. Da sabato il tempo cambiera' radicalmente. Pioggia in pianura, accompagnata anche da temporali e tantissima neve sulle Alpi fin sopra i 4/500 metri nella giornata di domenica, sopra i 7/900 metri sugli Appennini. Sabato con l'arrivo di Artemide assisteremo ad un graduale ma vistoso calo termico con valori massimi che domenica non dovrebbero superare gli 11/13 gradi, ossia circa 7/8 gradi in meno rispetto ai giorni precedenti. Piu' freddo per alcuni giorni quindi, poi da meta' della settimana prossima le temperature dovrebbero rientrare nella norma e Artemide sara' solo un ricordo.

Il Consiglio dei Ministri, nel corso della riunione di questa mattina, ha preso atto della comunicazione del ministro dell'Interno, Angelino Alfano, nella quale dichiara di aver individuato, a norma dell'art. 3 della legge 182/1991, in domenica 25 maggio 2014 la data di svolgimento delle consultazioni amministrative per il rinnovo dei sindaci e dei relativi Consigli comunali nelle regioni a statuto ordinario. L'eventuale turno di ballottaggio e' previsto per la successiva domenica 8 giugno. Il decreto del ministro Alfano di fissazione della data tiene conto dei principi di riduzione della spesa pubblica svolgendo, nella medesima data delle elezioni europee, le altre consultazioni elettorali previste nel corso dell'anno.Nella diocesi di Treviso andranno al voto oltre quaranta Comuni, tra cui alcuni sopra i 15 mila abitanti: Mogliano, Paese, Preganziol, Spinea, Scorzè e Noale.

Sgominata dalla polizia Stradale di Treviso un'organizzazione internazionale dedita al traffico e riciclaggio di auto di lusso: sei arresti e una decina di perquisizioni tra Italia e Svizzera. L'operazione della polizia di Stato, coordinata dalla magistratura trevigiana, è scattata alle prime ore di oggi tra Veneto, Lombardia, Sicilia e il paese elvetico. Centinaia le auto riciclate grazie a truffe, furti, impropri azioni indebite, e che venivano vendute un po' in tutta Europa.

Sospensione anticipata per l'obbligo di catene a bordo o l'adozione di gomme da neve in autostrada, sulla rete di Autovie Venete. Le temperature più alte della media che stanno caratterizzando questo periodo, infatti, hanno fatto anticipare la scadenza a ieri, giovedì 20 marzo. Normalmente l'obbligo restava in vigore fino al 15 aprile, ma l'assenza di precipitazioni nevose e le temperature decisamente miti consentono un ritiro dell'ordinanza. Non sarà più necessario avere le catene al seguito e gli pneumatici invernali potranno essere sostituiti da quelli normali. I tratti interessati sono: in A4 dal Terraglio (A57 Tangenziale di Mestre) fino a Sistiana; in A28 da Portogruaro all'interconnessione con la A27 (Conegliano); in A23 da Udine Sud fino all'interconnessione con la A4 (Palmanova); A34 da Villesse a Gorizia

''Voglio nuotare fino alle Olimpiadi del 2016, poi lascerò'': lo dice Federica Pellegrini in un'intervista con il settimanale 'Grazia'. ''Vorrei essere moglie, madre, con un lavoro tranquillo - continua la 25enne campionessa azzurra - Sono una persona riservata, non credo che, dopo il nuoto, avrò ancora voglia di stare sotto i riflettori.

''Voglio nuotare fino alle Olimpiadi del 2016, poi lascerò'': lo dice Federica Pellegrini in un'intervista con il settimanale 'Grazia'. ''Vorrei essere moglie, madre, con un lavoro tranquillo - continua la 25enne campionessa azzurra - Sono una persona riservata, non credo che, dopo il nuoto, avrò ancora voglia di stare sotto i riflettori.

Un frate francescano, Alfredo Bizzotto, di 68 anni, è morto dopo essere caduto lungo un ghiaione sopra Madonna del Covolo, nel trevigiano. Il corpo del religioso, che svolgeva il suo ministero a Padova nella Basilica di Sant'Antonio, è stato recuperato nella notte dalle squadre del soccorso alpino. Non si esclude un malore. L'allarme era stato lanciato nella tarda serata di ieri da alcuni 'runner' che si stavano allenando nella corsa in montagna.

“Il fatto che chi chiede l'indipendenza del Veneto abbia scelto la provincia di Treviso per chiudere le giornate di consultazione deve farci riflettere”. A dichiararlo è Lorena Andreetta, segretaria provinciale del Partito Democratico di Treviso. “Diventare come la Crimea non è un orizzonte che possiamo accettare. L'idea, economicamente perdente e priva di fondamento giuridico, di staccare la nostra regione dall'Italia non mi appassiona. Ma ritengo che non vanno banalizzate le posizioni di chi non si formalizza sui numeri o sulla legittimità della consultazione per rimarcare un disagio, per proporre in maniera costruttiva uno Stato  che investa maggiormente nella responsabilità degli amministratori locali” .

“Con l’emendamento approvato oggi in consiglio regionale sulla combustione controllata sul posto di ramaglie, tralci e materiale vegetale residuo,  il Veneto si allinea ad altre regioni che avevano già legiferato in merito  responsabilizzando i Comuni sulle specificità del loro territorio". Lo afferma Coldiretti nell’apprendere il positivo epilogo della vicenda della bruciatura gli scarti derivanti dalle operazioni di potatura, sfalcio, manutenzione e cura della campagna. Saranno le amministrazioni comunali, dunque, ad individuare le aree, il periodo, gli orari in cui sono consentiti i fuochi sul terreno nel rispetto delle normative vigenti - spiega una nota della Coldiretti -. Di tutt’altra impostazione  era, invece, la lettera inviata dagli uffici regionali a tutti i Sindaci che invitava ad applicare un provvedimento nazionale elencando addirittura le sanzioni anche penali. “E’ una prassi consolidata e rientra nel codice delle buone pratiche agricole” – spiega Coldiretti che ricorda quanto questo metodo a volte sia stato utile per fermare epidemie da parassiti delle piante anche in area urbana come il bruco americano e la Psa del kiwi. “La vigilanza da parte del produttore o del conduttore del fondo è una condizione necessaria in questi casi per evitare danni – commenta Coldiretti -  ma come si applica in agricoltura sarebbe consigliato che la stessa attenzione e cura fosse riservata anche da parte di chi emana  circolari che creano solo allarmismi aggravati da prese di posizione su stampa inutili. Diamo atto che la “politica del fare” ha reso giustizia al lavoro quotidiano della gente dei campi nell’interesse generale della collettività”.

Il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro oggi in riunione a Veneto Strade, tra i vari argomenti trattati ha portato all’attenzione il problema dell’ordinanza dell’obbligo di pneumatici invernali, in vigore sino al 15 aprile. “Chiedo ad Autostrade per l’Italia un provvedimento straordinario affinché tolga con anticipo, per i tratti in pianura, l’ordinanza che obbliga i cittadini a dotarsi di catene o di pneumatici da neve. Le condizioni atmosferiche di questo inverno testimoniano che ormai i rischi di gelate o di neve dovrebbero essere scongiurati, quindi è opportuno ritirare in anticipo l'ordinanza”.

L‘uomo che confida in se stesso, nelle proprie ricchezze o nelle ideologie è destinato all‘infelicità. Chi confida nel Signore, invece, dà frutti anche nel tempo della siccità: è quanto ha detto Papa Francesco oggi, durante la messa a Santa Marta. “Soltanto nel Signore - afferma il Pontefice - è la nostra sicura fiducia. Altre fiducie non servono, non ci salvano, non ci danno vita, non ci danno gioia”. Ed è quello che succede al ricco del Vangelo che “aveva tutto”, ma “non si accorgeva che alla porta della sua casa, coperto di piaghe”, c’era un povero, Lazzaro. Mentre il ricco “non ha nome”: “E questa è la maledizione più forte di quello che confida in se stesso o nelle forze, nelle possibilità degli uomini e non in Dio: perdere il nome

È necessario “incentivare i consumi senza ritornare nella logica perversa del consumismo che divora il consumatore” e “sostenere in modo incisivo chi crea lavoro e occupazione semplificando le inutili dannose burocrazie”. Sono i due “binari virtuosi”, necessari per rilanciare l‘economica, che sono stati indicati dal cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Cei, in occasione della messa celebrata ieri pomeriggio nella cattedrale di San Lorenzo per la solennità di san Giuseppe, patrono dei lavoratori. Il cardinale ha poi parlato della necessità di “rimodulare la concezione del lavoro” perché “il vecchio schema di contrapposizione è superato e non porta oggi da nessuna parte”.

Nonostante l'impegno del Governo di convocare il tavolo della trattativa Electrolux l'8 aprile, i delegati Rsu dello stabilimento di Susegana hanno deciso di proseguire lo ''stato di agitazione'', con la continuita' dei presidi e nuovi scioperi e proteste. ''Chiediamo impegni piu' certi, specie per quanto riguarda il mantenimento degli stabilimenti in Italia - spiegano in una nota -. Inoltre non e' ancora chiaro come si potra' rinnovare l'accordo su un altro anno di contratti di solidarieta' entro la scadenza di fine marzo, quando il confronto fra le parti e' in agenda solo l'8 aprile''.

La crisi ha fatto fare al Veneto un salto indietro di 13 anni: nel 2013 il Pil regionale è crollato del -1,6% sul 2012, riportando l'area sotto i livelli del 2000. Rispetto al 2007, invece, sono stati persi 10,5 punti di Pil (quasi 12 di Pil pro-capite), bruciando in termini reali circa 13,5 miliardi di euro, cioè tutto ciò che l'economia regionale aveva prodotto da inizio del decennio. E' il quadro tracciato dall'Unioncamere nel rapporto sull'economia del Veneto 2013 e previsioni 2014.

La Regione, attraverso gli uffici tecnici, a salvaguardia della pubblica incolumità ha ravvisato gli estremi della somma urgenza autorizzando lavori di pronto intervento per il ripristino e la messa in sicurezza dell’alveo del ramo di Cimadolmo nei comuni di Cimadolmo e Santa Lucia di Piave (Treviso), a seguito degli eventi atmosferici delle scorse settimane. L’importo dei lavori è di 300 mila euro. Ne dà comunicazione l’assessore regionale alla difesa del suolo Maurizio Conte. Gli eventi meteorologici dei mesi scorsi, che hanno interessato anche il bacino del fiume Piave, hanno determinato la deviazione del filone attivo sul ramo di Cimadolmo, provocando erosione e smottamenti alle opere idrauliche.

L'aula della Camera ha dato il via libera definitivo al decreto legge sugli scatti di stipendio del personale della scuola. I voti favorevoli sono stati 316, uno contrario e 97 astenuti. Il provvedimento, gia' approvato dal Senato, diventa legge