Ultim'ora

È necessario “incentivare i consumi senza ritornare nella logica perversa del consumismo che divora il consumatore” e “sostenere in modo incisivo chi crea lavoro e occupazione semplificando le inutili dannose burocrazie”. Sono i due “binari virtuosi”, necessari per rilanciare l‘economica, che sono stati indicati dal cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Cei, in occasione della messa celebrata ieri pomeriggio nella cattedrale di San Lorenzo per la solennità di san Giuseppe, patrono dei lavoratori. Il cardinale ha poi parlato della necessità di “rimodulare la concezione del lavoro” perché “il vecchio schema di contrapposizione è superato e non porta oggi da nessuna parte”.

Nonostante l'impegno del Governo di convocare il tavolo della trattativa Electrolux l'8 aprile, i delegati Rsu dello stabilimento di Susegana hanno deciso di proseguire lo ''stato di agitazione'', con la continuita' dei presidi e nuovi scioperi e proteste. ''Chiediamo impegni piu' certi, specie per quanto riguarda il mantenimento degli stabilimenti in Italia - spiegano in una nota -. Inoltre non e' ancora chiaro come si potra' rinnovare l'accordo su un altro anno di contratti di solidarieta' entro la scadenza di fine marzo, quando il confronto fra le parti e' in agenda solo l'8 aprile''.

La crisi ha fatto fare al Veneto un salto indietro di 13 anni: nel 2013 il Pil regionale è crollato del -1,6% sul 2012, riportando l'area sotto i livelli del 2000. Rispetto al 2007, invece, sono stati persi 10,5 punti di Pil (quasi 12 di Pil pro-capite), bruciando in termini reali circa 13,5 miliardi di euro, cioè tutto ciò che l'economia regionale aveva prodotto da inizio del decennio. E' il quadro tracciato dall'Unioncamere nel rapporto sull'economia del Veneto 2013 e previsioni 2014.

La Regione, attraverso gli uffici tecnici, a salvaguardia della pubblica incolumità ha ravvisato gli estremi della somma urgenza autorizzando lavori di pronto intervento per il ripristino e la messa in sicurezza dell’alveo del ramo di Cimadolmo nei comuni di Cimadolmo e Santa Lucia di Piave (Treviso), a seguito degli eventi atmosferici delle scorse settimane. L’importo dei lavori è di 300 mila euro. Ne dà comunicazione l’assessore regionale alla difesa del suolo Maurizio Conte. Gli eventi meteorologici dei mesi scorsi, che hanno interessato anche il bacino del fiume Piave, hanno determinato la deviazione del filone attivo sul ramo di Cimadolmo, provocando erosione e smottamenti alle opere idrauliche.

L'aula della Camera ha dato il via libera definitivo al decreto legge sugli scatti di stipendio del personale della scuola. I voti favorevoli sono stati 316, uno contrario e 97 astenuti. Il provvedimento, gia' approvato dal Senato, diventa legge

“La Quaresima è per aggiustare la vita, sistemare la vita, cambiare la vita, per avvicinarsi al Signore”. Così Papa Francesco, nell’omelia della messa celebrata questa mattina a Santa Marta, nella quale, commentando le letture odierne, ha messo in guardia dall’ipocrisia, “segno che noi siamo lontani dal Signore”. “L’ipocrita - ha spiegato il Pontefice - non ha bisogno del Signore, si salva da se stesso, così pensa, e si traveste da santo”. Di qui il riferimento agli ipocriti che “si truccano da buoni: fanno faccia di immaginetta, pregano guardando al cielo, facendosi vedere, si sentono più giusti degli altri, disprezzano gli altri”, ma nessuno, ha puntualizzato il Papa, “è giusto da se stesso. Tutti abbiamo bisogno di essere giustificati. E l’unico che ci giustifica è Gesù Cristo”.

Continua sull'Italia un clima pressoche' primaverile grazie alla costante presenza dell'alta pressione che garantisce prevalenza di sole su buona parte della penisola e temperature molto gradevoli, specialmente durante il giorno. La redazione web del sito www.ilmeteo.it conferma la persistenza del bel tempo sul nostro paese, con temperature in progressivo aumento e punte fino a 22/23 gradi. Da segnalare solamente delle foschie e nebbie mattutine, localmente anche dense, in particolare al Nordest. E' confermato un cambio radicale del tempo subito dopo l'equinozio primaverile ( 20 marzo ), quando correnti instabili atlantiche porteranno una perturbazione al Nord e poi anche al Centro.

''Sciopero nazionale di 24 ore domani nel trasporto pubblico locale''. A proclamarlo unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Autoferrotranvieri e Faisa Cisal ''per il contratto scaduto ormai da sette anni''. Per le organizzazioni sindacali ''le associazioni datoriali del settore Asstra e Anav hanno confermato, anche in occasione dell'ultimo incontro al Ministero dei Trasporti, che l'attuale quadro di finanziamento del settore rende possibile il rinnovo contrattuale solo a condizione che esso risulti integralmente autofinanziato. Questa posizione datoriale - spiegano unitariamente Filt, Fit, Uilt, Ugl e Faisa - ha impedito qualsiasi possibile sviluppo immediato e concreto del confronto per la ripresa del quale i ministri Lupi e Poletti hanno comunque confermato il proprio impegno''.

E' stata inaugurata oggi nella sede delle Acli provinciali di Venezia a Marghera una mostra fotografica dal titolo “Agorà”, un percorso di riflessione sul tema del rispetto delle persone e dell’ambiente e contro lo spreco e le ingiustizie sociali, tutti temi cari al mondo associativo delle Acli e che preparano, sulla scia delle continue esortazioni di Papa Francesco in una direzione di cambiamento, anche ad affrontare il tema dell’Expo 2015 “Nutrire il pianeta. Energia per la vita”. All’inaugurazione della mostra partecipano il presidente delle Acli di Venezia Mauro Papandrea, il presidente Ipsia Venezia Paolo Grigolato, il direttore della Caritas del patriarcato di Venezia monsignor Dino Pistolato, il vicesindaco del Comune di Venezia Sandro Simionato e l’autore delle foto Francesco Dori. Dall’inquinamento ambientale alle ingiustizie sociali, dalla crisi del lavoro allo spreco del cibo, gli scatti fotografici realizzati da Francesco Dori, un giovane che a causa di un‘improvvisa disabilità ha scoperto nella fotografia un nuovo modo di guardare la realtà, sviluppano un percorso di riflessione su come stiamo rischiando di far saltare quel patto tra generazioni che ha consentito nel tempo di far progredire l‘umanità migliorando la qualità di vita generale delle persone senza danneggiare la terra in cui viviamo.  

Con un volo di Stato proveniente dagli Stati Uniti, è giunta stamattina alle 8 all’aeroporto Marco Polo di Tessera (Venezia) Giulia Bottacin, la giovane di 26 anni di Paese (Treviso), ricoverata in coma dal 29 gennaio scorso a Orlando, a seguito di un grave incidente stradale occorsole nella città statunitense. Il volo doveva arrivare alle 7.20 a Treviso ma è stato dirottato su Venezia a causa della nebbia. La Presidenza del Consiglio dei Ministri, accogliendo la richiesta formulata ufficialmente dal Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia il 28 febbraio scorso, aveva autorizzato il volo di Stato per motivi umanitari. A bordo dell’aereo era presente un’equipe medica dell’ospedale Ca’ Foncello di Treviso, dove Giulia Bottacin è stata subito trasferita in autoambulanza. L’operazione è stata coordinata da Paolo Rosi, Coordinatore regionale del Suem 118. “Bentornata Giulia”, ha commentato il presidente Zaia non appena informato dell’arrivo. “Siamo felici di aver potuto contribuire al tuo ritorno in Veneto e desidero che tu e la tua famiglia sappiate che la sanità veneta e i nostri bravissimi specialisti sono ora a tua disposizione per le cure più appropriate. L’augurio che ti rivolgo a nome di tutti i veneti è di una rapida e completa guarigione”.

''A Verona 1500 iscritti ai test di medicina per accedere a 177 posti; a Padova, dove devono ancora essere chiuse le preiscrizioni, non dovrebbe andare meglio. Non e' cosi' che si possono trovare e scegliere i migliori. Non e' un test a crocette fatto a 18 anni che puo' dire se un giovane potra' essere un bravo medico. In Italia siamo di fronte ad un sistema di accesso allo studio troppo simile a una lotteria, che finisce per penalizzare tanti giovani intelligenti e volonterosi, che va profondamente modificato o addirittura eliminato''. Lo afferma in una nota il presidente della regione Veneto, Luca Zaia, alla luce dei dati sulle possibilita' di accesso alle Facolta' di Medicina di Padova e Verona, sottolineando che, a sua detta, ''la riforma Carrozza e' da rifare'', soprattutto in materia di borse di studio ''Tutti devono poter dimostrare il loro valore - prosegue Zaia - e devono poter partire con pari opportunita', poi saranno gli studi e gli esami a fare la vera selezione, basata sulle capacita' di ognuno, sulla preparazione e sul sapere.

Sarà papa Francesco, con una celebrazione penitenziale a San Pietro, a dare inizio - alle 17 di venerdì 28 marzo - all’iniziativa del Pontificio consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione dal titolo “Ventiquattr’ore ore per il Signore”. Una giornata intera dedicata al sacramento della Penitenza, in un contesto di adorazione eucaristica, a cui tutte le diocesi e le parrocchie sono state invitate ad aderire. Durante la celebrazione papa Francesco accoglierà in confessione alcuni fedeli. Si tratta di mettersi, con il Santo Padre, in adorazione e di accostarsi alla confessione dal pomeriggio di venerdì 28 marzo alle 17 di sabato 29 marzo. Anche la nostra diocesi aderisce all’iniziativa, di cui saranno dati maggiori dettagli la prossima settimana. A Treviso la chiesa destinata in modo particolare alle “Ventiquattr’ore ore per il Signore” è la chiesetta dell’istituto Zanotti.

Dopo la conferma, con la nomina da parte del vescovo Gardin, di Stefano Zoccarato come presidente diocesano per il prossimo triennio, il consiglio diocesano di Azione cattolica riunitosi il 6 marzo scorso ha eletto la presidenza diocesana per il triennio 2014-2017. La nuova presidenza diocesana è così composta: presidente diocesano: Stefano Zoccarato; vicepresidenti adulti: Serena Nicolini e Giuseppe Carraro; vicepresidenti giovani: Silvia Foffano e Jafti Tosatto; responsabili Acr: Elisa Dussin e Ivo Rossi; segretaria: Silvia Gottardo; amministratore: l’elezione dell’amministratore è stata rinviata, come di prassi negli ultimi anni, a data successiva all’approvazione del bilancio, pro tempore continua il suo servizio Francesco Torresan.

Giacomo Vendrame, segretario generale della Camera del Lavoro di Treviso, è stato riconfermato alla guida del Sindacato per i prossimo quattro anni, con un ampissimo consenso: il 91% dei delegati, addirittura superiore alla percentuale ottenuta dall’ultima elezione di Paolino Barbiero nel 2010. Si è conclusa così, alle ore 15.00 di oggi, la seconda delle due giornate del 5° Congresso provinciale della CGIL di Treviso, presso la Sala Convegni del Bhr Hotel di Quinto di Treviso. Dove i 285 delegati, eletti per metà nei 12 Congressi di categoria e per metà nelle assemblee di base, sono stati chiamati a rinnovare gli organismi dirigenti. Con 62 voti a favore, 3 contrari, 2 astenuti e una scheda bianca passa quindi la linea “giovane” del trentaquattrenne leader della Cgil trevigiana, eletto poco più di anno fa.  Da gennaio a oggi, sulle due tesi congressuali in provincia si sono espressi circa 15mila lavoratori, decretando con il 96,76% di voti favorevoli la vittoria del documento di maggioranza “Il Lavoro decide il Futuro” firmato dalla Camusso. Il nuovo Direttivo insediato è composto da 73 membri, tra i quali 5 stranieri. Oltre il 40% dei seggi è andato alle donne.

“Mi auguro – ha aggiunto Giacomo Vendrame – che da questa fase di dibattito e di riflessione nascano le scelte per il futuro dell’Organizzazione nel nostro territorio e nel Paese. La nostra è una battaglia sindacale per il Lavoro, per i diritti, per tutti i trevigiani. L’impegno che ha visto dirigenti, funzionari, delegati, uomini e donne del Sindacato collaborare in quest’ultimo anno e in questo importante esercizio di democrazia si rinnova da domani nell’affrontare con tenacia e responsabilità le questioni del Lavoro e i problemi dei lavoratori e dei pensionati”.

In Veneto continuano a calare gli incidenti stradali e il numero dei morti e dei feriti.I dati dei primi 9 mesi 2013 indicano una prosecuzione della tendenza al calo in quasi tutte le province. Il numero di incidenti è in leggera crescita rispetto allo stesso periodo 2012 solo nelle province di Belluno (+2,3%) e Rovigo (+1,6%), che avendo molti meno incidenti sono più soggette a piccole fluttuazioni nei dati, per le altre il calo varia tra l'1,9% di Treviso e il 13,3% di Venezia

“Qualsiasi ulteriore taglio, piccolo o grande, sulla sanità equivarrebbe a vanificare i benefici effetti dell’applicazione dei costi standard. La sanità è l’unico settore che è riuscito ad arrivarci ed è fondato il timore che i tagli agli sprechi che ne deriveranno servano a sostenere altri settori spreconi”. Lo sottolinea l’assessore alla Sanità Luca Coletto che oggi rappresentava il Veneto alla seduta della Conferenza delle Regioni a Roma, dedicata, tra l’altro, alla discussione sugli interventi e le riforme del Governo nazionale. “Con un deprecabile calo del budget complessivo – aggiunge Coletto – si andrebbe ad incidere sui servizi offerti alle categorie deboli e ai meno abbienti

I Carabinieri della Compagnia di Treviso, in collaborazione con il Nucleo Carabinieri Cinofili di Torreglia (PD), nella mattinata odierna hanno eseguito dei controlli “antidroga” in alcuni istituti scolastici superiori cittadini. n particolare, è stato ispezionato l’istituto “Fabio Besta”, nella sede centrale di B.go Cavour 33 e nella succursale di via San Pelaio 35, alla costante presenza del Dirigente Scolastico che ha seguito tutta l’attività. Dal controllo, eseguito con i cani addestrati alla ricerca di stupefacenti e che ha riguardato tutti i locali dei plessi scolastici e degli alunni presenti, non sono emerse condotte illecite.

Il CIF (Centro Italiano Femminile) prende atto con profonda delusione e amarezza della bocciatura degli emendamenti riguardanti la rappresentanza femminile nelle liste elettorali, in quanto denuncia una forte resistenza delle forze politiche a sostenere l’introduzione di un meccanismo che avrebbe consentito uguaglianza di opportunità tra uomini e donne per il raggiungimento di una democrazia paritaria. Pertanto, il CIF dissente profondamente dalla falsità con cui politica e mass-media hanno divulgato la questione come promozione delle “quote rosa”, che così risulta offensiva e fuorviante in quanto proposta come “azione positiva”, ovvero “privilegio” e quindi discriminante.

Il prossimo anno accademico saranno in tutto 19.327 i posti disponibili complessivamente nelle quattro facolta' a numero chiuso di Medicina, Odontoiatria, Veterinaria e Architettura, con un significativo calo delle ammissioni previste per quest'ultima rispetto all'anno in corso. Lo comunica il Ministero per l'Istruzione, l'Universita' e la Ricerca sul proprio sito internet istituzionale, dopo che il ministro, Stefania Giannini, ha firmato i decreti che stabiliscono il numero definitivo di posti messi a bando per le immatricolazioni ai corsi di Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi Dentaria, Medicina Veterinaria e ai corsi finalizzati alla formazione di Architetto per l'anno accademico 2014/2015.

Su proposta del vicepresidente e assessore alla Cultura, Marino Zorzato, la regione Veneto ha deciso di sottoscrivere un protocollo d'intesa con l'Unicef per supportare la nascita di aree ''Baby Pit Stop'' presso le biblioteche e i musei del Veneto. Tali aree, patrocinate dall'Unicef a sostegno dell'allattamento, si inseriscono nell'ambito del Programma nazionale ''Ospedale e Comunita' amici dei bambini'' e prevedono l'allestimento di spazi attrezzati, riservati e discreti, per accogliere i genitori che vogliono allattare e accudire i propri figli.

L'Italicum'? ''E' vergognoso far credere ai cittadini che questo rappresenti l'inizio di una nuova stagione''. Cosi' Luca Zaia, presidente dl Veneto. ''E' scandaloso che sia approvata una legge elettorale in cui sono sparite le preferenze: se questo governo - aggiunge - vuole rappresentare gli interessi del popolo e' bene che si ricordi che noi cittadini abbiamo chiesto piu' volte di eleggere i nostri rappresentanti'' aggiunge il governatore, che ricorda: ''tre anni fa il Veneto ha varato una legge elettorale che nel 2015 dara' modo a tutti i veneti di eleggere direttamente i loro futuri rappresentanti in consiglio regionale''.

Un 65enne di Bassano del Grappa, Bruno Zanchetta e un 29enne di Caerano San Marco, Nicolaj Mengo, sono morti questa mattina alle 5 in un incidente stradale a Castello di Godego. L'auto sulla quale viaggiavano è stata tamponata da un tir e scagliata contro un altro camion che arrivava in direzione opposta. L'auto è finita così tra i due mezzi pesanti rimanendo completamente distrutta. Sul posto Vigili del fuoco e Polstrada.

Entro due anni a Verona, all'interno dell'area della ghiacciaia all'ex Mercato ortofrutticolo, su una superficie complessiva di 11mila metri quadrati, sarà aperto a Verona un nuovo spazio enogastronomico di Eataly, del gruppo fondato Oscar Farinetti, su progetto dell'archistar Mario Botta. Lo ha annunciato il sindaco Flavio Tosi insieme al vicesindaco con delega all'Urbanistica Stefano Casali e al direttore della Fondazione Cariverona Fausto Sinagra.

Tra Electrolux e sindacati c'è condivisione sulla volontà di confermare per un altro anno i contratti di solidarietà attualmente in corso in tre dei 4 stabilimenti italiani del gruppo (Susegana, Solaro, Porcia), e di includervi, finita la cassa integrazione, anche gli operai dei sito di Forlì. E' una delle decisioni emerse oggi al termine del vertice a Mestre tra la direzione italiana di Electrolux i i sindacati di Fim, Fiom e Uilm. I contratti di solidarietà sono in scadenza a fine marzo.

Stefano Grando è il nuovo presidente della Fism provinciale di Treviso (Federazione italiana scuole materne). Lo hanno eletto nell'assemblea svoltasi stamattina in Seminario i rappresentanti delle scuole dell'infanzia paritarie, dopo un vivace dibattito e al termine di una votazione molto incerta, che ha visto Grando prevalere per 112 voti a 95 sul presidente uscente Giancarlo Frare. Stefano Grando ha trentasette anni ed è membro del comitato di gestione della scuola dell'infanzia Provera di Santa Maria sul Sile. Nei mesi scorsi Grando era stato tra i promotori di un incontro di tutti i componenti delle scuole dell'infanzia della città, a partire dai genitori, con lo scopo di accendere i riflettori sulle problematiche delle scuole dell'infanzia. In quest'assemblea Grando ha puntato su una squadra giovane e rinnovata, che rappresentasse tutti coloro che lavorano e sono coinvolti nella gestione delle materne trevigiane.