Ultim'ora

Nel quarto trimestre del 2013 torna positivo il prodotto interno lordo, che, espresso in valori concatenati con anno di riferimento 2005, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, e' aumentato dello 0,1% rispetto al trimestre precedente ed e' diminuito dello 0,9% nei confronti del quarto trimestre del 2012. Lo rende noto l'Istat. La stima preliminare diffusa il 14 febbraio 2014 scorso aveva rilevato la stessa variazione congiunturale e una diminuzione tendenziale dello 0,8%.

I finanzieri di Treviso hanno scoperto un'evasione da 60 mln di euro da parte di un'autosalone, il cui titolare, un 60enne di Montebelluna, è stato denunciato per aver commercializzato mezzi, dal 2006 al 2011, senza dichiararli al fisco. Controllate 1500 compravendite della ditta che, grazie a false autocertificazioni attestanti l'assolvimento degli obblighi fiscali, immatricolava auto di lusso rivendendole a prezzi molto concorrenziali, proprio perché venivano evase le imposte.

La Regione, attraverso gli uffici tecnici, ha ravvisato gli estremi della somma urgenza a salvaguardia della pubblica incolumità e autorizzato i lavori di ripristino di alcuni tratti del corpo arginale destro del torrente Muson dei Sassi, a valle del Ponte di Ca’ Rossa nel Comune di Castelfranco Veneto in provincia di Treviso, a seguito degli intensi e persistenti eventi atmosferici dei mesi scorsi. Il bacino idrografico del Muson dei Sassi è stato particolarmente interessato dal susseguirsi di più piene con innalzamenti anche considerevoli del livello idrometrico. La progressiva saturazione dei corpi arginali ha provocato franamenti delle sponde di contenimento, soprattutto nel tratto a valle del Ponte, segnalati dal comune di Castelfranco.

La scorsa notte a Spresiano, verso le 02.00, i militari della locale Stazione Carabinieri hanno arrestato un rumeno di 24 anni, con numerosi precedenti di polizia, domiciliato nel veneziano, poiché colpito da un “mandato d’arresto europeo” ai fini dell’estradizione. Il giovane, ricercato in ambito europeo, doveva scontare una condanna a 15 anni di reclusione per una rapina commessa in Romania nel mese di dicembre del 2012. Lo stesso è stato tradotto nella casa circondariale del capoluogo in attesa che l’autorità giudiziaria decida sulla sua estradizione.

“Quando c’è bisogno di loro sono sempre in prima linea risolvendo le situazioni più complicate e rischiose, come dimostra quanto accaduto ieri a Pederobba con il salvataggio di due persone cadute in un dirupo. Non possiamo non fare i complimenti a questi angeli custodi del soccorso alpino che anche questa volta hanno dimostrato tutto il loro valore”. Con queste parole il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, commenta il salvataggio di due coniugi a Pederobba, in provincia di Treviso, da parte del soccorso alpino.

Quindici le patenti ritirate in Veneto nel fine settimana dalla polstrada del Veneto e dai carabinieri di Adria. Nella Marca 64 i controllati: a 6 è stata ritirata la patente:4 per un tasso alcolico tra lo 0,5 mg/l e lo 0,8 mg/l e 2 per un tasso alcolemico oltre lo 0,80.Nel vicentino 72 i conducenti controllati e 5 sanzionati: 4 con un tasso di alcol oltre lo 0,8 mg/l; uno denunciato perchè si è rifiutato di fare l'alcotest.L'Arma ha ritirato 4 patenti, tra cui un neopatentato.

La Russia sta pensando di sospendere le ispezioni del suo arsenale strategico, compresi i missili nucleari, in risposta alle "minacce" di Usa e Nato sulla crisi in Ucraina. Lo ha detto un alto funzionario del ministero della Difesa. Le ispezioni sono previste dal trattato Start e dal Documento di Vienna tra i paesi dell'Osce. Gli ispettori dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Osce) sono arrivati al confine della Crimea, ma sono tornati indietro dopo alcuni spari di avvertimento. Lo riferisce la stessa Osce. L'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa ha annunciato che i suoi osservatori tenteranno nuovamente oggi di entrare in Crimea, dopo due tentativi a vuoto questa settimana

Papa Francesco ha accolto la rinuncia presentata da monsignor Vittorio Lanzani all’ufficio di delegato pontificio per la basilica di Sant’Antonio in Padova e ha chiamato a succedergli nel medesimo incarico monsignor Giovanni Tonucci, arcivescovo-prelato di Loreto e delegato pontificio per il santuario lauretano. “Mi è stato chiesto di assumere questa responsabilità e visto che la richiesta è stata fatta dal Santo Padre e dai suoi collaboratori ho pensato che non potevo far altro che accettare - è il commento di monsignor Giovanni Tonucci alla nomina -. Devo ancora rendermi conto esattamente di quali responsabilità mi attendano, ma fin d’ora, vista l’importanza e la bellezza del santuario, guardo alle mie prossime visite a Padova con grande desiderio. Quanto a Loreto, il mio impegno resta immutato. Certo si aggiungono altre responsabilità, ma nulla sottrarranno a quella che ho per il Santuario lauretano”.

Il federalismo è stato tradito, considerato che dal 1997 c'è stato un boom delle tasse locali, stimato in +200%, mentre quelle centrali sono aumentate 'solo' del 35,9%. A sostenerlo la Cgia di Mestre che rileva come dal 1997, con l'introduzione delle cosiddette Bassanini, alla fine del 2013, le entrate fiscali che comprendono solo le tasse, le imposte, i tributi e i contributi pagati dagli italiani sono aumentate soprattutto su scala locale.

Sta per tornare a casa Giulia Bottacin, la giovane di 26 anni di Paese (Treviso), ricoverata in coma dal 29 gennaio scorso a Orlando, negli Stati Uniti, a seguito di una grave incidente stradale occorsole nella città statunitense. La Presidenza del Consiglio dei Ministri, accogliendo la richiesta formulata ufficialmente dal Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia il 28 febbraio scorso, ha infatti autorizzato il volo di Stato per motivi umanitari. “L’aeromobile – annuncia Zaia – sarà disponibile a partire dall’11 marzo. Andrà allestito con le strumentazioni mediche necessarie per garantire la sicurezza di Giulia e nel frattempo si procederà a ottenere i necessari visti per l’equipe sanitaria che andrà a prenderla. Siamo tutti felici per lei e la sua famiglia". L’aereo sarà allestito a cura della Regione Veneto, così come sono del servizio sanitario veneto i medici che partiranno per Orlando.

I casi totali di malattia sono ora 6. Rimane ricoverato, in isolamento pediatrico, solo un giovanissimo paziente mentre proseguono da parte del Dipartimento di Prevenzione e degli altri servizi interessati tutte le procedure previste in queste eventualità

Anciveneto ricorda ai sindaci veneti la necessità di indicare al neopremier Matteo Renzi quali interventi sono considerati prioritari nel proprio Comune (di edilizia scolastica ma non solo), dopo la richiesta fatta esplicitamente da quest’ultimo nel corso dell’incontro a Treviso avvenuto a Treviso 26 febbraio. La scadenza indicata dal Capo del Governo è per metà marzo, assolutamente imminente, per la quale lo stesso aveva fornito la propria mail.

Nei giorni scorsi è pervenuta al Dipartimento di Prevenzione dell'Ulss 9 di Treviso  la notifica di un caso di tubercolosi polmonare insorta in uno studente di scuola media superiore. Lo rende noto la stessa Ulss in un comunicato. Nella stessa mattinata sono state tempestivamente attivate tutte le procedure inerenti una malattia infettivamente trasmissibile e, tramite la scuola, è stata inviata una comunicazione ai genitori e agli studenti dei due istituti che condividono la sede per segnalare l’evento e invitare i genitori ad un incontro informativo. Continua il comunicato: "Gli accertamenti hanno portato ad individuare altri 2 casi tra i familiari dello studente e 1 caso nella classe frequentata. Dei 4 casi accertati 2 sono stati ricoverati in Malattie infettive e già dimessi. Uno è attualmente ricoverato, soprattutto in considerazione della giovanissima età in isolamento pediatrico. 1 è trattato in isolamento a domicilio. I compagni di classe e i loro insegnanti per un totale di 29 persone sono stati sottoposti a screening. Lo screening ha evidenziato che 8 persone hanno avuto contatto col batterio ma consentendo di escludere su alcuni di questi la patologia. Solo su 4 di queste persone sono in corso ulteriori accertamenti. Le ulteriori misure, già avviate, prevedono di estendere i controlli ad altre  classi dello stesso piano della scuola superiore. Mentre verrà verificata anche la classe elementare del ricoverato in isolamento pediatrico. Si tratta di un caso di infezione significativo ma i germi isolati fino ad ora rispondono tutti ai comuni farmaci antitubercolari delineando nei pazienti decorsi positivi".
 

La Banca Centrale Europea ha lasciato il tasso d'interesse di riferimento invariato al minimo storico dello 0,25%. L'Eurotower nella riunione di oggi ha deciso di lasciare fermi anche il tasso marginale allo 0,75% e quello sui depositi a zero.

Due persone sono rimaste ferite in maniera lieve in seguito all'esplosione, in Piazzale Roma a Venezia, del serbatoio del liquido refrigerante di un bus dell' Actv. Il mezzo era arrivato a piazzale Roma:l'autista stava per far scendere i passeggeri quando ha visto uscire del fumo dalla parte posteriore del bus seguito da un forte scoppio.Era esploso il serbatoio del liquido di refrigerazione del radiatore e l' acqua bollente ha investito 2 turisti, poi medicati in ospedale.

Prosegue il monitoraggio e il contenimento dei pesci siluro, che da qualche anno hanno invaso i corsi d’acqua del territorio provinciale veneziano. Nei giorni scorsi sono stati catturati circa un centinaio di siluri per un peso totale di circa 8 quintali (tre di questi esemplari pesavano 164 chili!). L’operazione portata a termine dalla Fipsas (Federazione italiana pesca sportiva e attività subacquee) e autorizzata dall’assessore alla Pesca e polizia provinciale Giuseppe Canali e dagli uffici provinciali caccia e pesca e si è svolta  nelle acque dei fiumi Zero e Dese a Marcon, attraverso il posizionamento di reti a tremaglio e l’utilizzo dell’elettrostorditore. L’assessore Canali: «L’operazione ha l’obiettivo della tutela dei nostri corsi d’acqua e delle specie autoctone. I siluri sono infatti dei predatori, una specie non autoctona che impoverisce i nostri corsi d’acqua. Un ringraziamento va alla Fipsas per il prezioso e valido aiuto durante queste operazioni. Contemporaneamente sono in corso altre attività in tutte le aree della nostra provincia».
 

La sfilata dei carri allegorici a Treviso, prevista ieri pomeriggio ma rinviata a sabato 8 marzo, a causa delle previsioni di pioggia (che poi non c'è stata), ha provocato lo spostamento del convegno diocesano annuale della Pastorale della salute e dei ministri straordinari della Comunione. Un appuntamento che di solito muove oltre un migliaio di persone e che sarebbe impossibile tenere nella chiesa di San Nicolò, proprio in centro a Treviso.

La nuova sede è dunque la chiesa parrocchiale di Paese, dalle 15 alle 17, sul tema “Con la gioia del Vangelo nell'ultima periferia, la morte".

Il presidente russo Vladimir Putin ha ordinate alle truppe che stavano prendendo parte alle manovre lungo il confine dell'Ucraina di rientrare nelle loro basi permanenti. La notizia, diffusa stamattina dall'agenzia russa RIA Novosti, che cita il portavoce del presidente, Dmitry Peskov, potrebbe abbassare la tensione internazionale, aggravata, ieri, dalle dichiarazioni dell'inviato di Mosca all'Onu, Vitaly Churkin. Churkin aveva mostrato una lettera del deposto presidente ucraino Viktor Yanukovich che chiede alla Russia un intervento militare in Ucraina per "ristabilire l'ordine". (Asianews)

“Nel prossimo decreto Salva Roma dovranno essere inserite delle forme di premialità per i comuni della Marca trevigiana che in termini di virtuosità, va ricordato, sono i primi in Italia. In caso contrario sarà davvero difficile votare l’ennesimo provvedimento che agli occhi di noi sindaci, che in questi anni abbiamo fatto grossi sacrifici con i nostri cittadini, appare un premio dato ancora una volta a chi non ha programmato una sana gestione del bilancio”. Lo ha affermato Simonetta Rubinato, parlamentare e sindaco del Pd, intervenendo stamane all’assemblea dei Comuni della Marca durante la quale è stata presentata un’indagine sui bilanci dei comuni della provincia di Treviso.

Tutto rinviato a sabato 8 marzo, per evitare che la pioggia rovini il carnevale del capoluogo trevigiano. Le previsioni meteo di domani martedì 4 marzo dicono che la pioggia continuerà per tutta la giornata. L’amministrazione comunale, come peraltro previsto già nell’ordinanza, ha così deciso di rinviare la sfilata a sabato 8 quando, secondo le previsioni, il tempo dovrebbe migliorare.
“Non vorremmo che la pioggia rovinasse una così bella festa per la città. L’entusiasmo è moltissimo, così come l’impegno di tutti coloro che per mesi e mesi hanno lavorato alla creazione dei carri – dichiara l’assessore alla cultura del Comune di Treviso Luciano Franchin - Sarebbe un peccato vedere un così bel lavoro rovinato dal maltempo. Preferiamo dunque rinviare la sfilata a sabato, quando le condizioni meteo dovrebbero essere decisamente migliori. Sarà una festa bellissima a cui sono invitati tutti i cittadini trevigiani e non solo”.

Nel quarto trimestre 2013, sulla base dell'indagine VenetoCongiuntura di Unioncamere condotta su un campione di 1.178 imprese con almeno tre addetti, le vendite al dettaglio hanno registrato una flessione di -0,6% (+1,1% nel trimestre precedente) rispetto allo stesso periodo del 2012. La dinamica negativa dei consumi è ascrivibile alle categorie del commercio al dettaglio specializzato sia nella vendita non alimentare (-2,5%) che alimentare (-1,8%).

Il giorno dopo l'appello di papa Francesco, la crisi ucraina è sempre in primo piano, con la Russia che fa sapere di non volere una guerra con Kiev - mentre avanzano le sue truppe in Crimea - e sostiene che Ianukovich ne è il legittimo presidente. Il G7 è unito contro Mosca, condanna quella che ritiene un'aggressione e sospende la partecipazione ad attività connesse alla preparazione del G8 di giugno a Sochi. Oggi a Ginevra incontro fra il segretario generale Onu Ban Ki Moon e il ministro degli Esteri russo Lavrov. Paura per i mercati borsistici, tutti in rosso con le tensioni, e Mosca che crolla.

I ministri delle Finanze e dell'Economia del G7 promettono sostegno all'Ucraina: ''Siamo impegnati a mobilizzare rapidamente assistenza tecnica per supportare l'Ucraina ad affrontare le sue sfide in campo macroeconomico, regolamentare e sul fronte anti-corruzione''.

Avvio in rosso per le Borse Europee a causa delle tensioni tra Russia e Ucraina. Francoforte (-2,55%) è la peggiore dietro a Parigi e Madrid (-1,8% entrambe), mentre Milano (-1,76%) riduce il calo e Londra lo limita all'1,33%. Soffrono Bank of Ireland (-6,02%), SocGen (-4,84%), Unicredit (-3,21%), Ubs (-2,54%) e Bnp (-2,27%). Giù anche Bayer (-2,82%) e Basf (-3,04%), secondo gli analisti particolarmente esposte nell'area. Segno meno per Renault (-3,89%) e Daimler (-2,78%).

Unica regia in chiave metropolitana, coordinamento delle polizie locali e sinergia con questure e prefetture per ottenere l'allontanamento dal territorio regionale dell'accattonaggio molesto organizzato da un vero e proprio racket. E' la prima fase del progetto "sicurezza metropolitana" allo studio tra i vertici delle polizie locali di Venezia, Padova e Treviso su input dei tre sindaci delle città capoluogo della PaTreVe.

 ''Mi appello al ministro dello sviluppo economico Guidi perche' convochi, entro la prossima settimana, come ha promesso il presidente Renzi, un tavolo dalle camicie rimboccate, nel senso che sia un tavolo operativo, non da cerimoniale, dove siano presenti i quattro governatori regionali, i rappresentanti dei lavoratori, la proprieta', per decidere l'exit-strategy da questa situazione. I presupposti per risolvere bene questo contenzioso ci sono tutti''. Lo sostiene, a proposito dell'Electrolux, il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia. ''Ovviamente questa e' una partita che e' da Presidenza del Consiglio, questo e' poco ma sicuro ed io l'ho detto a Renzi, incontrandolo a Roma e a Treviso - prosegue Zaia -. Il premier mi ha detto di aver coscienza del fatto che su questa partita il Governo deve esserci, ma adesso ci vogliono i risultati. Diciamo che 'e' finita la ricreazione' per usare un termine a lui caro''. 

Alla luce delle condizioni meteorologiche attese, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile del Veneto ha decretato lo stato di attenzione per rischio idraulico in alcune aree della regione, con validità fino alle ore 14 del 2 marzo prossimo. Si tratta dell’area Vene-C (Adige, Garda e Monti Lessini); Vene-E (Basso brenta-Bacchiglione); Vene F (Basso Piave, Sile, Bacino scolante in laguna); Vene G (Livenza, Lemene e Tagliamento).

Al momento non è attivata la sala operativa di coordinamento regionale in emergenza. E’ attivo il numero verde 800 990 009 per la segnalazione di ogni eventuale situazione di emergenza.

Sul Piano casa ter si stanno ricomponendo gli equilibri. Ieri il Direttivo di Anciveneto, convocato in forma straordinaria a Selvazzano Dentro (Pd), ha dato il via libera alla bozza di circolare esplicativa proposta dalla Regione Veneto. Inoltre ha formulato ulteriori proposte sulle modifiche normative attualmente al vaglio di Palazzo Balbi. "La trattativa fin qui condotta ha dato i suoi frutti –spiega il presidente dell’Anci regionale Giorgio Dal Negro- Molti dei cambiamenti nascono dalle proposte fatte dall’Associazione dei Comuni Veneti".

In questi giorni molti cittadini stanno ricevendo via sms o whatsApp richieste di sangue ARh negativo per una bambina che sta male. Ci sono anche un nome e un numero di cellulare, non attivo. L’Avis provinciale di Treviso (contattata da molti cittadini preoccupati) informa, per l’ennesima volta, che a nessuno dei Centri Trasfusionali o sedi Avis italiane, e tantomeno della provincia di Treviso e del Veneto, risulta alcuna richiesta simile. Dal 2007 continuano a girare sms con appelli di “emergenza sangue”, in particolare per bambini malati. “Si tratta di una notizia falsa o comunque che non ha un senso, dal momento che l'organizzazione a rete dei Centri trasfusionali in Veneto, e in generale in tutta Italia, permette oggi di superare ogni eventuale emergenza grazie all'interscambio - programmato o d'urgenza - di sacche di sangue fra i diversi ospedali – spiega la presidente dell’Avis provinciale, Vanda Pradal -. Questo garantendo a tutti i i cittadini sangue proveniente da donatori volontari, periodici e tenuti costantemente sotto controllo”.

L'Anas comunica che da lunedì 3 marzo a venerdì 21 marzo 2014, nella fascia oraria compresa tra le ore 9,00 e le ore 18,30 e con l’esclusione dei giorni festivi e prefestivi, sarà istituito il senso unico alternato dal km 13,230 al km 13,342 della strada statale 51  “di Alemagna”, nel territorio comunale di Vittorio Veneto in provincia di Treviso.
La limitazione alla circolazione, che contempla inoltre l’abbassamento del limite di velocità a 30 km/h e il divieto di sorpasso per tutti gli autoveicoli, si rende necessaria per consentire, nel tratto interessato, l’esecuzione dei lavori di rimozione delle interferenze con la linea elettrica nell’ambito dei lavori di costruzione della variante alla strada statale.

Un incontro aperto a tutti per parlare della condizione e dell’assistenza dei malati di Sla in Veneto: lo organizza sabato 1 marzo a Treviso l’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, AISLA, attiva da 31 anni a fianco dei pazienti e presente in Veneto dal 2008. All’incontro, in programma alle 15.00 alla Cooperativa Solidarietà in via Fossaggera 4/D a Treviso, interverranno il presidente nazionale di AISLA, Massimo Mauro, il vicepresidente nazionale Vincenzo Soverino, la presidente di AISLA Venezia, Gioia Marcassa, la referente di AISLA Belluno, Nicoletta Colle e il referente di Aisla Vicenza, Adriano Cracco. Parteciperanno inoltre l’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare (UILDM) e ASLA Onlus. L’incontro sarà l’occasione per affrontare i principali temi legati all’assistenza dei malati di Sla in Veneto. Si parlerà anche delle particolari necessità dei malati che non possono essere assistiti a domicilio .

"Matteo Renzi e il nuovo governo non hanno la bacchetta magica, bisogna farli lavorare". Lo dice Luciano Benetton che oggi con altri imprenditori ha incontrato a Treviso il premier. "I progetti che ha illustrato finora - ha aggiunto - piacciano assai a molti miei colleghi, nessuno fa una piega". Per Benetton tuttavia anche il taglio al fisco da solo non basta, e Renzi potrebbe essere "l'ultimo treno" per il Paese: "la corda è finita, non vedo cosa potrebbe accadere se fallisse".