Ultim'ora

“Il Signore è più grande dei pregiudizi”. E’ quanto affermato da Papa Francesco all’Angelus in Piazza San Pietro, dedicato all’incontro tra Gesù e la donna samaritana, raccontato dal Vangelo domenicale. Il Papa ha sottolineato che tutti siamo alla ricerca dell’acqua viva della Misericordia ed ha soggiunto che la Quaresima è il tempo opportuno per “guardarci dentro”. Il Pontefice ha infine dato appuntamento, venerdì prossimo, alla Giornata penitenziale “24 ore per il Signore”. Sarà, ha detto, "una festa del perdono".

In riferimento alla situazione meteorologica attesa sul territorio regionale, preso atto dell’Avviso di Criticità Idrogeologica e Idraulica emesso oggi alle ore 14 dal Centro Funzionale Decentrato della Regione del Veneto, al fine di garantire un monitoraggio costante della situazione e la massima prontezza operativa del Sistema Regionale di Protezione Civile, il Centro stesso ha dichiarato dalle ore 18.00 di oggi alle ore 14.00 di lunedì 24 marzo

 

per rischio idrogeologico

lo STATO DI ATTENZIONE su

Vene-A (Alto Piave – provincia di Belluno)

Vene-B (Alto Brenta-Bacchiglione, nelle province di Vicenza, Belluno e Treviso)

Vene-C (Adige-Garda e Monti Lessini)

Vene-E (Basso Brenta – Bacchiglione)

Vene-F (Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna)

Vene-G (Livenza, Lemene e Tagliamento)

 

per rischio idraulico

lo STATO DI ATTENZIONE su

Vene-E (Basso Brenta – Bacchiglione).

 

Le amministrazioni dovranno porre in atto - ricorda il Centro con una nota - le procedure di allertamento dovute a conclamate criticità o particolari sofferenze idrogeologiche e idrauliche presenti nel territorio di competenza. In particolare i Comuni caratterizzati dalla presenza di fenomeni franosi dovranno attivare idonee azioni di controllo del territorio. Il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile del Veneto richiede la piena operatività delle componenti del Sistema di Protezione Civile, che si attiveranno secondo quanto previsto dai rispettivi Piani di Emergenza, e invita gli Enti territoriali competenti a seguire costantemente l’evoluzione dei fenomeni localizzati. È in ogni caso attivo il servizio di reperibilità al Numero Verde 800 990 009 per la segnalazione di ogni eventuale situazione di emergenza.

Ultime ore di sole per le regioni del Nord e del Centro. Da sabato il tempo cambiera' radicalmente. Pioggia in pianura, accompagnata anche da temporali e tantissima neve sulle Alpi fin sopra i 4/500 metri nella giornata di domenica, sopra i 7/900 metri sugli Appennini. Sabato con l'arrivo di Artemide assisteremo ad un graduale ma vistoso calo termico con valori massimi che domenica non dovrebbero superare gli 11/13 gradi, ossia circa 7/8 gradi in meno rispetto ai giorni precedenti. Piu' freddo per alcuni giorni quindi, poi da meta' della settimana prossima le temperature dovrebbero rientrare nella norma e Artemide sara' solo un ricordo.

Il Consiglio dei Ministri, nel corso della riunione di questa mattina, ha preso atto della comunicazione del ministro dell'Interno, Angelino Alfano, nella quale dichiara di aver individuato, a norma dell'art. 3 della legge 182/1991, in domenica 25 maggio 2014 la data di svolgimento delle consultazioni amministrative per il rinnovo dei sindaci e dei relativi Consigli comunali nelle regioni a statuto ordinario. L'eventuale turno di ballottaggio e' previsto per la successiva domenica 8 giugno. Il decreto del ministro Alfano di fissazione della data tiene conto dei principi di riduzione della spesa pubblica svolgendo, nella medesima data delle elezioni europee, le altre consultazioni elettorali previste nel corso dell'anno.Nella diocesi di Treviso andranno al voto oltre quaranta Comuni, tra cui alcuni sopra i 15 mila abitanti: Mogliano, Paese, Preganziol, Spinea, Scorzè e Noale.

Sgominata dalla polizia Stradale di Treviso un'organizzazione internazionale dedita al traffico e riciclaggio di auto di lusso: sei arresti e una decina di perquisizioni tra Italia e Svizzera. L'operazione della polizia di Stato, coordinata dalla magistratura trevigiana, è scattata alle prime ore di oggi tra Veneto, Lombardia, Sicilia e il paese elvetico. Centinaia le auto riciclate grazie a truffe, furti, impropri azioni indebite, e che venivano vendute un po' in tutta Europa.

Sospensione anticipata per l'obbligo di catene a bordo o l'adozione di gomme da neve in autostrada, sulla rete di Autovie Venete. Le temperature più alte della media che stanno caratterizzando questo periodo, infatti, hanno fatto anticipare la scadenza a ieri, giovedì 20 marzo. Normalmente l'obbligo restava in vigore fino al 15 aprile, ma l'assenza di precipitazioni nevose e le temperature decisamente miti consentono un ritiro dell'ordinanza. Non sarà più necessario avere le catene al seguito e gli pneumatici invernali potranno essere sostituiti da quelli normali. I tratti interessati sono: in A4 dal Terraglio (A57 Tangenziale di Mestre) fino a Sistiana; in A28 da Portogruaro all'interconnessione con la A27 (Conegliano); in A23 da Udine Sud fino all'interconnessione con la A4 (Palmanova); A34 da Villesse a Gorizia

''Voglio nuotare fino alle Olimpiadi del 2016, poi lascerò'': lo dice Federica Pellegrini in un'intervista con il settimanale 'Grazia'. ''Vorrei essere moglie, madre, con un lavoro tranquillo - continua la 25enne campionessa azzurra - Sono una persona riservata, non credo che, dopo il nuoto, avrò ancora voglia di stare sotto i riflettori.

''Voglio nuotare fino alle Olimpiadi del 2016, poi lascerò'': lo dice Federica Pellegrini in un'intervista con il settimanale 'Grazia'. ''Vorrei essere moglie, madre, con un lavoro tranquillo - continua la 25enne campionessa azzurra - Sono una persona riservata, non credo che, dopo il nuoto, avrò ancora voglia di stare sotto i riflettori.

Un frate francescano, Alfredo Bizzotto, di 68 anni, è morto dopo essere caduto lungo un ghiaione sopra Madonna del Covolo, nel trevigiano. Il corpo del religioso, che svolgeva il suo ministero a Padova nella Basilica di Sant'Antonio, è stato recuperato nella notte dalle squadre del soccorso alpino. Non si esclude un malore. L'allarme era stato lanciato nella tarda serata di ieri da alcuni 'runner' che si stavano allenando nella corsa in montagna.

“Il fatto che chi chiede l'indipendenza del Veneto abbia scelto la provincia di Treviso per chiudere le giornate di consultazione deve farci riflettere”. A dichiararlo è Lorena Andreetta, segretaria provinciale del Partito Democratico di Treviso. “Diventare come la Crimea non è un orizzonte che possiamo accettare. L'idea, economicamente perdente e priva di fondamento giuridico, di staccare la nostra regione dall'Italia non mi appassiona. Ma ritengo che non vanno banalizzate le posizioni di chi non si formalizza sui numeri o sulla legittimità della consultazione per rimarcare un disagio, per proporre in maniera costruttiva uno Stato  che investa maggiormente nella responsabilità degli amministratori locali” .

“Con l’emendamento approvato oggi in consiglio regionale sulla combustione controllata sul posto di ramaglie, tralci e materiale vegetale residuo,  il Veneto si allinea ad altre regioni che avevano già legiferato in merito  responsabilizzando i Comuni sulle specificità del loro territorio". Lo afferma Coldiretti nell’apprendere il positivo epilogo della vicenda della bruciatura gli scarti derivanti dalle operazioni di potatura, sfalcio, manutenzione e cura della campagna. Saranno le amministrazioni comunali, dunque, ad individuare le aree, il periodo, gli orari in cui sono consentiti i fuochi sul terreno nel rispetto delle normative vigenti - spiega una nota della Coldiretti -. Di tutt’altra impostazione  era, invece, la lettera inviata dagli uffici regionali a tutti i Sindaci che invitava ad applicare un provvedimento nazionale elencando addirittura le sanzioni anche penali. “E’ una prassi consolidata e rientra nel codice delle buone pratiche agricole” – spiega Coldiretti che ricorda quanto questo metodo a volte sia stato utile per fermare epidemie da parassiti delle piante anche in area urbana come il bruco americano e la Psa del kiwi. “La vigilanza da parte del produttore o del conduttore del fondo è una condizione necessaria in questi casi per evitare danni – commenta Coldiretti -  ma come si applica in agricoltura sarebbe consigliato che la stessa attenzione e cura fosse riservata anche da parte di chi emana  circolari che creano solo allarmismi aggravati da prese di posizione su stampa inutili. Diamo atto che la “politica del fare” ha reso giustizia al lavoro quotidiano della gente dei campi nell’interesse generale della collettività”.

Il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro oggi in riunione a Veneto Strade, tra i vari argomenti trattati ha portato all’attenzione il problema dell’ordinanza dell’obbligo di pneumatici invernali, in vigore sino al 15 aprile. “Chiedo ad Autostrade per l’Italia un provvedimento straordinario affinché tolga con anticipo, per i tratti in pianura, l’ordinanza che obbliga i cittadini a dotarsi di catene o di pneumatici da neve. Le condizioni atmosferiche di questo inverno testimoniano che ormai i rischi di gelate o di neve dovrebbero essere scongiurati, quindi è opportuno ritirare in anticipo l'ordinanza”.

L‘uomo che confida in se stesso, nelle proprie ricchezze o nelle ideologie è destinato all‘infelicità. Chi confida nel Signore, invece, dà frutti anche nel tempo della siccità: è quanto ha detto Papa Francesco oggi, durante la messa a Santa Marta. “Soltanto nel Signore - afferma il Pontefice - è la nostra sicura fiducia. Altre fiducie non servono, non ci salvano, non ci danno vita, non ci danno gioia”. Ed è quello che succede al ricco del Vangelo che “aveva tutto”, ma “non si accorgeva che alla porta della sua casa, coperto di piaghe”, c’era un povero, Lazzaro. Mentre il ricco “non ha nome”: “E questa è la maledizione più forte di quello che confida in se stesso o nelle forze, nelle possibilità degli uomini e non in Dio: perdere il nome

È necessario “incentivare i consumi senza ritornare nella logica perversa del consumismo che divora il consumatore” e “sostenere in modo incisivo chi crea lavoro e occupazione semplificando le inutili dannose burocrazie”. Sono i due “binari virtuosi”, necessari per rilanciare l‘economica, che sono stati indicati dal cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Cei, in occasione della messa celebrata ieri pomeriggio nella cattedrale di San Lorenzo per la solennità di san Giuseppe, patrono dei lavoratori. Il cardinale ha poi parlato della necessità di “rimodulare la concezione del lavoro” perché “il vecchio schema di contrapposizione è superato e non porta oggi da nessuna parte”.

Nonostante l'impegno del Governo di convocare il tavolo della trattativa Electrolux l'8 aprile, i delegati Rsu dello stabilimento di Susegana hanno deciso di proseguire lo ''stato di agitazione'', con la continuita' dei presidi e nuovi scioperi e proteste. ''Chiediamo impegni piu' certi, specie per quanto riguarda il mantenimento degli stabilimenti in Italia - spiegano in una nota -. Inoltre non e' ancora chiaro come si potra' rinnovare l'accordo su un altro anno di contratti di solidarieta' entro la scadenza di fine marzo, quando il confronto fra le parti e' in agenda solo l'8 aprile''.

La crisi ha fatto fare al Veneto un salto indietro di 13 anni: nel 2013 il Pil regionale è crollato del -1,6% sul 2012, riportando l'area sotto i livelli del 2000. Rispetto al 2007, invece, sono stati persi 10,5 punti di Pil (quasi 12 di Pil pro-capite), bruciando in termini reali circa 13,5 miliardi di euro, cioè tutto ciò che l'economia regionale aveva prodotto da inizio del decennio. E' il quadro tracciato dall'Unioncamere nel rapporto sull'economia del Veneto 2013 e previsioni 2014.

La Regione, attraverso gli uffici tecnici, a salvaguardia della pubblica incolumità ha ravvisato gli estremi della somma urgenza autorizzando lavori di pronto intervento per il ripristino e la messa in sicurezza dell’alveo del ramo di Cimadolmo nei comuni di Cimadolmo e Santa Lucia di Piave (Treviso), a seguito degli eventi atmosferici delle scorse settimane. L’importo dei lavori è di 300 mila euro. Ne dà comunicazione l’assessore regionale alla difesa del suolo Maurizio Conte. Gli eventi meteorologici dei mesi scorsi, che hanno interessato anche il bacino del fiume Piave, hanno determinato la deviazione del filone attivo sul ramo di Cimadolmo, provocando erosione e smottamenti alle opere idrauliche.

L'aula della Camera ha dato il via libera definitivo al decreto legge sugli scatti di stipendio del personale della scuola. I voti favorevoli sono stati 316, uno contrario e 97 astenuti. Il provvedimento, gia' approvato dal Senato, diventa legge

“La Quaresima è per aggiustare la vita, sistemare la vita, cambiare la vita, per avvicinarsi al Signore”. Così Papa Francesco, nell’omelia della messa celebrata questa mattina a Santa Marta, nella quale, commentando le letture odierne, ha messo in guardia dall’ipocrisia, “segno che noi siamo lontani dal Signore”. “L’ipocrita - ha spiegato il Pontefice - non ha bisogno del Signore, si salva da se stesso, così pensa, e si traveste da santo”. Di qui il riferimento agli ipocriti che “si truccano da buoni: fanno faccia di immaginetta, pregano guardando al cielo, facendosi vedere, si sentono più giusti degli altri, disprezzano gli altri”, ma nessuno, ha puntualizzato il Papa, “è giusto da se stesso. Tutti abbiamo bisogno di essere giustificati. E l’unico che ci giustifica è Gesù Cristo”.

Continua sull'Italia un clima pressoche' primaverile grazie alla costante presenza dell'alta pressione che garantisce prevalenza di sole su buona parte della penisola e temperature molto gradevoli, specialmente durante il giorno. La redazione web del sito www.ilmeteo.it conferma la persistenza del bel tempo sul nostro paese, con temperature in progressivo aumento e punte fino a 22/23 gradi. Da segnalare solamente delle foschie e nebbie mattutine, localmente anche dense, in particolare al Nordest. E' confermato un cambio radicale del tempo subito dopo l'equinozio primaverile ( 20 marzo ), quando correnti instabili atlantiche porteranno una perturbazione al Nord e poi anche al Centro.

''Sciopero nazionale di 24 ore domani nel trasporto pubblico locale''. A proclamarlo unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Autoferrotranvieri e Faisa Cisal ''per il contratto scaduto ormai da sette anni''. Per le organizzazioni sindacali ''le associazioni datoriali del settore Asstra e Anav hanno confermato, anche in occasione dell'ultimo incontro al Ministero dei Trasporti, che l'attuale quadro di finanziamento del settore rende possibile il rinnovo contrattuale solo a condizione che esso risulti integralmente autofinanziato. Questa posizione datoriale - spiegano unitariamente Filt, Fit, Uilt, Ugl e Faisa - ha impedito qualsiasi possibile sviluppo immediato e concreto del confronto per la ripresa del quale i ministri Lupi e Poletti hanno comunque confermato il proprio impegno''.

E' stata inaugurata oggi nella sede delle Acli provinciali di Venezia a Marghera una mostra fotografica dal titolo “Agorà”, un percorso di riflessione sul tema del rispetto delle persone e dell’ambiente e contro lo spreco e le ingiustizie sociali, tutti temi cari al mondo associativo delle Acli e che preparano, sulla scia delle continue esortazioni di Papa Francesco in una direzione di cambiamento, anche ad affrontare il tema dell’Expo 2015 “Nutrire il pianeta. Energia per la vita”. All’inaugurazione della mostra partecipano il presidente delle Acli di Venezia Mauro Papandrea, il presidente Ipsia Venezia Paolo Grigolato, il direttore della Caritas del patriarcato di Venezia monsignor Dino Pistolato, il vicesindaco del Comune di Venezia Sandro Simionato e l’autore delle foto Francesco Dori. Dall’inquinamento ambientale alle ingiustizie sociali, dalla crisi del lavoro allo spreco del cibo, gli scatti fotografici realizzati da Francesco Dori, un giovane che a causa di un‘improvvisa disabilità ha scoperto nella fotografia un nuovo modo di guardare la realtà, sviluppano un percorso di riflessione su come stiamo rischiando di far saltare quel patto tra generazioni che ha consentito nel tempo di far progredire l‘umanità migliorando la qualità di vita generale delle persone senza danneggiare la terra in cui viviamo.  

Con un volo di Stato proveniente dagli Stati Uniti, è giunta stamattina alle 8 all’aeroporto Marco Polo di Tessera (Venezia) Giulia Bottacin, la giovane di 26 anni di Paese (Treviso), ricoverata in coma dal 29 gennaio scorso a Orlando, a seguito di un grave incidente stradale occorsole nella città statunitense. Il volo doveva arrivare alle 7.20 a Treviso ma è stato dirottato su Venezia a causa della nebbia. La Presidenza del Consiglio dei Ministri, accogliendo la richiesta formulata ufficialmente dal Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia il 28 febbraio scorso, aveva autorizzato il volo di Stato per motivi umanitari. A bordo dell’aereo era presente un’equipe medica dell’ospedale Ca’ Foncello di Treviso, dove Giulia Bottacin è stata subito trasferita in autoambulanza. L’operazione è stata coordinata da Paolo Rosi, Coordinatore regionale del Suem 118. “Bentornata Giulia”, ha commentato il presidente Zaia non appena informato dell’arrivo. “Siamo felici di aver potuto contribuire al tuo ritorno in Veneto e desidero che tu e la tua famiglia sappiate che la sanità veneta e i nostri bravissimi specialisti sono ora a tua disposizione per le cure più appropriate. L’augurio che ti rivolgo a nome di tutti i veneti è di una rapida e completa guarigione”.

''A Verona 1500 iscritti ai test di medicina per accedere a 177 posti; a Padova, dove devono ancora essere chiuse le preiscrizioni, non dovrebbe andare meglio. Non e' cosi' che si possono trovare e scegliere i migliori. Non e' un test a crocette fatto a 18 anni che puo' dire se un giovane potra' essere un bravo medico. In Italia siamo di fronte ad un sistema di accesso allo studio troppo simile a una lotteria, che finisce per penalizzare tanti giovani intelligenti e volonterosi, che va profondamente modificato o addirittura eliminato''. Lo afferma in una nota il presidente della regione Veneto, Luca Zaia, alla luce dei dati sulle possibilita' di accesso alle Facolta' di Medicina di Padova e Verona, sottolineando che, a sua detta, ''la riforma Carrozza e' da rifare'', soprattutto in materia di borse di studio ''Tutti devono poter dimostrare il loro valore - prosegue Zaia - e devono poter partire con pari opportunita', poi saranno gli studi e gli esami a fare la vera selezione, basata sulle capacita' di ognuno, sulla preparazione e sul sapere.

Sarà papa Francesco, con una celebrazione penitenziale a San Pietro, a dare inizio - alle 17 di venerdì 28 marzo - all’iniziativa del Pontificio consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione dal titolo “Ventiquattr’ore ore per il Signore”. Una giornata intera dedicata al sacramento della Penitenza, in un contesto di adorazione eucaristica, a cui tutte le diocesi e le parrocchie sono state invitate ad aderire. Durante la celebrazione papa Francesco accoglierà in confessione alcuni fedeli. Si tratta di mettersi, con il Santo Padre, in adorazione e di accostarsi alla confessione dal pomeriggio di venerdì 28 marzo alle 17 di sabato 29 marzo. Anche la nostra diocesi aderisce all’iniziativa, di cui saranno dati maggiori dettagli la prossima settimana. A Treviso la chiesa destinata in modo particolare alle “Ventiquattr’ore ore per il Signore” è la chiesetta dell’istituto Zanotti.