Ultim'ora
stampa

Dramma a Motta, Manildo: "Serve una rivoluzione culturale. Affrontiamo questo tema prima di tutto abbassando i toni"

"Prima di tutto il cordoglio e la vicinanza alla famiglia. Un fatto drammatico per il quale è difficile usare le parole giuste - dichiara il sindaco di Treviso Giovanni Manildo in merito alla scomparsa di un gestore che stava dando ospitalità ad alcuni migranti a Motta - La disgrazia di Motta è un terribile segno, l’esito dell'incapacità di gestire questo tema insieme, come comunità. Credo tuttavia che una riflessione sia necessaria. Dobbiamo fare attenzione al clima che si sta creando intorno al tema dell’accoglienza. Sulla narrazione e sulla la gestione del tema dei migranti serve l'aiuto di tutti . Serve una rivoluzione culturale: a ciascuno la sua parte, l'assunzione di responsabilità sociale è necessaria. Ogni istituzione, ogni sindaco, ogni cittadino deve fare ciò che è necessario. Affrontiamo questo tema prima di tutto abbassando i toni e poi ponendoci nell’ordine di idee che questo problema ci riguarda tutti". Secondo le prime ricostruzioni l'uomo sarebbe morto suicida e qualcuno collega il fatto alla recente contestazione subita da alcuni militanti della Lega Nord.

Fonte: Comunicato stampa
Dramma a Motta, Manildo: "Serve una rivoluzione culturale. Affrontiamo questo tema prima di tutto abbassando i toni"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento