Ultim'ora
stampa

Galan verso gli arresti domiciliari

I legali di Giancarlo Galan hanno chiesto il patteggiamento a 2 anni e 10 mesi di reclusione e una confisca per 2,6 milioni di euro. L'istanza è stata presentata alla procura di Venezia. I difensori hanno inoltre chiesto i domiciliari per l'ex governatore veneto. Proposta accolta dalla procura e inviata al Gip per la decisione. Per la Procura della Repubblica di Venezia che ha accolto la richiesta di Galan, l'ipotesi di pena è congrua. "La sanzione complessiva risponde infatti - secondo il Procuratore Luigi Delpino e il procuratore aggiunto Carlo Nordio - al fondamentale criterio di rieducazione contenuto nell'Art. 27 della Costituzione, e ai criteri di ragionevolezza ed economia processuale che hanno ispirato il legislatore a introdurre l'istituto del patteggiamento". La presidente dei Gip di Venezia, Giuliana Galasso, si è riservata, fino a domani, la presa in esame degli atti relativi all'ipotesi di patteggiamento, e conseguentemente dei domiciliari, per l'ex presidente del Veneto Giancarlo Galan. I legali del parlamentare, nell'ipotesi di accordo, hanno chiesto che l'udienza di patteggiamento si tenga il 16 ottobre prossimo assieme all'altra ventina di udienze previste sempre nell'ambito dei patteggiamenti nell'inchiesta Mose. Delle udienze si farà carico la stessa Galasso.

Fonte: Ansa
Galan verso gli arresti domiciliari
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento