Chiesa

"Una grande impresa in perdita". Così Papa Francesco, nella preghiera ecumenica a Ginevra, ha definito l'ecumenismo, mettendo in guardia dalla divisione tra "conservatori" e "progressisti". Il cristiano si schiera solo da una parte: quella di Gesù e del Vangelo. Nell'incontro ecumenico, il Papa ha chiesto "un nuovo slancio evangelizzatore", ricordando che la Chiesa non è una Ong: cresce per attrazione.

Pubblicato l’Instrumentum Laboris per il Sinodo dei vescovi. Alla redazione finale di questo documento si è giunti attraverso un percorso molto partecipato: questionari, un seminario internazionale sulla condizione giovanile, una riunione presinodale.

Nel 40° anniversario dell’elezione a pontefice e della prematura scomparsa di papa Giovanni Paolo I, il museo Albino Luciani di Canale d’Agordo (Musal) organizza una ricca serie di eventi per ricordare il “Papa del sorriso” attraverso mostre fotografiche, incontri e concerti. Un ricco programma di eventi che avrà come teatro principale Canale d’Agordo.

Ricevendo sabato, nella Sala Clementina, il Forum delle associazioni familiari, il Papa ha lasciato da parte il testo scritto per parlare "con il cuore" a 360°, per quasi mezz'ora: "Non stancatevi di sostenere la crescita della natalità in Italia, sensibilizzando le istituzioni e l’opinione pubblica sull'importanza di dar vita a politiche e strutture più aperte al dono dei figli".

Sono i tre imperativi contenuti nel messaggio per la seconda Giornata mondiale, in programma il 18 novembre. "Un serio esame di coscienza", la richiesta, per dire no alla "fobia" verso i poveri e rifuggire dal protagonismo nelle attività a loro dedicate. Politiche "indegne", la denuncia, spesso opprimono o intimoriscono i poveri.

Venerdì 8 giugno, nel tempio di San Nicolò, si è svolta l’Assemblea conclusiva dell’Anno pastorale 2017 - 2018, un’esperienza ecclesiale significativa per ringraziare il Signore, come ha ricordato il Vescovo, “una grande comune professione di fede nel Signore da parte di questa Chiesa e di tutte le sue comunità e persone, che noi qui rappresentiamo”. Chiuso l’anno, prosegue il lavoro per attuare il Cammino Sinodale.

E’ mancato stamattina, dopo una lunga malattia. E' stato rettore del Seminario vescovile di Treviso dal 2013 e fino a qualche settimana fa (quando aveva rassegnato le proprie dimissioni per motivi di salute). Le esequie, presiedute dal vescovo Gianfranco Agostino Gardin, saranno celebrate presso il Tempio di S. Nicolò a Treviso, sabato 9 giugno alle ore 10.30.

Destinatari gli operatori di pastorale familiare (laici, presbiteri, religiosi). L'iniziativa è proposta da Facoltà teologica del Triveneto e Facoltà di Diritto canonico San Pio X di Venezia in collaborazione con il Tribunale ecclesiastico regionale triveneto e l’Osservatorio giuridico legislativo della Regione ecclesiastica triveneta.

Cosa vuole dire Gesù al mondo con la tua vita? E’ la chiamata alla santità che il Papa fa risuonare nella esortazione “Gaudete et Exsultate”. Domanda rivolta anche ai giovani

“L’ordinazione di un prete è una celebrazione dello stupore cristiano” ha detto il Vescovo che sabato 26 ha ordinato sacerdoti Oscar Pastro e Francesco Bellato. Il Signore, infatti, opera grandi cose attraverso la piccola persona del prete, che arriva a donarsi con la stessa passione di Gesù, inviato al suo popolo

Oltre duemila persone alla festa unitaria dell’Ac diocesana. Il Vescovo ha esortato i presenti ad “accogliere e trasmettere l’esempio di chi ci ha preceduto” e ad essere oggi “testimoni per attrazione: dobbiamo far dire con la nostra testimonianza che essere cristiani è bello”.

La messa con il Vescovo e la "visita guidata" a dei metaforici "luoghi" associativi per conoscere la storia dei 150 anni di Ac. Questo in sintesi il programma della Festa unitaria dell'Ac, che si tiene a partire dalle 8.00 sul bastione Fra' Giocondo delle mura di Treviso. Invitati a visitare Beatnia, il Giordano e il Tabor...

Sabato 26 maggio don Oscar Pastro e don Francesco Bellato ricevono in cattedrale, dalle mani del Vescovo, l'ordinazione presbiterale. Nel suo messaggio mons. Gardin li incoraggia a conformare la loro vita a quella di Gesù, invitando tutti alla vicinanza e alla preghiera perché i nuovi sacerdoti si facciano umili strumenti della sua misericordia

Dare corpo a un "sistema italiano" di "fidei donum" e ridurre il numero delle diocesi. Sono due delle proposte di Papa Francesco alla Chiesa italiana, riunita in questi giorni in Vaticano per l'assemblea generale. Crisi delle vocazioni, povertà evangelica e trasparenza, riduzione delle diocesi, le tre "preoccupazioni" attorno a cui si è articolato il suo discorso a braccio, prima dell'incontro "a porte chiuse" con i vescovi.

“Cari fratelli e sorelle, sono lieto di annunciare che il 29 giugno, terrò un Concistoro per la nomina di 14 nuovi cardinali. La loro provenienza esprime l’universalità della Chiesa che continua ad annunciare l’amore misericordioso di Dio a tutti gli uomini della terra", ha detto ieri il Papa.

Lo ha annunciato – in latino come da tradizione – Papa Francesco, durante il Concistoro ordinario pubblico per la canonizzazione di sei beati., tra cui papa Montini e l'arcivescovo di San Salvador ucciso degli squadroni della morte.

Nasce per “rafforzare la comunicazione della Chiesa italiana nel dibattito pubblico partendo dalla notizia per andare oltre la notizia e offrendo percorsi di senso attorno a tematiche particolarmente sensibili e strettamente legate all’attualità”. Sulla scia delle opportunità offerte dalla multimedialità e dalla cross-medialità.

Sabato 12 maggio, in occasione dell’iniziativa “Venite e vedrete” alla Casa della carità verrà presentato il Bilancio sociale 2017. Un’occasione per scoprire, dietro i numeri, progetti e opere che declinano l’impegno della nostra chiesa diocesana.

Accoglienza, fraternità, dialogo: sono le tre parole che hanno fatto da "filo rosso" nella visita pastorale di Papa Francesco a Nomadelfia e Loppiano. Due comunità caratterizzate da "un clima di famiglia" a cui il successore di Pietro ha reso omaggio, insieme ai suoi due fondatori - don Zeno Saltini e Chiara Lubich - per i quali è in corso il processo di beatificazione.

A cinque anni dall’inizio del pontificato di papa Francesco dialogo tra un filosofo, Massimo Borghesi, e un teologo, Roberto Repole, sul tema Jorge Mario Bergoglio – Papa Francesco: la formazione, il pensiero, l’opera. Biografia intellettuale e sogno di una chiesa evangelica. L’appuntamento è martedì 29 maggio