sabato, 25 maggio 2024
Meteo - Tutiempo.net

Bepi Arvotti e Carlo Bussinello, una vita a servizio dell’oratorio

La comunità salesiana di San Donà di Piave piange due suoi storici componenti. Sono infatti partiti per il Cielo, nei giorni scorsi, Bepi Arvotti e Carlo Bussinello, storici coadiutori salesiani dell’oratorio di San Donà di Piave. Bepi e Carlo, entrambi nati nel 1933 nel veronese, hanno trascorso più di 60 anni di servizio nell’oratorio di San Donà, diventandone figure amate e stimate
09/05/2024

La comunità salesiana di San Donà di Piave piange due suoi storici componenti. Sono infatti partiti per il Cielo, nei giorni scorsi, Bepi Arvotti e Carlo Bussinello, storici coadiutori salesiani dell’oratorio di San Donà di Piave. Bepi e Carlo, entrambi nati nel 1933 nel veronese, hanno trascorso più di 60 anni di servizio nell’oratorio di San Donà, diventandone figure amate e stimate. “Sono arrivato qui il 1° febbraio 1960, in una città che non si era ancora ripresa del tutto dai postumi della guerra” ci aveva raccontato Bepi in un’intervista, nel gennaio 2020. Sarebbe rimasto in oratorio per tutto il resto della sua vita, diventando una presenza gentile e sorridente nel cortile, sempre disponibile per una partita a ping-pong o a servire popcorn (a volte sottobanco) al cinema del Don Bosco. Sono stati moltissimi i sandonatesi che in questi giorni gli hanno reso omaggio nella camera ardente, allestita nella cappellina dell’oratorio, a testimoniare il grande affetto che l’intera comunità nutriva nei suoi confronti. Le esequie, celebrate nel pomeriggio di lunedì 29 aprile nel campo da calcio dell’oratorio dall’ispettore salesiano nord-est assieme ad altri 30 sacerdoti, hanno visto la partecipazione di quasi tremila persone. Bepi è stato sempre una persona umile e semplice, che nello stile di don Bosco ha sempre avuto a cuore i giovani e la loro formazione, superando le diversità che, come ci aveva raccontato, “sono sempre occasione di ricchezza e non devono mai dividere”.

L’omelia, letta da un commosso don Silvio Zanchetta, direttore dell’oratorio di San Donà una quindicina di anni fa, è stata scritta a più mani da sacerdoti, suore e laici, che in questo modo hanno voluto salutare questa figura così amata: “Ti ringraziamo o Padre, perché hai nascosto queste cose ai dotti e ai sapienti e le hai rivelate agli umili” il saluto che la comunità salesiana ha dedicato a Bepi.

I funerali “del signor Carlo” com’era chiamato da tutti, invece, si sono celebrati nella mattinata di giovedì 2 maggio. L’omelia, pronunciata da don Enrico Gaetan, direttore dell’oratorio una decina di anni fa, ha ritratto Carlo e Bepi in modo semplice e commosso. “Quando penso a Carlo e Bepi li penso in Paradiso, come Pietro e Paolo: due colonne, due giganti della fede, ma due uomini profondamente diversi” ha esordito. Sono moltissimi i ricordi che Carlo ha lasciato in oratorio. Arrivato a San Donà nel 1962 dall’Istituto Coletti di Venezia dove fu formatore di Sartoria e Capo sarto e dove confezionò gli abiti all’allora patriarca Roncalli (futuro papa Giovanni XXIII), Carlo Bussinello divenne professore stimato e apprezzato del Centro professionale avviato proprio in quegli anni. “Carlo non amava molto parlare di sé - continua don Enrico Gaetan - e, se all’apparenza poteva sembrare burbero, in realtà nascondeva un cuore d’oro e una generosità infinita. Sapeva voler bene alle persone, ma non amava lasciarlo trasparire. Un uomo schietto con un profondo rispetto per le persone e i suoi superiori. Ed è proprio così che vogliamo ricordare Carlo: un «sarto» che ha saputo vestire l’abito della carità, decorandolo di umiltà e generosità”.

Carlo ora riposa nel cimitero della Pieve di Colognola ai Colli, suo paese natale, mentre Bepi nel cimitero di San Donà di Piave.

SEGUICI
EDITORIALI
archivio notizie
25/01/2024

Per questo, più volte (anche l’8 gennaio scorso al Corpo diplomatico accreditato presso la s. Sede),...

11/01/2024

La morte di don Edy ha sconvolto tutti, sia noi sacerdoti che i laici e le comunità cristiane che egli...

TREVISO
il territorio