sabato, 13 aprile 2024
Meteo - Tutiempo.net

Papa Francesco a Venezia il 28 aprile. Moraglia: “Messa a San Marco con i vescovi del Triveneto”

Confermate la visita alla Biennale e al carcere femminile della Giudecca. Si pensa anche a un incontro con i giovani del Patriarcato, con una rappresentanza triveneta

“Il filo conduttore” della visita di Papa Francesco a Venezia, il prossimo 28 aprile, “rispecchia l’identità di questa città e di questa Chiesa. Gli appuntamenti che si stanno predisponendo sono, infatti, nel segno della carità, della cultura e dell’arte”. Lo afferma il patriarca di Venezia Francesco Moraglia, in un’intervista curata dall’Ufficio comunicazioni sociali del Patriarcato.

“Significativo – spiega il presule – sarà l’appuntamento curato dal Dicastero vaticano per la Cultura e l’Educazione, che prende parte, come ente promotore del Padiglione della Santa Sede, alla 60.ma Biennale d’Arte di Venezia, e che organizza l’incontro che porterà Papa Francesco presso la Casa di reclusione femminile sull’isola della Giudecca; qui il Santo Padre visiterà – nella chiesa di S. Maria Maddalena delle Convertite – l’esposizione ‘Con i miei occhi’, realizzata in collaborazione con il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria del ministero della Giustizia”. “Da un lato, quindi – prosegue Moraglia –, la cultura e l’arte nella contemporaneità di una città come Venezia che da sempre unisce passato, presente e futuro in una sintesi sempre nuova; dall’altro, l’incontro con le donne ospiti di quel carcere e che certamente rappresentano un pezzo di mondo che spesso viene messo tra quegli ‘scarti’, talora invisibili, di cui tanto parla il Santo Padre e che lui, invece, ci invita a tenere presenti e mettere sempre al centro dell’attenzione”.Dal patriarca “gratitudine verso il Santo Padre che, oltretutto, mostra la sua grande vicinanza alla gente e alle terre del Triveneto. Abbiamo appena vissuto – ricorda – la Visita ad limina che ha avuto il suo momento culminante proprio nell’incontro bello, ricco e prolungato (due ore) col Santo Padre in cui abbiamo potuto dialogare su differenti temi che stanno a cuore ai vescovi e alle nostre Chiese particolari. Ed ora, in poche settimane, Francesco sarà prima a Venezia il 28 aprile e poi il 18 maggio a Verona e il 7 luglio a Trieste”.

“Stiamo pensando ad un possibile momento con i giovani del Patriarcato, magari anche con una rappresentanza dei giovani del Triveneto, affinché il Papa possa salutarli ed incontrarli; si tratta però di coordinare il tutto con l’organizzazione vaticana del viaggio papale”, ha aggiunto mons. Moraglia, che spiega: “Certamente ci sarà la Santa Messa – saremo in pieno tempo pasquale – che si prevede in piazza S. Marco, sullo sfondo della nostra splendida basilica cattedrale intitolata all’Evangelista patrono di Venezia e delle genti venete. Sarà questo l’evento culminante della visita di Papa Francesco alla città di Venezia e inviterò a quel momento anche i vescovi della Conferenza episcopale Triveneto. Ma, come è stato già detto, tutto andrà precisato e dettagliato bene nelle prossime settimane quando il quadro degli appuntamenti – con orari, luoghi, modalità di partecipazione ecc. – si farà più chiaro e diventerà ufficiale. Intanto gioiamo per l’annuncio ufficiale che è arrivato in queste ore e prepariamoci con la preghiera, con la nostra disponibilità personale e quella delle nostre comunità e con il desiderio di incontrare con affetto il successore di Pietro che viene a Venezia innanzitutto per confermare e rinnovare la nostra fede nel Signore Gesù, il nostro Redentore”.

SEGUICI
EDITORIALI
archivio notizie
25/01/2024

Per questo, più volte (anche l’8 gennaio scorso al Corpo diplomatico accreditato presso la s. Sede),...

11/01/2024

La morte di don Edy ha sconvolto tutti, sia noi sacerdoti che i laici e le comunità cristiane che egli...

TREVISO
il territorio