sabato, 13 luglio 2024
Meteo - Tutiempo.net

Edilizia scolastica: interventi nelle scuole di Biadene

Ritardi nei lavori alla primaria, alla scuola media una parte della didattica per l’anno prossimo sarà spostate in strutture prefabbricate

Tornano in primo piano le problematiche relative ai cantieri scolastici a Biadene di Montebelluna. Per quanto riguarda la costruzione del plesso unico della scuola primaria di Biadene-Pederiva, di cui sono evidenti i ritardi rispetto al cronoprogramma iniziale, l’Amministrazione comunale informa che il cantiere è in corso, ma - a causa di rallentamenti che non dipendono dal Comune - si stanno verificando ritardi sulle tempistiche che l’Amministrazione comunale sta cercando di limitare il più possibile.

La situazione è complessa anche a proposito dei lavori che interessano la scuola media Dante Alighieri e l’adiacente palestra. A tal proposito, il Comune ha deciso di installare nel giardino del plesso scolastico delle strutture prefabbricate, per creare un’area didattica provvisoria esterna, così da far convivere il cantiere e le lezioni nell’anno scolastico 2024/2025.

Il plesso e la palestra sono, infatti, interessati da un intervento reso possibile grazie al finanziamento del Pnrr di 2.646.500 (il costo complessivo dell’opera ammonta a 5.000.000 euro). Il progetto riguarda sia l’adeguamento sismico del fabbricato scolastico, sia la ricostruzione completa della palestra e la sistemazione dell’area esterna.

Per rendere compatibile l’attività didattica e lo svolgimento dei lavori, che, nel corso dell’anno scolastico 2023-2024 hanno già interessato sei aule precedentemente adibite ai laboratori e che saranno riconsegnate in occasione dell’avvio del prossimo anno scolastico, è stata condivisa la scelta con la dirigenza dell’Istituto Comprensivo n°2, di installare dieci aule prefabbricate che saranno utilizzate in parte per ospitare le lezioni e altre attività scolastiche. Altri spazi per le attività didattiche e attività complementari saranno disponibili attraverso ulteriori sei aule che non saranno per il momento interessate dai lavori di manutenzione straordinaria.

Nel corso dell’estate, i lavori riguarderanno la palestra e il corpo centrale del plesso. Nel frattempo si stanno anche valutando varie opzioni per assicurare l’attività motoria, visto che la palestra sarà interamente ricostruita.

“La scelta di mantenere unita la scolaresca, allestendo delle aule prefabbricate - ha commentato il dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo n° 2, Mario De Bortoli - è sicuramente l’opzione migliore per l’organizzazione complessiva del servizio didattico del prossimo anno scolastico. Certamente non mancheranno le difficoltà, ma sono certo che gli insegnanti e il personale ausiliario, gli alunni e le famiglie, sapranno affrontarle con spirito di collaborazione, sapendo di poter contare, al termine dei lavori, su un edificio più sicuro e riqualificato anche esteticamente”.

Secondo il sindaco di Montebelluna, Adalberto Bordin, “grazie al dialogo e alla collaborazione con l’Istituto scolastico, abbiamo condiviso la scelta di collocare dei prefabbricati dove ospitare delle aule per le lezioni nel periodo più impattante delle attività nel cantiere. Si tratta, ovviamente, di un assetto provvisorio ma necessario, per consentire il prosieguo dei lavori che restituiranno poi una scuola ancora più sicura e funzionale. Proprio per questo il Comune investirà circa 250.000 euro necessari per allestire l’area didattica grazie ai fondi dell’avanzo di amministrazione che andremo a destinare nelle prossime settimane”.

SEGUICI
EDITORIALI
archivio notizie
04/07/2024

Un “manifesto programmatico”

Ricordo che due sposi mi dissero che a loro il nuovo vescovo è subito piaciuto...

06/06/2024

Si tratta, da parte nostra, di un importante diritto-dovere civico, perché, per molti aspetti, è in gioco...

TREVISO
il territorio