giovedì, 22 febbraio 2024
Meteo - Tutiempo.net

Carnevale: migliaia di figuranti e 17 carri allegorici per il Martedì Grasso

Attese 60 mila persone. Artisti di strada, trampolieri, danzatori e giochi in legno in tutta la città per l’ultimo weekend. Il 13 febbraio gran finale con la sfilata
09/02/2024

Una nebbia lattiginosa, un freddo umido al tatto e l’aria densa che porta al naso un miscuglio di odore dei dolci carnevaleschi fritti e il sentore pungente degli scarichi delle auto. In questa atmosfera Treviso si appresta a chiudere in grande stile i festeggiamenti del Carnevale: 17 carri allegorici e 8 gruppi spontanei animeranno il corteo previsto per il gran finale – martedì 13 febbraio – di un weekend altrettanto ricco di colore, partecipazione e divertimento.

Sabato 10 e domenica 11 il capoluogo della Marca accoglierà nelle sue piazze principali tutto l’estro e la fantasia di artisti di strada, trampolieri, danzatori, giocolieri, equilibristi, e gruppi di artisti quali la compagnia teatrale Barbamoccolo e la compagnia Lex Serafo; i piccoli cittadini mascherati potranno anche divertirsi con i tradizionali giochi in legno che saranno a disposizione, domenica, in piazzetta Aldo Moro. Sarà, come da tradizione, il Martedì Grasso l’evento clou dei festeggiamenti, con la quinta edizione della sfilata dei carri allegorici e dei gruppi di figuranti a piedi dell’associazione Carnevali di Marca, in partenza alle 14.15 da piazzale Burchiellati. In vista di un afflusso considerevole – sono oltre 60 mila le persone previste, pioggia permettendo –, sono state rafforzate le misure di sicurezza messe in campo dagli organizzatori, in grande sinergia con l’Amministrazione comunale, per rendere la manifestazione sicura e godibile a tutti. Inevitabili le limitazioni al traffico veicolare in più punti del centro storico, in particolare a viale Fra Giocondo, viale D’Alviano, Borgo Cavour, via Canova e piazza Duomo, punto di arrivo della sfilata; per questo tutti i cittadini sono invitati dagli organizzatori a muoversi con i mezzi pubblici – laddove possibile –, in bicicletta o a piedi. Per quanto riguarda i mezzi pubblici, tutte le segnalazioni su percorsi e deviazioni saranno pubblicate sul sito di Mobilità di marca alla pagina https://mobilitadimarca.it/info-mobilita. L’azienda, per rimanere sempre informati, consiglia di iscriversi al canale Telegram (https://t.me/mobilitadimarca), nel quale saranno pubblicate tutte le comunicazioni. Le premiazioni avverranno sul palco che sarà allestito al bastione San Marco, dove si incoroneranno il miglior carro, il miglior gruppo e la miglior coreografia. La giuria, presieduta da Marco Varisco, avrà l’onere di soppesare la qualità, l’energia e la creatività dimostrate da migliaia di volontari da tutto il territorio della Marca, che hanno voluto omaggiare personaggi classici della narrativa per bambini – Pinocchio, i pirati... – e della cultura popolare – Walt Disney, SuperMario, Arlecchino, Willy Wonka... –, ma anche ampliare lo sguardo sulle tematiche sociali e soprattutto ambientali, anche quest’anno di tendenza. Un’attenzione che ha convinto gli organizzatori, se non altro, a vietare l’utilizzo di coriandoli di plastica, preferendo quelli in carta.

Su dichiarazione stessa dell’associazione Carnevali di Marca, la sfilata punta non solo sul divertimento, ma anche su una partecipazione il più possibile allargata: sono confermate la diretta della manifestazione su Antenna Tre – seguita lo scorso anno da oltre 80 mila persone – e in generale un’attenzione particolare sull’inclusione sociale. Anche per questa edizione, infatti, sarà allestito il palco speciale in piazzale Burchiellati che ospiterà decine di anziani ospiti delle strutture Israa: da quest’area protetta potranno godere dei festeggiamenti e, chissà, tornare anche loro un po’ bambini. Inoltre, alcuni carri e soprattutto i gruppi di figuranti a piedi porteranno nelle strade del capoluogo, con enorme energia ed entusiasmo, la propria cultura di appartenenza e, al tempo stesso, la loro integrazione al nostro territorio. Così nel Carnevale trevigiano si tenta di esprimere e restituire alle migliaia di persone accorse non solo la spontaneità, la creatività e la voglia di aggregazione, ma anche il valore della condivisione e di una comunità accogliente.

Sullo sfondo, però, resta una vera e propria emergenza ambientale e un’aria che mette a repentaglio la salute dei cittadini e delle cittadine: quest’anno – come probabilmente anche gli anni a venire – visti i ripetuti sforamenti dei livelli massimi di concentrazione di polveri sottili nell’ambiente, alla mascherina colorata qualcuno potrebbe preferire una ffp2.

A questo link sono disponibili tutte le informazioni su sosta e viabilità.

SEGUICI
EDITORIALI
archivio notizie
25/01/2024

Per questo, più volte (anche l’8 gennaio scorso al Corpo diplomatico accreditato presso la s. Sede),...

11/01/2024

La morte di don Edy ha sconvolto tutti, sia noi sacerdoti che i laici e le comunità cristiane che egli...

TREVISO
il territorio