Sandonatese

“Garantire la continuità nell’amministrazione della fondazione per assicurare anche per il futuro l’opera meritoria da un punto di vista umano e cristiano dei Piccoli Rifugi e mantenere vivo il carisma della fondatrice" sono i compiti affidati dal Vescovo al nuovo Consiglio d'amministrazione

Nel fine settimana torna, in "presenza", il Festival della Bonifica. Tutti i cittadini sono coinvolti in spettacoli, mostre artistiche, presentazioni di libri, visite guidate e degustazioni gastronomiche. Il programma è incentrato sull’Agenda 2030

Tutti i progetti ideati nell'ambito del Giffoni film festival. Tre le azioni previste: i Cantieri di narrazione, una rete di laboratori e due campus annuali

L'artista, conosciuto teologo gesuita, ha tenuto un partecipato incontro aperto a tutta la comunità. Nell'opera, dedicata al mistero eucaristico, riprodotte anche due figure con mascherina che ricordano il sacrificio di medici e infermieri

“Abbiamo contattato tutti coloro che avevano prenotato ma che, per effetto della pandemia, avevano dovuto rinunciare alla visita – spiega il direttore della Direzione Amministrativa Ospedaliera, Marco Rizzato – è stato quindi chiesto se avessero ancora bisogno della prestazione e, in tal caso, è stato istantaneamente fornito il nuovo appuntamento”.

Confermato il sostegno della Città di San Donà alle attività svolte da “Casa Saretta”, che coinvolge le famiglie sandonatesi con minori in condizioni di difficoltà o che necessitano di un supporto per l’apprendimento della lingua italiana. Presso Casa Saretta è attivo anche un punto di ascolto.

Iniziati lo scorso 14 aprile i lavori per il nuovo e definitivo sistema di chiusura: verrà posta una paratia scorrevole in acciaio

Grazie all’iniziativa di un gruppo di ragazze, tra i 14 e i 16 anni, appartenenti all’Agesci di San Donà di Piave, i parchi e il verde pubblico saranno più puliti. “Crediamo nell’importanza di impegnarci personalmente per cambiare le cose. Speriamo che i cittadini facciano lo stesso, prendendosi cura con amore della loro città”.

Nonostante le restrizioni e l'impossibilità di festeggiare nei modi tradizionali, non si fermano le iniziative. Ecco il programma delle celebrazioni a partire dal 21 aprile e fino al 1° maggio

Fermata l’evoluzione della malattia nei primi 15 pazienti che hanno ricevuto la terapia al Covid-Hospital di Jesolo. I pazienti da sottoporre a terapia monoclonale vengono segnalati all’Uss4 dai medici di medicina generale perché devono essere in possesso di determinate caratteristiche.

La struttura, aperta nel 1934, sarà ampliata grazie a un progetto dell'architetto Francesco Dal Molin. Prevista una nuova biglietteria, una postazione per la distribuzione di volantini e caramelle e spazio sufficiente per accedere in sicurezza anche con la necessità di mantenere un distanziamento fisico fra le persone

L'Amministrazione comunale, insieme al Comune di Concordia Sagittaria, ha presentato un progetto con il quale si è candidata a un bando del Ministero dell'Ambiente, per realizzare ulteriori aree boschive

A partire da lunedì 8 e per tutto il mese di marzo verranno messi online sulla pagina facebook del comune di San Donà alcuni brevi video, in cui ad alcune tra le tante donne impegnate, a vario titolo, nel territorio, viene chiesto “cosa significa essere donna l’8 marzo 2021”.

Alcune associazioni sandonatesi sono state nella città bosniaca di Bihac per portare aiuti umanitari: consegnati oltre a generi alimentari anche giubbotti, scarpe, sciarpe, guanti e berretti per affrontare il gelido inverno

Da sabato 20 febbraio e ogni giorno fino al 25 marzo letture della Divina Commedia nel 700esimo di Dante. 34 lettori d'occasione, in circa 8 minuti, leggeranno o reciteranno a memoria un canto dell'Inferno. I video delle letture saranno disponibili ogni giorno dalle 18 sulla pagina Facebook del Comune e su YouTube

Martedì mattina personale dell’anestesia e rianimazione dell'ospedale di San Donà di Piave ha iniziato a “testare” dei dispositivi di protezione individuale (i cosiddetti dpi) di ultima generazione. Si tratta nello specifico di camici e tute di protezione contro gli agenti infettivi utilizzati da medici ed infermieri che lavorano a stretto contatto con pazienti positivi al Covid-19.