Treviso

Il progetto Operatori di strada delle parrocchie collabora con il Dipartimento per le dipendenze dell’Ulss. Martedì è stato fatto un bilancio delle iniziative, che puntano a cogliere nei giovani i sintomi di un disagio più profondo.

Il cantiere partirà a fine giugno e durerà circa diciotto mesi. Prevista la riqualificazione dell’area di piazzale Duca D’Aosta e del fabbricato viaggiatori. L'Amministrazione promette lavori anche a San Zeno, e poi all'intero quadrante, fino a piazza Giustiniani. L'assessora regionale De Berti annuncia l'imminente avvio del Quarto lotto della tangenziale e i fondi per il Terraglio est

Martedì 21 giugno la città si trasforma in uno straordinario palcoscenico. In Loggia dei Cavalieri riecheggeranno le “note moderne” e al Quartiere Latino le “Note classiche”. I giardini più belli della città e i palazzi più suggestivi diventeranno magici contenitori musicali pronti ad accogliere incursioni sonore guidate.

"Questi ragazzi, fra poco, andranno nel mondo per costruire il loro futuro e vedo in loro la soddisfazione di un percorso compiuto, il desiderio di affrontare la nuova vita per cui si sono preparati. Congratulazioni ragazzi e affrontate con coraggio le belle sfide che incontrerete!"

Il ricercatore e divulgatore scientifico, assieme al trainer di primo soccorso Simone Giovanelli, ha parlato ai ragazzi della secondaria di primo grado di Cardioprotezione. I due hanno portato avanti insieme una campagna di sensibilizzazione che è terminata la scorsa estate con l'approvazione di una nuova legge sul tema

Domenica 8 maggio almeno 6.500 donne sfileranno per le vie del centro cittadino per l'evento organizzato in collaborazione con Lilt. I dettagli sulla corsa, sulle partecipanti e sulle modifiche alla viabilità

La due giorni in tenda ha radunato a Cimadolmo 500 ragazze e ragazzi del Distretto trevigiano che hanno approfondito il loro “Sentiero” per divenire cittadini e cristiani migliori

A palazzo Rinaldi il 13 maggio alle ore 15. Il seminario è organizzato dalla comunità Papa Giovanni XXIII in collaborazione con Differenza donna (ente gestore del numero antiviolenza e antistalking 1522), Telefono rosa di Treviso e Cisl Belluno-Treviso

Dalla cultura allo sport, dall’enogastronomia alla partecipazione giovanile, le vie e nelle piazze cittadine ospiteranno più di 30 appuntamenti in grado di esaltare le produzioni del territorio e favorire l’aggregazione e la socialità.

Registrato un utile di 14, 3 milioni di euro. Il presidente Garofalo ricorda che, "nel momento del suo insediamento, l’Ente presentava una perdita di oltre 77 milioni di Euro, con un indebitamento bancario di quasi 200 milioni".

Dal 2 maggio all’11 luglio esposte all'interno del duomo 8 opere di Walter Marin a tema Incontro. Si tratta di un percorso spirituale dal titolo "Maestro, dove abiti?" "Venite e vedrete". Il 10 giugno eventi per la Lunga notte delle chiese

Nuova gestione della cooperativa La Esse e nuovi laboratori in partenza nella prima settimana di maggio. Il 7 la festa nella sede di viale Cairoli, con musica, mostre, spettacoli e tanto divertimento

Appuntamento culturale di primavera, promosso dalla Vita del popolo. In programma tre serate. La prima, "La montagna tra immaginario e realtà" sarà venerdì 29 aprile, alle 20.30, in sala teatro di casa Toniolo

Inizia oggi e prosegue fino al 26 aprile la settima edizione dell’(H)-Open Week organizzata da Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, in occasione della Giornata nazionale della Salute della Donna, che si celebra il 22 aprile, con l’obiettivo di promuovere l’informazione, la prevenzione e la cura al femminile. L’Ulss 2 Marca trevigiana aderisce all’iniziativa attraverso la diffusione di video informativi.

Una card dedicata ai residenti a Treviso e Provincia per visitare i Musei Civici e garantire l’accesso illimitato alla grande mostra “Canova Gloria Trevigiana” che aprirà il 14 maggio. La tessera è acquistabile già da oggi nelle biglietterie dei Musei civici (Bailo e Santa Caterina) al costo di 15 euro.

“Da questi gravissimi fatti, da condannare e che non devono ripetersi, emerge un quadro, per nulla nuovo, ingestibile, fatto di carenze di personale, in particolare nell’area pedagogica, che aprono falle anche sul versante della sicurezza”. Queste le dure parole di Marta Casarin, segretaria generale della Fp Cgil di Treviso.

“La pandemia e la guerra - ha proseguito mons. Tomasi - ci hanno fatto capire il bisogno di sostegno reciproco e solidarietà, di sussidiarietà. Abbiamo scoperto e continuiamo a scoprire che, senza il faro della dignità umana, la società è esposta a forme di disgregazione e all’arbitrio del più forte. La guerra ne è l’esempio più drammatico. Scopriamo il bisogno di istituzioni internazionali che facciano prevalere diplomazia, politica e diritto e che anche a livello locale sono decisive per la democrazia”.