Treviso

L'azienda con sede in via Francesco di Sales ha inaugurato uno spazio verde di due ettari dove i dipendenti potranno lavorare o trascorrere le pause. Un nuovo ponte sul fiume Pegorile unisce il parco alla sede 

È ritornato al suo antico splendore l'affresco raffigurante “La Madonna con Bambino tra Sant'Antonio a sinistra e la Santa Donatrice a destra”, risalente al XVI secolo, che si trova collocato in via Indipendenza. Ciò ha consentito quindi di poter riammirare il dolcissimo volto della Madonna che accudisce amorevolmente il Bambino disteso sulle sue ginocchia.

I positivi ono stati immediatamente isolati all’interno della struttura. La quarantena è estesa anche ai  negativi. Tra una settimana sia gli operatori sia gli ospiti saranno nuovamente testati. Dura presa di posizione del sindaco Mario Conte: "Il nuovo focolaio all’interno della struttura genera un danno incalcolabile, anche in termini di immagine, al nostro territorio del quale lo stato dovrà rendere conto".

Il primo incontro con Gesù nell’Eucaristia di 39 bambini è slittato, a causa della pandemia, dal 26 aprile scorso, a questa strana estate, articolato a piccoli gruppi, in 6 messe festive tra fine giugno, luglio e settembre.

Dal 2012 si è iniziato a parlare di “buchi neri” nella città di Treviso, di edifici sfitti che necessitano di riqualificazione e di un nuovo utilizzo. In questi otto anni 29 complessi sono stati recuperati: 14 nel centro storico, 5 nella prima cintura urbana e 10 nei quartieri.Ma molto resta ancora da fare.

L’associazione di volontari “I Care-Idee con l’Africa onlus” da 20 anni presidia il territorio trevigiano portando aiuti dove c’è più bisogno. Provvidenziale è stato il suo intervento durante i mesi di chiusura totale causata dalla pandemia, che ha permesso di consegnare a domicilio spese a oltre 450 famiglie.

I 532 ritratti rappresentano altrettante storie: ogni persona sotto la Loggia ha potuto raccontare qualcosa di sé per ottenere un’espressione più naturale possibile che tracciasse la sua unicità. Sono stati fotografati lavoratori a fine turno ed eleganti signore che indossavano l’abito da sera per l’occasione, i bambini prima preoccupati e poi divertiti dal lampeggiare del flash, ragazzi che cercavano il ritratto iconico.

Nasce all'ex fabbrica di ceramica Pagnossin un polo per promuovere il turismo lento, lo sport e alimentazione sana. Lo spazio è stato inaugurato lo scorso 9 luglio alla presenza di autorità locali, regionali e nazionali.

4 serate di teatro e 22 di cinema che proseguiranno fino al 15 agosto. Durante le serate in programma il mercoledì, venerdì e sabato alle 21.15, si potrà accedere alla platea su prenotazione online (ritiro biglietti, euro 5, nei giorni degli spettacoli dalle 16.30 alle 19.30) oppure accedere alla proiezione in auto al costo di 16 euro, indipendentemente dal numero di persone all’interno della vettura.

A partire 15 luglio e fino al 31 agosto, tutti i pomeriggi, dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 18.30 e alla domenica dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18.30 i richiedenti potranno recarsi al Centro Anziani di via Castello d’Amore per affrontare la calura estiva ed evitare così il pericolo di malori e di patologie causate dall’esposizione prolungata alle alte temperature.

Sarà un'estate un po' più complicata quella trevigiana, fra prenotazioni online e spettacoli a numero chiuso, ma non certo priva di eventi. L'Amministrazione comunale di Treviso ha infatti presentato la rassegna estiva che coinvolge anche quest'anno centro storico e quartieri in oltre cento eventi gratuiti.

Lo scorso 25 giugno i locali della parrocchia di Santa Bona a Treviso sono stati presi di mira e vandalizzati in un’incursione notturna che non ha ancora trovato alcun responsabile. “Santa Bona è un quartiere molto bello, di persone in gamba e generose – dice il parroco don Federico Testa –, tuttavia si incontrano realtà sociali complesse, ci sono aree in cui non si è ancora fatto un lavoro serio di integrazione, dove si rischiano di creare ghetti. Credo ci sia già un progetto di una comunità che si prende cura dei propri spazi, ma rimangono delle sacche di non integrazione sulle quali devono intervenire le Istituzioni".

È online dal primo luglio la piattaforma TrevisoNow di Ascom-Confcommercio, vetrina per il servizio di vendita sul web delle attività commerciali della Marca trevigiana. Uno spazio sarà dedicato anche alle Istituzioni.

Dopo 44 anni da quel 1976 in cui arrivarono nella parrocchia di Sant’Antonino a Treviso, le suore Ancelle missionarie del Santissimo Sacramento lasciano definitivamente la comunità per cui tanto si sono spese nei decenni, a fianco dei parroci che si sono succeduti, delle famiglie e in particolare dei bimbi della scuola materna. Verranno salutate domenica 28 giugno alle 10.30 con una celebrazione speciale all’aperto.

Da lunedì 22 giugno ha riaperto e ripreso la propria attività quotidiana, dopo un lungo periodo di sospensione a causa delle azioni di contenimento del Covid, il Tribunale dei Diritti del malato di Treviso (Tdm Treviso), che si trova nell’ospedale Ca’ Foncello di Treviso. Tutte le mattine, dal lunedì al venerdì, nella fascia oraria dalle ore 9.30 alle 12.30, i volontari del Tdm sono presenti per ascoltare e suggerire ai cittadini come relazionarsi con le strutture dell’Ulss.

 Si riparte il 28 giugno con una nuova arena per gli spettacoli all’aperto studiata appositamente per seguire le norme di sicurezza sanitaria; fino al 9 agosto ogni domenica si susseguiranno sul palco gli artisti del teatro di strada, mentre ogni mercoledì andranno in scena gli spettacoli teatrali per ragazzi.

Sono ripartiti i lavori di efficientamento degli edifici scolastici e degli impianti sportivi comunali che, grazie agli adattamenti alle più recenti norme di prevenzione incendi, otterranno la specifica certificazione per il 91% delle costruzioni a fronte del 42,2% nazionale, dato emerso dal rapporto di Legambiente “Ecosistema Scuola”.

Oltre al nuovo eliporto, attivato in via anticipata per ragioni logistiche di avanzamento del cantiere “Cittadella Sanitaria”, si completa così l’attivazione di tutte le funzionalità della nuova sede del Servizio di emergenza e urgenza.

La bellezza del luogo non è stata sufficiente a far decollare il progetto, e ora nella piazza dell’Umanesimo latino sono tante le sedi di negozi rimaste vuote. Fra le cause dello spopolamento dell’area non sembrano esserci affitti eccessivamente alti, anche se le spese di manutenzione degli esterni della piazza potrebbero non invogliare al trasferimento, ma piuttosto il mancato afflusso di gente.

Un taglio del nastro speciale stamane a Treviso. Il mercato coperto degli agricoltori di Campagna Amica/Coldiretti è stato testimone dell'inaugurazione del nuovo Agri Bar gestito da una vera azienda agricola di Maser. A fare gli onori di casa Giorgio Polegato e Antonio Ciri, rispettivamente presidente e direttore di Coldiretti Treviso.

Come piccoli astronauti, i bambini parteciperanno ogni giorno a una missione spaziale che permetterà loro di conoscere i pianeti ma anche di ricevere un “addestramento” adeguato e divertente. A partire dalle misure di prevenzione sanitaria che oggi fanno parte della quotidianità e che saranno interpretate positivamente, come parte integrante della giornata. L’iniziativa è rivolta alle bambine e ai bambini dai 3 ai 11 anni.

Completato oggi pomeriggio l’esame dei 349 tamponi fatti ieri all’ex Caserma Serena su operatori e richiedenti asilo a seguito dell’individuazione di un operatore di origini pachistane positivo al Covid-19. I 28 operatori sono risultati tutti negativi. Tra i richiedenti asilo, invece, 320 sono risultati negativi, uno positivo. Impossibile però completare le operazioni, l'indignazione del sindaco Conte.

«Sono appena uscito dalla Caserma “Serena” dove, grazie all’intervento delle Forze dell’ordine, è stato possibile riportare la calma». Queste le parole del sindaco di Treviso Mario Conte che ieri ha seguito le operazioni di Polizia e Carabinieri dopo che gli ospiti della “Serena” avevano dato vita a una protesta in seguito all’accertamento della positività al Covid–19 di un operatore. 

È stata sottoscritta la convenzione tra Comune di Treviso, Università Ca’ Foscari e TRA - Treviso Ricerca Arte per il rilancio di Casa Robegan, parte del polo dei Musei Civici di Treviso e che, grazie a questo accordo, diventerà laboratorio museale sperimentale, spazio a gestione pubblico-privata esplicitamente dedicato alla ricerca e all’incontro tra arte contemporanea e impresa.