martedì, 16 aprile 2024
Meteo - Tutiempo.net

Il forte grazie di Borghetto e Abbazia Pisani a don Giuseppe: ha saputo “unire” le due comunità

Poche settimane prima del congedo, la dedicazione dell’altare di Borghetto, con il rito presieduto dal Vescovo

Le comunità di Abbazia Pisani e Borghetto hanno salutato il loro parroco, don Giuseppe Busato domenica 5 novembre, durante le messe domenicali, al termine di un servizio durato dodici anni

Ha detto il sacerdote, ringraziando le comunità:“Non posso che ringraziare il Signore per quanto mi ha donato. Ho dato tanto, ma ho ricevuto molto di più. Tanti i momenti, i fatti, le persone, le situazioni che hanno composto davanti ai miei occhi, e nel profondo della mia anima, un mosaico fatto di vita, amore, fede, passione, fragilità, limite, consapevolezza, dono, sacrificio, sconforto, felicità, generosità”, ha detto don Giuseppe, aggiungendo di non voler fare bilanci, che rischiano sempre di “lasciare fuori l’imprevedibile azione dello Spirito del Risorto”.

Un grande grazie, con riferimento a numerosi motivi e circostanze, è quello pronunciato attraverso il saluto delle due comunità. In particolare, i rappresentanti del Consiglio pastorale hanno detto grazie per la presenza e la compagnia negli anni del Covid-19, e per essere riuscito a trasformare due realtà territorialmente vicine, ma con modi e mentalità diverse, in un’unica comunità, senza forzature”. Ancora, tra i ringraziamenti, quello per aver saputo essere vicino alle famiglie nei motivi di difficoltà e di lutto”.

#getAltImage_v1($tempImage)

Forte anche l’attenzione per le chiese e gli ambienti parrocchiali, che ha trovato “coronamento” nel rito dello scorso 25 ottobre, presieduto dal vescovo Michele Tomasi. Nell’occasione è stato dedicato il nuovo altare ed è stato benedetto l’adeguamento liturgico del presbiterio di Borghetto. Già in quell’occasione, il parroco aveva ringraziato il Vescovo del dono ricevuto per poter essere stato guida di queste due parrocchie, che resteranno sempre nel suo cuore.

Almeno in parte, quello benedetto dal Vescovo è l’altare dedicato il 16 agosto 1968 dall’allora vescovo di Vittorio Veneto, Albino Luciani, per la nuova cappella dell’istituto delle Suore di Maria Bambina a due passi dalla Cattedrale di quella città. L’altare giaceva inutilizzato e si è riusciti a recuperarlo e a riadattarlo per la chiesa di Borghetto, grazie anche al lavoro dell’architetto Stefano Sbrissa e dell’artista del marmo Bruno Lorenzato.

Ora, don Giuseppe si accinge a fare il suo ingresso nelle comunità di Mignagola, Musastrelle e Vascon, mentre Abbazia Pisani e Borghetto rimangono in attesa del nuovo pastore. (L.S. - B.D.)

SEGUICI
EDITORIALI
archivio notizie
25/01/2024

Per questo, più volte (anche l’8 gennaio scorso al Corpo diplomatico accreditato presso la s. Sede),...

11/01/2024

La morte di don Edy ha sconvolto tutti, sia noi sacerdoti che i laici e le comunità cristiane che egli...

TREVISO
il territorio