sabato, 13 luglio 2024
Meteo - Tutiempo.net

Boccata d’ossigeno per le scuole dell’infanzia di Riese Pio X

La convenzione è frutto di un positivo confronto tra Comune e Fism

Dopo un confronto costruttivo tra l’Amministrazione comunale e Fism Treviso è stata sottoscritta nei giorni scorsi la nuova convenzione comunale dai gestori delle scuole dell’infanzia parrocchiali di Riese Pio X, Vallà e Poggiana, rispettivamente don Giorgio Piva e don Daniele Vettor.

L’Amministrazione ha aumentato il contributo, superando il precedente criterio della quota annua di 450 euro a bambino residente, portandolo a complessivi euro 129.100 per ciascuno degli anni 2024, 2025 e 2026 (il 32% in più rispetto al 2023, in cui il contributo era stato di euro 97.650). Inoltre si è impegnata a riconoscere un contributo economico fisso aggiuntivo di euro 5.400 da ripartire sulla base del numero di alunni con disabilità, residenti nel comune.

La presidente della Fism provinciale, Simonetta Rubinato, che ha supportato i parroci nel confronto con il Comune, ha espresso la propria soddisfazione: “La convenzione è stata integrata in coerenza con la necessità di dare attuazione al Sistema integrato di educazione e istruzione 0-6 anni, con l’obiettivo di garantire a tutti i bambini e bambine pari opportunità di educazione e istruzione; riconosce alle tre scuole paritarie di svolgere un qualificato e insostituibile servizio di pubblica utilità, senza scopo di lucro, a favore delle famiglie e della comunità”.

Ancora: considerando che le scuole di Riese e Poggiana svolgono anche il servizio di sezione primavera, l’Amministrazione si è impegnata ad erogare alle stesse anche una quota parte delle risorse assegnate al Comune di Riese dal Fondo di solidarietà comunale, per raggiungere il livello minimo di posti asilo nido. Tali risorse per il 2024 ammontano a 76.682,00 euro e saranno crescenti nei prossimi anni. Per il 2024 l’impegno è di erogare alle due scuole fino ad un massimo di 1/3 della predetta somma, e negli anni successivi in rapporto al numero di bambini iscritti alle sezioni primavera e al nido comunale.

La convenzione prevede che il Comune si faccia carico degli alunni di famiglie in difficoltà economica e possa intervenire anche con un contributo a sostegno del Centro estivo.

“Come parroci e come presidenti delle tre scuole dell’infanzia siamo grati all’Amministrazione per la disponibilità dimostrata in questi anni, in modo particolare in questi ultimi mesi per il rinnovo della convenzione. Il sensibile contributo ci permette di garantire ai bambini una proposta formativa dignitosa e porre le insegnanti e tutto il personale nelle condizioni di svolgere al meglio il proprio servizio. Un particolare ringraziamento lo rivolgiamo alla Fism per il continuo supporto nella gestione delle nostre scuole a tutti i livelli” commentano don Piva e don Vettor.

SEGUICI
EDITORIALI
archivio notizie
04/07/2024

Un “manifesto programmatico”

Ricordo che due sposi mi dissero che a loro il nuovo vescovo è subito piaciuto...

06/06/2024

Si tratta, da parte nostra, di un importante diritto-dovere civico, perché, per molti aspetti, è in gioco...

TREVISO
il territorio