giovedì, 22 febbraio 2024
Meteo - Tutiempo.net

L’appello di Volontarinsieme per la giornata mondiale del volontariato

La presidente Anna Corò: “Volontari, istituzioni e imprenditori unitevi e lavoriamo insieme”

In occasione della Giornata Mondiale del Volontariato, che si celebra ogni anno il 5 dicembre, la presidente di Volontarinsieme Anna Corò lancia un invito alle istituzioni territoriali a tutti i livelli perché vi sia una vera collaborazione tra mondo del volontariato, della politica e imprenditoriale in modo da rendere sostenibile la solidarietà come impegno di cittadinanza per il bene comune. E, al tempo stesso, rinnova l’appello per nuove adesioni di volontari che aiutino a mantenere il sistema di alcuni servizi di utilità sociale già consolidati nei Comuni della Marca.

Volontarinsieme è la più grande rete di associazioni di volontariato del territorio trevigiano, che raccoglie oltre 330 tra associazioni, gruppi ed esperienze di solidarietà, per un totale di 89 mila soci e 9300 volontarie e volontari impegnati ogni giorno sul campo. Numeri che fanno di Volontarinsieme un osservatore privilegiato delle dinamiche della società.

“Da sempre il mondo del volontariato è per definizione un attento ascoltatore del territorio e dei suoi bisogni, per portare in evidenza le situazioni di fragilità, specie in quella parte della società che più fa fatica a farsi ascoltare, e darne risposta.” Racconta Anna Corò, presidente di Volontarinsieme. “Le esigenze che emergono dal nostro punto di osservazione sono tante e così strettamente concatenate che spesso risulta difficile definirle con precisione. Si va dai bisogni di relazione – con situazioni di solitudine in grandissimo aumento, così come i casi di depressione, in tutte le fasce di età della popolazione, dagli adolescenti agli anziani – a quelli di servizi veri e propri, per far fronte a situazioni di povertà, più o meno gravi”.

Sul fronte della povertà in aumento, emerge anche il problema dell’abitare, con un mercato immobiliare pressoché immobile e spesso inaccessibile a una parte di cittadini in situazione di fragilità. “Su questa emergenza serve uno sforzo concreto non solo da parte delle istituzioni, ma anche del mondo imprenditoriale. Il nostro dialogo con le istituzioni rimane aperto, ma i fatti dimostrano che solo attraverso una reale collaborazione tra tutti i soggetti, pubblici, privati e del Terzo Settore, si raggiungono gli obiettivi preposti. Il volontariato rappresenta sì la forza propulsiva della società, ma senza una condivisione di propositi, risorse e procedure, può andare davvero poco lontano”.

“Volontarinsieme svolge un ruolo fondamentale mantenendo un legame con tutte le realtà associative, iscritte e non, e il loro territorio in maniera di poter evidenziare le parti più fragili della comunità”.

Va sottolineato infine come i volontari singoli rappresentino una risorsa per il sistema con una conseguenza lampante: a loro si affidano quei servizi che il pubblico non riesce a coprire, trattandoli di fatto come manodopera a costo zero e snaturando completamente il senso stesso del volontariato. “Ecco perché è importante che le tante realtà del volontariato decidano di unirsi in rete: non solo per aumentare la visibilità nella rappresentanza ma anche per potersi dedicare con maggiore energia alle proprie e specifiche missioni. Ed è proprio qui che Volontarinsieme entra in campo: per unire e mantenere viva l’identità del volontariato”.

Infine il tema caldo dell’immigrazione, che il volontariato trevigiano si dichiara pronto ad affrontare: “Molte associazioni sentono la necessità di unirsi per meglio evidenziare la dimensione sociale del fenomeno dell’immigrazione, che rimane la parte più complessa della questione, non solo dal punto di vista della povertà e dell’inclusione, ma soprattutto dell’incontro culturale. Il divario linguistico rimane un gap decisivo anche per le seconde generazioni che va direttamente ad influire su una ritardata costruzione di una società più competitiva economicamente e più equa socialmente”.

SEGUICI
EDITORIALI
archivio notizie
25/01/2024

Per questo, più volte (anche l’8 gennaio scorso al Corpo diplomatico accreditato presso la s. Sede),...

11/01/2024

La morte di don Edy ha sconvolto tutti, sia noi sacerdoti che i laici e le comunità cristiane che egli...

TREVISO
il territorio