mercoledì, 21 febbraio 2024
Meteo - Tutiempo.net

Istrana, inaugurata la residenza per anziani

La nuova rsa si snoda su un’area di 15 mila metri quadri, che ricoprono il terreno dell’ex campo sportivo; sviluppata su tre piani, dispone di un ampio giardino; è previsto di l’utilizzo, alla fine, di ben 120 posti; attualmente vivono nella rsa 40 ospiti. L’edificio sorge sulla statale Postumia, di fronte all’aeroporto militare

Con la cerimonia di inaugurazione la residenza per anziani di Istrana è diventata realtà, dando, così, risposta a un’esigenza sentita da tempo. La nuova struttura sorge su via Nazario Sauro, una pista pedonale la connette alla vicina villa Lattes e al suo parco.

Al taglio del nastro è intervenuta la sindaca, Maria Grazia Gasparini, e la nuova opera è stata benedetta dal parroco, don Fabio Baracco. Tra i presenti, anche il direttore per il Sociale dell’Ulss 2, Roberto Rigoli, il presidente di Codess sociale (società che gestirà la struttura) Alberto Ruggeri e la responsabile tecnica Erika Luzzo. La nuova rsa si snoda su un’area di 15 mila metri quadri, che ricoprono il terreno dell’ex campo sportivo; sviluppata su tre piani, dispone di un ampio giardino; è previsto di l’utilizzo, alla fine, di ben 120 posti; attualmente vivono nella rsa 40 ospiti. L’edificio sorge sulla statale Postumia, di fronte all’aeroporto militare.

Spiega la sindaca Gasparini: “La rsa è gestita da Codess sociale. E’ sorta su terreno venduto dall’allora Amministrazione Fiorin, tramite apposita gara. Solo ora sono emerse le condizioni per realizzare quanto finora era rimasto nel libro dei sogni. Ciò, doveroso dirlo, malgrado lo strenuo interessamento della passata Amministrazione, guidata dal sindaco Enzo Fiorin. Non mancano interrogativi sui costi delle rette, e sulla possibilità di accesso prioritario ai residenti. “La struttura è ancora in attesa di accreditamento da parte della Regione e le persone ora ospitate sono in regime privatistico - risponde la sindaca -. Una volta ottenuto l’accreditamento, gli inserimenti seguiranno la procedura prevista per le impegnative regionali, in regime privatistico vi è una convenzione con il Comune per la riduzione, per un periodo, del 10 % del valore della retta per i residenti”.

Nel frattempo, proseguono spediti i cantieri di altre importanti opere pubbliche, a partire dalla nuova scuola media.

Riccardo Masini

SEGUICI
EDITORIALI
archivio notizie
25/01/2024

Per questo, più volte (anche l’8 gennaio scorso al Corpo diplomatico accreditato presso la s. Sede),...

11/01/2024

La morte di don Edy ha sconvolto tutti, sia noi sacerdoti che i laici e le comunità cristiane che egli...

TREVISO
il territorio