Chiesa

Alla vigilia della celebrazione di sabato 21 maggio nel tempio di San Francesco a Treviso, il sacerdote racconta come si sta preparando alla partenza come fidei donum. E spiega: “Partire per la missione non è andare a fare qualcosa”, ma aderire all’appello “che il Signore ci ha lasciato il mattino di Pasqua”

I preti diocesani, insieme al Vescovo, si sono ritrovati a Santa Cristina di Quinto per rendere grazie al Signore. Ricordati i giubilei di ordinazione

Sabato 7 maggio il vescovo Michele Tomasi ha presieduto la cerimonia in cattedrale a Treviso. Don Carlo Breda, 26 anni, è ora prete, mentre Amos Patarini, 26 anni, è stato ordinato diacono

A Milano la beatificazione della “Sorella maggiore” dell’Azione cattolica. La nuova beata è stata promotrice, assieme a padre Gemelli, dell’Università Cattolica, fondatrice di un Istituto secolare e di molte altre iniziative

Cresce non tanto il numero di poveri, ma la gravità delle condizioni in cui versano, il 50% di chi si rivolge agli sportelli di ascolto si trova in condizioni di povertà assoluta. Crescono però anche le persone disposte a donare tempo e denaro agli altri

Domenica 8 maggio si celebra la 59ª Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni. La Veglia diocesana giovani per le vocazioni è fissata per sabato 21 maggio alle 20.30 nella chiesa di San Francesco a Treviso presieduta dal vescovo Michele

Sabato 7 maggio, nella stessa celebrazione, i due riti di ordinazione con i quali Carlo Breda diventerà prete e Amos Patarini diacono. Una gioia grande per la nostra diocesi. Siamo invitati a pregare per loro riconoscendo il dono che essi sono per tutti

Domenica 15 maggio ila proclamazione di papa Francesco. La sua vita, raggiunta dall’amore di Dio, è stata un dono per tutti, vissuto nella fraternità, sullo stile della vita di Nazaret

Le porte di Caritas tarvisina, in via Venier, rimarranno aperte sabato 7 maggio dalle 14.30 alle 21.30. Nell'occasione si parlerà di pace, accoglienza e sarà presentato il bilancio sociale 2021

L'intervento di padre Marco Moroni, già padre guardiano del convento di San Francesco a Treviso e ora custode del sacro convento di Assisi, copromotore della marcia

Dopo due anni in cui è stato ricordato in una chiesa semivuota a causa delle restrizioni per la pandemia, mercoledì sera, 27 aprile, San Liberale ha raccolto in cattedrale a Treviso una bella folla di fedeli, per la messa presieduta dal Vescovo. Mons. Tomasi ha definito Liberale (un laico che era stato soldato) "testimone affidabile e coerente, modello e sostegno, patrono".

Un gruppo di professionisti, coordinati dall’Economo Sergio Criveller, risponderà su questioni fiscali, giuridiche, sulla gestione del personale o degli immobili... A disposizione la mail dedicata consulenti@diocesitreviso.it