MedioPiave

I recenti lavori di sistemazione dell’ingresso della parrocchiale, che hanno comportato anche la rimozione di una vecchia pietra tombale, posta all’ingresso dell’edificio, hanno permesso di aprire un’urna in zinco che racchiudeva i resti di cinque soldati caduti durante la Prima guerra mondiale.

Dopo alcuni anni di studio e di confronto si è giunti a elaborare il progetto definitivo e a dare inizio ai lavori per la costruzione del nuovo centro parrocchiale di Carbonera. Sabato 16 novembre il vescovo, mons. Michele Tomasi, che per l’occasione indossava una preziosa stola donata da Pio X al parroco di Carbonera don Giuseppe Santinon, ha potuto porre e benedire la prima pietra dell’importante complesso.

Sul tavolo il possibile acquisto del Gruppo tessile Monti da parte di un fondo svizzero, specializzato in ristrutturazioni industriali, e la tenuta occupazionale, in particolare del polo trevigiano di Maserada sul Piave. “Con noi anche la Regione del Veneto si è fatta portatrice degli interessi dei lavorator", dicono i rappresentanti sindacali.

Sabato 26 ottobre è stato presentato il libro che racchiude la storia di questi cinquant'anni, curato da Giuseppe Pagotto. La serata è stata allietata anche dal Coro Comunale "Vox Nova" che ha eseguito alcuni brani per l'occasione. I festeggiamenti sono poi continuati domenica mattina con la sfilata per le vie del centro

Ne hanno parlato a Treviso, i vertici della struttura sanitaria fornendo dati aggiornati sulla dinamica dell’incidenza della malattia sul territorio negli ultimi 20 anni e presentando altre iniziative di contrasto al fenomeno e di supporto alle persone che stanno vivendo l’esperienza in prima persona o attraverso propri familiari.

La frase “ben tornati a baita”, pronunciata dal presidente Ana di Treviso, sintetizza la soddisfazione degli alpini di Carbonera per l’inaugurazione della nuova sede, nell’anniversario dei 55 anni dalla fondazione. Una sessantina di gruppi alpini, tutte le associazioni del comune e moltissimi cittadini, oltre alle autorità civili e militari, hanno partecipato domenica 22 settembre alla festa.

Un inizio di anno scolastico speciale alla scuola primaria di Monastier, dove gli alunni hanno inaugurato con il taglio del nastro l’edificio scolastico, totalmente rinnovato ed efficientato durante l’estate.

Presentato a San Biagio di Callalta il percorso "Guida al benessere nel tempo", dedicato alle persone di terza età, finanziato dalla Regione Veneto e promosso dal Coordinamento provinciale Anteas. Coinvolti anche Silea, Mogliano Veneto, Roncade, Zero Branco, Preganziol, Monastier, Casale sul Sile. L'obiettivo del progetto è che l'ingresso nella terza età venga visto più come un'opportunità per rimettersi in gioco.

Sabato 14 al pomeriggio e domenica 15 per tutto il giorno ci si può immergere gratuitamente nel festival internazionale delle arti performative e del teatro di strada, che vede la partecipazione di 18 artisti da tutto il mondo.

Ha preso il via l'impresa sulle due ruote firmata dall'ambasciatore dell'Avis provinciale di Treviso impegnato in una pedalata solidale per invitare i cittadini a sostenere il progetto di ristrutturazione del tempio internazionale del Donatore a Pianezze.

Alessandro Darsiè sarà vice direttore generale. Oltre alle nuove nomine, Bcc di Monastier e del Sile sta proseguendo l’analisi del piano di fusione con Bcc Pordenonese. Il piano, che ha ricevuto ieri 8 agosto il parere positivo dal Consiglio di Amministrazione di Iccrea Banca

Il Credito Cooperativo di Monastier e del Sile ha già deliberato la costituzione di un plafond destinato a famiglie e imprese colpite dal maltempo venerdì scorso nella zona della Destra Piave, area di competenza della Bcc.

I due campi, realizzati dal Comune di San Biagio di Callalta in via Bergamo, e affidati alla gestione del San Biagio Volley, stanno diventando un luogo di ritrovo per i molti appassionati della pallavolo sulla sabbia. L’impianto Arena 3 Beach volley è aperto tutti giorni dalle 10 alle 19.

Nell’ambito del progetto dei lavori di riqualificazione della golena e ricalibratura dell’alveo del Fiume Piave è stata firmata una convenzione tra Regione Veneto - Genio Civile  – Comune di Ponte di Piave e privato cittadino, che ha permesso un intervento di chiusura di un’area depressa funzionale all’utilizzo da parte del Comune di Ponte di Piave per scopi di protezione civile in occasione di eventi calamitosi.

Restauro per il campanile e per l'immagine di San Michele, la scultura è visitabile in questi giorni all'interno della chiesa: risale al 1902 e già svettava sul vecchio campanile che sorgeva in località Chiesa vecchia sul Piave.

Sono iniziati in questi giorni i lavori di sistemazione dell’area di fronte alla scuola primaria in via 2 Giugno. Il secondo cantiere, aperto a Sant’Andrea di Barbarana, prevede la sistemazione straordinaria della pavimentazione stradale e dei marciapiediin alcune vie.

Il tradizionale Tucogiò, il festival di Monastier dedicato ai giochi inventati riscoperti rivisitati, che di solito si svolgeva a settembre, quest’anno diventa Tucoday. Ossia tre giornate dedicate interamente al gioco, a partire dal 13 luglio

Entra nel vivo il Festival delle Abbazia, che coinvolge in questa edizione le millenarie abbazie di Monastier, Nervesa e Vidor. Primo appuntamento all'alba del 13 luglio, per proseguire poi con eventi musicali e culturali nelle serate successive.

Torna a Vascon la Festa d’estate: edizione numero 32 pensata e firmata Gruppo 86, che da mesi lavora in sordina per regalare ai trevigiani, anche in questo 2019, un festival ricco di musica con artisti locali e non, dando spazio a diversi generi musicali e celebrando grandi artisti della musica italiana.

l monumento in memoria – una lastra d’acciaio tagliata al laser, su progetto artistico di Luigi Cerantola – è stato inaugurato qualche giorno fa nel giardino all’ingresso di Italcab, azienda metalmeccanica di Monastier, fondata e gestita dalla famiglia Porcellato.

Nonostante si tratti di una piccola struttura, sono occorsi ben due anni per restaurare l’oratorio e ridargli, almeno per quanto possibile, l’aspetto originale. Nei decenni scorsi, infatti, era stato completamente abbandonato e depredato, parte del tetto era crollata ed era stata invasa dalle piante.

Una manifestazione che si è venuta consolidando nel tempo, dando vita ad una competizione simpatica tra i produttori di vini non solo delle zone rigorosamente del Piave ma anche dei territori circostanti.

La residenza 3 Carpini di Maserada è stata ceduta a Orpea Italia srl, ditta francese con sede anche nel nostro Paese, per 16 milioni e 200 mila euro. Decisivo il parere positivo di Breda e Carbonera, che ha avuto la meglio sulla contrarietà di Maserada.

Il nuovo servizio di Senologia della casa di cura Giovanni XXIII prevede un’area dedicata di 160 mq suddivisa in salottini per l’attesa e 8 ambulatori dotati di strumentazione tecnologica di diagnosi di ultima generazione come 2 mammografi 3d con tomosintesi, 4 ecografi a 24 mhz, stazioni di refertazione ad alta risoluzione, 1 sistema di biopsia sotto guida stereotassica, una risonanza magnetica con bobina dedicata a 16 canali.