MedioPiave

La residenza 3 Carpini di Maserada è stata ceduta a Orpea Italia srl, ditta francese con sede anche nel nostro Paese, per 16 milioni e 200 mila euro. Decisivo il parere positivo di Breda e Carbonera, che ha avuto la meglio sulla contrarietà di Maserada.

Il nuovo servizio di Senologia della casa di cura Giovanni XXIII prevede un’area dedicata di 160 mq suddivisa in salottini per l’attesa e 8 ambulatori dotati di strumentazione tecnologica di diagnosi di ultima generazione come 2 mammografi 3d con tomosintesi, 4 ecografi a 24 mhz, stazioni di refertazione ad alta risoluzione, 1 sistema di biopsia sotto guida stereotassica, una risonanza magnetica con bobina dedicata a 16 canali.

Il progetto della nuova struttura che ospiterà gli alunni, a detta del primo cittadino Moreno Rossetto, sarà completato entro settembre 2020 e i costi saranno sostenuti con risorse proprie comunali derivate dalla vendita, avvenuta qualche anno fa, delle azioni che Breda deteneva in Asco.

Le medie abbellite in modo originale e con poca spesa, grazie alle opere di Manuel Giacometti. Ma in campo educativo e scolastico partono anche altre iniziative

Il palasport “Alvise De Vidi” di San Biagio di Callalta ha ospitato domenica 24 febbraio la prima edizione di “Sport e disabilità… un sogno, una realtà”. Si è trattato di un evento di solidarietà, sport e musica, patrocinato dal Comune con il supporto della Pro loco

Il parroco don Gian Paolo Banoracconta: “Sono stato parroco di Levada dal 1991 al 2000, quando l’azienda era in auge, praticamente un’istituzione. Tornato a Ponte di Piave solo sei anni fa, ho trovato una realtà completamente diversa: molto lavoro portato all’estero, un residuo di presenze qui in sede. Eccetto qualcuno che si lamentava di aver perso il lavoro, nessuno ne parlava più".

Un opuscolo di 57 pagine raccoglie i pensieri, i sogni e le riflessioni degli studenti della scuola media Pino da Zara di Carbonera, espressi durante l’anno scolastico 2016-2017 per il concorso “La scuola come la vorrei”, indetto dall’Associazione Carbonera 2010, evidentemente interessata a conoscere il loro parere.

 “Con l’occasione - spiega Cristina Furlan, segretario generale Filctem Cgil di Treviso - chiederemo alla Regione in intervento diretto su una questione, quella del Gruppo Stefanel, che non si limita alle sorti degli 89 dipendenti dello stabilimento di Ponte di Piave".

L'ipotesi attributiva, relativa a Domenico tintoretto, figlio del più celebre Jacopo, appartiene a Stefano Bravo d è attualmente allo studio, ma per una maggiore sicurezza sarebbe necessario un lavoro di restauro sul dipinto, che raffigura santa Lucia.

25.866.09 euro a tanto ammonta il maxi assegno che è stato consegnato oggi a Monastier, al Presidente del Veneto Luca Zaia, dai dipendenti del gruppo Sogedin.La cifra è il frutto delle 680 ore di lavoro che medici, infermieri, cuochi, camerieri, assistenti, impiegati e medici in libera professione hanno donato, durante il mese di novembre alle popolazioni colpite dal maltempo.

In ballo il destino di un centinaio di posti di lavoro in provincia di Treviso e l’intero polo di Ponte di Piave, con tutto il suo indotto. Furlan (Cgil): "Sono giovani tra i 25 e i 35 anni assunti nell’ultima decade e over 40 in azienda da 20 anni. Sul loro destino lavorativo cala l’incertezza e il momento è di forte apprensione".

L’iniziativa è stata presentata alla cittadinanza durante un’assemblea. I progetti di efficientamento energetico, ampliamento e messa in sicurezza del polo scolastico di via XXV Aprile, sono stati descritti dalla sindaca Moro. Sarà costruita una nuova ala dell’edificio scolastico, a un piano, come continuazione dell’attuale scuola primaria.

In un bel clima di festa e condivisione comunitaria, domenica 25 novembre la scuola d’infanzia paritaria Santa Maria Assunta di Monastier ha benedetto e inaugurato ufficialmente i lavori di ammodernamento della struttura scolastica, eseguiti nell’estate scorsa.

Rony Schroder, 39 anni, trevigiana di Casale sul Sile, due anni fa ha subito una mastectomia per un cancro al seno. Durante il difficile periodo delle chemio ha accettato di raccontarsi attraverso le foto scattate nel corso dei 12 mesi di cure da Alfio Dal Poz, operatore sanitario di “Casa dei Gelsi” con la passione per la fotografia.

Un centro servizio per anziani non autosufficienti, con 120 posti letto, e una struttura “Dopo di noi” per accogliere 20 disabili. E’ la proposta a cui sta lavorando il sindaco di San Biagio di Callalta, Alberto Cappelletto, cogliendo la volontà manifestata nei giorni scorsi da Sereni Orizzonti Spa.

Parrocchie in prima linea a Ponte di Piave nella solidarietà agli alluvionati della golena. Alcuni forse non torneranno nelle vecchie abitazioni. Bypass della Priula ancora chiuso e disagi per il traffico.

Sabato 3 novembre, il Comune di San Biagio di Callalta, in collaborazione con il locale Comitato di Gemellaggio, ricordano tutti i caduti del primo conflitto mondiale con l’esecuzione della famosa Messa da Requiem del compositore francese Gabriel Fauré.

Una comunità che si mette in gioco tutta insieme, stringendo una seria alleanza educativa tra scuola, famiglie, Amministrazione comunale, non è cosa da tutti i giorni. Eppure è quello che sta succedendo nel piccolo comune in riva al Piave.

Il nuovo impianto delle Bandie, a Lovadina di Spresiano, prenderà presto forma. S’è tenuta sabato 15 settembre a Spresiano, in provincia di Treviso, la posa della prima pietra. La struttura sarà il più grande impianto ciclistico italiano al coperto

Apertura con una maratona di lettura, chiusura con la consegna dei libri alle scuole, nel mezzo incontri con autori di successo. E’ questo in sintesi il Festival LIBeRi che, durante il mese di ottobre, animerà la vita culturale del comune.