Società e Politica

Neppure loro erano preparate a un’emergenza del genere. Il momento ha fatto emergere il sommerso, ma alcune sono rientrate nei loro Paesi. 

Il primario Adolfo Favaretto rassicura i pazienti all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso: “Ci siamo spostati e abbiamo letti in più”. Manca il tempo da dedicare ai malati, l’“umanizzazione delle cure”.

Partendo dal fatto che “si tratta a tutti gli effetti di scuole delle comunità”, come dice il presidente della Fism (Federazione italiana scuole materne) del Veneto e della provincia di Venezia, Stefano Cecchin, lo sforzo è proprio quello di andare incontro in tutti i modi alle famiglie dei circa 82mila bambini dai tre ai sei anni e i 12mila dei nidi, rendendosi ben conto del disagio che questa situazione sta provocando.

La Diocesi di Treviso, La vita del popolo, il Collegio vescovile Pio X, l’opera Mons. Pozzobon onlus promuovono  una raccolta di fondi da destinare agli ospedali del territorio per l’acquisto di materiale sanitario, in un momento di forte necessità a causa della pandemia.

In relazione all’attuale emergenza legata al Covid-19 il dr Enrico Busato, primario della Unità Operativa di Ostetricia Ginecologia dell’ospedale Ca’ Foncello di Treviso, comunica che da lunedì prossimo, 6 aprile, il personale ostetrico sarà disponibile per consulenza telefonica alle donne che dovessero chiedere informazioni relative all'accesso ai servizi o per rispondere a interrogativi inerenti la loro gravidanza. Il numero dedicato è 0422 328242 contattabile nei seguenti giorni ed orari: lunedì dalle ore 13,00 alle ore 15,00 mercoledì dalle ore 13,00 alle ore 15,00 giovedì dalle ore 8,00 alle ore 13,00

Il primario Bonifati, dell’Unità Operativa Complessa di Neurologia: "Ci permettono di valutare il paziente da remoto”. Sono già oltre 50 le televisite effettuate finora per miastenia, Parkinson e sclerosi multipla.

“Finalmente il decreto autorizzativo è arrivato. Il Veneto sarà tra le prime regioni a sperimentare da subito l’impiego della vespa samurai come mezzo di contrasto biologico alla cimice asiatica. La ricerca di laboratorio, finanziata dalla Regione e in atto con l’Università di Padova, consente di essere ora in prima fila nell’avvalerci dell’autorizzazione all’inserimento in natura, tanto attesa da parte del ministero dell’Ambiente”. Lo afferma l'assessore Giuseppe Pan.

La Fisascat Cisl di Treviso lancia l’allarme sulla gestione dell’emergenza Covid-19 da parte della Rekeep, l’azienda impegnata nell’appalto del servizio di pulizie, igiene, sanificazione e smaltimento rifiuti al Ca’ Foncello di Treviso. 170 dipendenti, per la maggior parte donne e a part-time, a cui è affidato il delicato compito di pulire e igienizzare gli ambienti dell’ospedale, inclusi i reparti di malattie infettive e la terapia intensiva.

Il consorzio Difesa delle attività agricole lancia l'allarme: "Rischio danni a frutta e verdura fino a 15 milioni di euro in provincia di Treviso". Così il presidente di Condifesa Tvb Valerio Nadal: "L'allarme che abbiamo lanciato sui social (seguito da oltre 10.000 contatti) lo scorso 19 marzo si è rivelato fondato

Sono davvero tantissime le modalità con cui le Amministrazioni locali, in collaborazione con le associazioni, il volontariato, le imprese, si sono messe a servizio dei cittadini in queste settimane. E’ impossibile riferire di tutte le iniziative. Quelle che seguono sono le principali che ci sono state comunicate.

La data fissata (al netto di possibili variazioni per il coronavirus) è domenica 29 marzo. Un appuntamento elettorale importante, che riguarda tutti i cittadini: il referendum confermativo sulla riforma costituzionale approvata dal Parlamento sulla riduzione del numero dei parlamentari. La legge prevede il passaggio dagli attuali 630 deputati a 400; e degli attuali 315 senatori a 200.Non c’è dubbio che questo passaggio avrà forti conseguenze anche sull’attuale situazione politica e sulle sorti della legislatura. Ne abbiamo parlato con l’onorevole Stefano Ceccanti, nella sua doppia veste di docente di Diritto costituzionale e deputato del Pd.

Per quanto riguarda la chiusure delle scuole e la sospensione di manifestazioni e iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di aggregazione in luogo pubblico o privato tutte le relative disposizioni saranno contenute nell’ordinanza che sarà divulgata a breve dalla Regione. L’ordinanza avrà ovviamente valenza regionale

Gettare un «ponte» nel Veneto centrale tra ricerca e competitività industriale, tra domanda e offerta di risorse umane ad elevata qualificazione, investimento in alta formazione, sviluppo delle competenze e attrazione di giovani talenti è l’obiettivo dell’accordo presentato da Michele Bugliesi (Ca' Foscari) Alberto Ferlenga (Iuav), da Maria Cristina Piovesana (Assindustria Venetocentro).

Ultimi preparativi per organizzare la chiusura (asciutta) generale di tutti i canali derivati da Fener (Canale Brentella). Sarà effettuata tra il 21 febbraio e il 4 marzo. Ecco il calendario, a partire dalla chiusura della condotta Asolo-Maser.

Afferma il Presidente della Provincia di Treviso Stefano Marcon: "Tutte le Istituzioni del territorio si uniscono oggi con un grande progetto, forse il primo in Italia per investimenti e obiettivi perseguiti, che ci consente di dare una risposta seria, con interventi strutturali per combattere efficacemente l’inquinamento atmosferico specialmente per quanto riguarda le polveri sottili”.

Questa la proiezione per le prossime fasi attuative della pista ciclabile Treviso-Ostiglia che l’assessore ai lavori pubblici, infrastrutture e trasporti della Regione del Veneto, Elisa De Berti, ha illustrato stamane, in due diversi incontri, ai sindaci dei Comuni delle province di Vicenza e Verona interessati all’opera.

Il vescovo di Treviso ha riflettuto sul tema "La vita è un dono, perché è diventato così difficile donare?". Significativa è stata la partecipazione del pubblico e la presenza dei sindaci dei comuni limitrofi che si sono dimostrati sensibili al tema trattato, tema che interroga tutte le nostre comunità civili.

Si aprono lunedì 2 marzo i termini per presentare domanda per il buono-scuola in Veneto per l’anno scolastico in corso. Le famiglie degli alunni delle scuole statali, paritarie e non, nonché dei percorsi triennali di istruzione e formazione, avranno tempo sino al 2 aprile per richiedere il contributo e documentare di avere i requisiti necessari per ottenerlo

Si potranno fare interventi di illuminazione pubblica, di risparmio energetico degli edifici pubblici, di installazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili, e di sviluppo territoriale sostenibile quali interventi per la mobilità sostenibile, l’adeguamento e la messa in sicurezza di scuole ed edifici pubblici, l’abbattimento delle barriere architettoniche. Se parliamo di Comuni oltre i 250mila abitanti, la cifra complessiva in cinque anni oltrepassa il milione di euro.

Dopo aver letto “Oro rosso” non sarà più possibile aprire una confezione di pomodori o fragole senza pensare alle storie che nel libro sono state raccontate con onestà e senza cadere mai nello scabroso da Stefania Prandi, giornalista, fotoreporter, scrittrice, ospite la scorsa settimana del 4° convegno “Non si tratta” a Treviso, organizzato da Caritas, Centro missionario e varie realtà diocesane.