Società e Politica

I Comuni trevigiani chiedono la concreta attuazione del "federalismo dei costi standard"; la restituzione ai Comuni della "piena autonomia nel governo della leva fiscale"; l'aggiornamento del catasto in tutto il territorio nazionale (per avere basi imponibili realistiche); l'effettiva liberalizzazione degli avanzi di bilancio e la revisione di tutti quei "meccanismi bizantini" che impediscono l'utilizzo degli spazi finanziari pur in assenza di debito.

 “La necessità di una proroga di tre mesi è dovuta all’esigenza di approfondire alcuni dei temi,  tra i quali  la riqualificazione del patrimonio immobiliare, la valorizzazione del paesaggio e la rinaturalizzazione del territorio veneto, che andranno a qualificare la nuova legge", spiega l'assessore Corazzari.

Il nuovo polo, che andrà a concretizzarsi a breve, conta un totale di 142 banche di Credito Cooperativo per un totale di 750 mila Soci, un patrimonio netto di 11,5 miliardi e 102,4 miliardi di raccolta. Significativi anche il totale attivo e gli impieghi lordi che ammontano rispettivamente a 147,8 e 93,3 miliardi.

“L’avanzo di amministrazione, una volta accertato nelle forme di legge, è nella disponibilità dell’ente che lo realizza”. Lo ha stabilito la Corte Costituzionale, per la gioia dei sindaci. Che, finalmente, possono realizzare opere pubbliche attese da anni. Abbiamo provato a capire come verranno spesi questi soldi.

Un modello di sviluppo fondato sulla sostenibilità sociale e ambientale, sulla solidarietà nazionale e sull’inclusione: è quello chiesto da Cgil, Cisl e Uil e discusso nel pomeriggio di oggi, lunedì 3 dicembre, al BHR di Quinto di Treviso, nel corso di un’assemblea unitaria alla quale hanno partecipato oltre 500 fra delegati e delegate delle tre organizzazioni sindacali.

Consiglio generale della Cisl Belluno Treviso venerdì 30 novembre a partire alle 9.30. A confrontarsi con gli oltre cento dirigenti sindacali sarà Giorgio Anselmi, presidente nazionale del Movimento Federalista Europeo. Ai lavori parteciperà il segretario nazionale Cisl Giovanni Ventura.

Nel dettaglio, per la provincia di Treviso è eloquente l’andamento storico del grado di utilizzo degli impianti, che da quattro trimestri consecutivi tende al ribasso, scivolando dal 75% di fine anno 2017 all’attuale 71,8%. Gli fa da coerente corollario la variazione tendenziale della produzione, che si livella ad un +1,5%.

La rilevazione su popolazione e abitazioni da decennale diventa permanente. Ogni anno non saranno coinvolte tutte le famiglie, ma solo alcune, a rotazione.

E’ partita lunedì 12 novembre e si concluderà il 31 gennaio, nei tre Distretti dell’Ulss 2 Marca Trevigiana, la campagna di vaccinazione contro l’influenza: 143.000 le dosi di vaccino a disposizione e 650 le persone impegnate nelle operazioni di vaccinazione.

L'ex parlamentare, tra i fondatori del Ppi, della Margherita e del Pd, già presidente della Commissione Antimafia, martedì scorso era a Falzè. In questa intervista si dice preoccupata per la situazione del Paese. E sprona il mondo cattolico.

Il Consiglio d’Amministrazione della Fondazione Dolomiti Unesco ha deliberato all’unanimità l’impegno. Sarà promosso un concorso di idee per sviluppare il progetto di recupero, tenendo in considerazione le diverse esigenze ricostruttive. L’intervento complessivo comporterà una spesa di circa 6 milioni di euro.

“Da progetto sperimentale, attivato negli anni dei suicidi degli imprenditori a rischio fallimento e potenziato nel 2016 per affiancare i risparmiatori vittime dei crack delle banche venete InOltre è diventato un servizio strutturato" dichiara l’assessore regionale al sociale, Manuela Lanzarin

“Incrociare gli sguardi degli anziani di Rocca Pietore mentre l’elicottero atterrava mi ha creato un misto di dolore e orgoglio. Vederli raccogliere con quegli sguardi vuoti l’acqua e il fango, lentamente, con pale e secchi. Uno sforzo immane, era come svuotare il mare con un secchiello. Uno sforzo fatto con immensa dignità, con un senso autentico di comunità”. Il presidente della Regione ricorda così il suo primo arrivo nelle Dolomiti . Ricorda i sorvoli sul fiume Piave con l’ansia della portata d’acqua che cresceva di ora in ora.

Le perplessità del Volontariato trevigiano sulle scelte del Governo, che si trasformano in tagli ai progetti. Nel 2020, ad esempio, i giovani impegnati nel Servizio civile potrebbero passare da 240 a 100.

I principali indicatori dell’industria di Padova e Treviso si mantengono in terreno positivo, ma c'è la frenata. E all’orizzonte lo scenario è in ulteriore decelerazione. Questi i risultati dell’Indagine congiunturale realizzata da Assindustria Venetocentro.

“Ho accettato con piacere l'incarico – dichiara il presidente -, il Consorzio negli ultimi anni ha registrato un costante incremento di prodotto certificato sia per il Treviso che per il Castelfranco e quindi l’obiettivo è quello di continuare il lavoro svolto da chi mi ha preceduto".

Rivolgendo il ringraziamento “a chi ha lavorato giorno e notte rendendo possibile questo risultato”, Zaia ha sottolineato che “da alcuni sono stati criticati ingenerosamente, mentre realizzavano un’opera in tempi record, in condizioni difficilissime, facendo arrivare come d’incanto tutti i materiali che servivano e mettendoli in opera con velocità e bravura”.

Domenica 11 novembre, nelle piazze e davanti alle chiese, si terrà la “Giornata provinciale della disabilità”, giorno nel quale è possibile ricevere una confezione di mele biodinamiche e versare un piccolo contributo a sostegno delle comunità-alloggio “Dopo di noi” esistenti e per la costruzione di nuove strutture.