Società e Politica

“In Consiglio dei Ministri si è deciso il taglio alle risorse per l’Assegno unico per trovare fondi per il decreto Aiuti bis. Si parla di 630 milioni di euro. E’ un fatto grave e vergognoso”. E’ questa la reazione di Adriano Bordignon, presidente del Forum delle Associazioni familiari del Veneto, dopo l'approvazione del decreto Aiuti bis.

Firmato il protocollo di intesa tra Ulss 2, Conferenza dei sindaci, rappresentanti delle associazioni di persone con disabilità e operatori del Terzo settore. Ne abbiamo parlato con Ivano Pillon, presidente del coordinamento delle associazioni per le disabilità

Il Veneto si è dotato di una delibera quadro, che investe in pieno tutta la materia, orienta l’attività di servizi e reti oggi esistenti, integra con elementi rilevanti oggi mancanti. Un percorso pensato una visione unitaria che segua la persona e le famiglie.

Come ogni estate calano le donazioni. "C'è bisogno di tutti i gruppi sanguigni" l'allarme lanciato dalla presidente regionale Vanda Pradal

Li facevano posare per foto con i turisti tra calli e campi per 20 euro sotto la calura estiva, ma i barbagianni sono animali selvatici che in natura vivono di notte, odiano il caldo e si riparano negli anfratti rocciosi. Negli ultimi giorni, salvati anche due cani abbandonati in auto

Polegato: “L'approvazione di una legge è lo strumento necessario per la protezione del territorio”. Nello spazio di una generazione è scomparso più di 1 terreno agricolo su 4

Il primo atto è stata la designazione del dottor Nicola Dell'Acqua, direttore di Veneto Agricoltura, a soggetto attuatore delle attività commissariali. Alcune opere emergenziali sono già state avviate

È emergenza siccità negli alpeggi, con i pascoli che sono sempre più secchi e le pozze per abbeverare gli animali asciutte a causa della mancanza di pioggia e delle alte temperature. È quanto emerge dal monitoraggio della Coldiretti sulla situazione in montagna, in riferimento all’ultima ondata di caldo che coinvolge anche i monti veneti. 

Lo scioglimento delle Camere era “inevitabile” per la situazione politico-parlamentare che si è determinata, ma il governo, sia pur con le limitazioni istituzionalmente previste in questi casi, può e deve provvedere comunque ad alcuni interventi urgenti e indispensabili. Per questo occorre che “pur nell'intensa, e a volte acuta, dialettica nella campagna elettorale, vi sia da parte di tutti un contributo costruttivo nell'interesse superiore dell'Italia”.