Società e Politica

Se sia il virus troppo contagioso o gli anticorpi troppo deboli, è difficile dirlo. La diagnosi però è impietosa, il Veneto è profondamente percorso da fenomeni di malavita organizzata. Fenomeni come mafia, ’ndrangheta, camorra, da oltre un decennio, infestano il tessuto sociale e produttivo del Veneto.

La giornata internazionale del volontariato è una ricorrenza definita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e celebrata il 5 dicembre. Volontarinsieme - Csv Treviso ha deciso di celebrare questa ricorrenza con un evento diffuso, per dare valore all’operato degli oltre 9mila volontari aderenti alle 350 associazioni iscritte al coordinamento provinciale.

Ricerca Swg per conto di Unioncamere Veneto, “Il Veneto di domani: i freni allo sviluppo” presentata venerdì 29 novembre a Monastier, nella sede dell’azienda Texa Spa. “Il nostro è un Paese che da anni ha smesso di investire sui giovani, è necessario invertire la tendenza, questo è un tarlo che ha trasformato l’agognata flessibilità in precarizzazione sociale”.

L'’Associazione Comuni della Marca Trevigiana, che ha promosso questa mattina a Treviso il convegno “Banda Ultra Larga in Veneto. Attuazione del piano della rete pubblica in fibra ottica nelle aree bianche dei Comuni trevigiani”, a cui ha partecipato anche l’assessore regionale allo Sviluppo Economico ed Energia Roberto Marcato.

Il programma del Governatore inizierà alle ore 12.30, con la partecipazione all’udienza con Papa Francesco nell’Aula Paolo VI. Alle 16.30, in Piazza San Pietro, Zaia interverrà, con le comunità venete protagoniste, alla cerimonia ufficiale di inaugurazione del Presepe (16.55) e di accensione dell’albero di Natale (17.05), per poi spostarsi nuovamente nell’Aula Polo VI per la visita al Presepe donato da Conegliano-Parè.

Nella nostra regione ha aperto le danze Verona, lo scorso 28 novembre, poi è stata la volta di Rovigo e Treviso, sabato 30, e di Padova il primo dicembre. Ora si attendono Belluno il 6, Vicenza il 7 e Venezia il 13. Il successo è stato palese, con grande affluenza in tutte le città e piazze gremite dove le persone si sono strette come sardine per dimostrare pacificamente, senza bandiere di partito, il loro desiderio di partecipazione e di cambiamento.

Primo dicembre, giornata nazionale della lotta all’Hiv/Aids. Treviso celebra questa giornata nell’unica sede veneta dell’Associazione Anlaids, Associazione nazionale che lotta per la tutela dei diritti delle persone Hiv sieropositive e con Aids. Iniziative del Cuamm nei Paesi africani.

La situazione nell’industria trevigiana e bellunese nel terzo trimestre 2019.  La variazione su base annua della produzione si assesta al +1,0% per Treviso e al -0,9% per Belluno. Pesa l’indebolimento della domanda estera. Ma il quadro può definirsi di sostanziale tenuta, se si guarda al complesso degli indicatori e alle previsioni per il 4° trimestre.

“Abbandoni Zero” è il progetto articolato messo in campo nel 2015 dal Consiglio di Bacino Priula per combattere il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti presente in tutti e 49 comuni serviti. Oggi la presentazione e l’analisi dei dati dei Comuni di Casier, Casale sul Sile, Preganziol e Treviso.

Viene dalla nostra diocesi il nuovo presidente nazionale della Federazione italiana scuole materne (Fism). Stefano Giordano, veneziano di Spinea, 52 anni, avvocato, sposato con Barbara e padre di due figli, già collaboratore del nostro settimanale, è stato eletto praticamente all’unanimità (con sole due astensioni) dal XII Congresso nazionale che si è svolto a Roma.

L’associazione che riunisce i sei mandamenti della provincia di Treviso e che fu fondata, cinquant’anni fa, il 20 giugno 1969, ha voluto rilanciare la sua sfida nel futuro, convocando nell’hangar de La Fornace sede del mandamento di Asolo, non solo i suoi soci ma un gruppo di studiosi e di tecnici.

Rota: “Misura contro i lavoratori. Governo e Parlamento valorizzino gli emendamenti per modificarla, ad esempio colpendo solo plastiche non idonee a subire più rigenerazioni”

Viene da Verona, dove si occupava di pianificazione urbanistica patrimonio e grandi strutture di viabilità, dal maggio 2018 è direttrice della struttura di progetto per la realizzazione della Superstrada pedemontana veneta e responsabile unico del procedimento. L’ingegnere Elisabetta Pellegrini è una specie di plenipotenziario per il completamento della tanto attesa Spv.E racconta i passi che mancano al completamento dell'opera.

“L’agricoltura deve puntare a produrre alimenti buoni, dimostrando di avere un senso etico nei confronti della società. Chi coltiva i campi oggi è chiamato a un ruolo di grande responsabilità per dare un importante apporto alla qualità della vita delle persone”, ha detto mons. Tomasi.

Si è tenuto mercoledì 20 novembre alle 12 l'incontro tra l’assessore alla Sanità e ai Servizi sociali, Manuela Lanzarin, e una delegazione del Tavolo, che comprende gran parte delle associazioni e delle categorie attive nell’assistenza e nella tutela dei minori. Forte di oltre tremila firme-online raccolte nel Veneto, il referente Paolo Rigon ha rinnovato all’assessore Lanzarin la richiesta di istituire un finanziamento annuale di 10 milioni di euro.

Stefano Giordano, veneziano di Spinea, cinquantadue anni, avvocato, sposato con Barbara e padre di due figli, è il nuovo presidente nazionale della Fism, la Federazione italiana scuole materne.

La nostra sia “la Repubblica delle autonomie”. E, in questo contesto, “venga riconosciuta, nell’interesse generale, la piena dignità istituzionale del ruolo delle Autonomie locali - Comuni, Province e Città Metropolitane -  e dei loro amministratori, nel pieno rispetto della Costituzione, in buona parte disapplicata”. A chiederlo sono i sindaci veneti, che lanciano un appello alle Istituzioni, alle categorie produttive, alle forze sociali, a tutti i cittadin.

Votare a sedici anni, invece che agli attuali 18 (25 è, invece la soglia per eleggere i senatori). La proposta, che gira da tempo come ipotesi, è stata rilanciata con forza, qualche settimana fa, dall’ex presidente del Consiglio Enrico Letta. Il dibattito è ora sul tavolo. Appassiona e divide, anche gli stessi adolescenti. Abbiamo, perciò, voluto sentire due voci competenti, una a favore della proposta, il demografo Alessandro Rosina, e una contraria, il medico e psicoterapeuta Alberto Pellai.

Saranno treni “brandizzati”, come li ha definiti il presidente della Regione Luca Zaia, i nuovi Rock e Pop che andranno a innovare la flotta adibita al trasporto ferroviario regionale del Veneto, i cui primi due esemplari sono stati consegnati alla stazione di Santa Lucia a Venezia.

Sono 237.000 i trevigiani che effettuano gli spostamenti abituali a piedi e 132.000 quelli che usano, invece, la bici almeno una volta a settimana: la rinuncia all’auto per andare al lavoro, a scuola o a fare shopping permette di evitare 88 morti l’anno e di risparmiare circa 57.000 tonnellate di CO2,  pari al lavoro di 2.800.000 alberi. Considerando i costi sociali del carbonio può essere stimato un risparmio di € 2.300.000. Questo il quadro che emerge dal documento predisposto dal Servizio Epidemiologia dell’Ulss 2, sulla base dei dati del sistema di sorveglianza Passi, sul tema “Attività fisica e mobilità attiva e sostenibile”.

I dati relativi agli acquisti tra agosto e ottobre, confrontando le annualità 2018 e 2019, sono inequivocabili. Hanno scelto il sito mobilitadimarca.it per acquistare o rinnovare l’abbonamento oltre 2.300 clienti di cui oltre 250 i nuovi tesserati che hanno utilizzato lo sportello virtuale per il primo acquisto. In totale il sito ha visto una crescita delle vendite on line dell’81%. Siglata intanto convenzione con il cinema Corso.

Il numero delle vittime continua a diminuire e arriva ad un decremento del 23,3%. Intanto, però, i numeri sono sempre inquietanti, perché gli infortuni mortali sul lavoro da gennaio a settembre sono stati 69, con una media di 7 morti al mese. A Verona il maggior numero di infortuni mortali totali (21); seguita da Vicenza (16), Padova (11), Venezia (8), Treviso (7), Rovigo (4) e Belluno (2).

“Stiamo lavorando da un anno, abbiamo fatto un grande lavoro di squadra e i primi risultati si vedono – sottolinea il Commissario Zaia – Solo per citare i boschi: la superficie boschiva colpita è stata di 20.000 ettari con 3 milioni di metri cubi di legname abbattuto. Il 90% del legname è stato venduto, ma molti tronchi non possono essere rimossi perché devono fungere da difesa paravalinghiva. Una volta tolti i tronchi, nella prossima stagione si potranno realizzare le opere di protezione”.

Donatella Tesei, la candidata del centrodestra, è stata eletta presidente della Regione Umbria con una maggioranza schiacciante: 57,5%, pari a circa 255mila voti. Il candidato del centrosinistra, Vincenzo Bianconi, si è fermato al 37,5% (circa 166mila voti).

Da gennaio a dicembre 2018 si sono iscritti all’Aire 242.353 italiani di cui il 53,1% (pari a 128.583) per espatrio. L’attuale mobilità italiana continua a interessare prevalentemente i giovani (18-34 anni, 40,6%) e i giovani adulti (35-49 anni, 24,3%). Il Veneto è la seconda regione

Un problema che non risparmia nessun Comune, grandi e piccoli soffrono della stessa carenza di spazi per parcheggiare. Non riusciamo a rinunciare alle quattro ruote, al parcheggio davanti all’ufficio o davanti al negozio.

Un progetto che ha “convinto” la Cei, che ha voluto finanziarlo. Si chiama “Casa Giavera” ed è un concreto percorso di inclusione e di integrazione per cittadini stranieri in possesso del permesso di soggiorno per motivi umanitari. Attraverso quattro percorsi formativi residenziali, nell’arco di un anno, il progetto vuole fornire a 32 giovani rifugiati gli strumenti e le competenze utili per poter entrare autonomamente nel mondo del lavoro nel più breve tempo possibile e favorire la costruzione del proprio futuro.

Giovedì della scorsa settimana, al flash mob organizzato dal Forum nazionale delle Associazioni familiari davanti a Montecitorio, a Roma, per ribadire il progetto dell’assegno unico per i figli, hanno partecipato anche alcuni trevigiani: una coppia di coneglianesi e due rappresentanti del Centro della Famiglia di Treviso, Adriano Bordignon e il direttore, don Francesco Pesce, con il quale abbiamo fatto il punto sulla manifestazione e sulle attenzioni che le famiglie si aspettano dalla politica.