domenica, 23 giugno 2024
Meteo - Tutiempo.net

Dopo di Noi: Comune di Noale e Associazione Genitori firmano il comodato della casa-alloggio

Mancano ormai pochi mesi all'avvio delle attività nella struttura rivolta alle persone con disabilità.  Al progetto hanno collaborato molte realtà del territorio pubbliche e del privato sociale ma anche singoli cittadini e famiglie.

Il Comune di Noale e l’Associazione Genitori “La Nostra Famiglia” sezione di Noale, da anni impegnata nel territorio per promuovere e far crescere la cultura e l’attenzione per la disabilità e “la sofferenza personale e famigliare che la accompagna”,  hanno firmato il 21 dicembre, subito prima di Natale, il comodato d’uso gratuito relativo alla casa-alloggio “Dopo di Noi” di via Salvo d’Acquisto. In sostanza, con questo comodato, di durata 25ennale, il Comune di Noale affida all'Associazione il compito e la responsabilità di avviare i servizi della casa-alloggio.

Il progetto al quale hanno collaborato molte realtà del territorio pubbliche e del privato sociale ma anche singoli cittadini e famiglie di persone disabili e non, nasce da un’idea dell’associazione nel 2010, ha visto coinvolte  la precedente e l’attuale amministrazione che hanno abbracciato e fatto propria questa iniziativa, la prima pietra è stata posata nel marzo 2014 e ora l’immobile è completato. Saràcompito dell’associazione completare l’arredamento interno e tutta la parte esterna in modo che la casa sia abitabile e funzionale.

Il “Dopo di Noi” a Noale è, insomma, sempre più vicino e sempre più reale.

La casa-alloggio, entro pochi mesi, comincerà ad ospitare parte dei progetti dell’associazione Genitori per l’inclusione delle persone con disabilità e, a breve, anche i primi ospiti.

"Non vedo l'ora che la casa abbia i suoi primi abitanti e che la comunità dei Noale abbracci questi abitanti tra sé" afferma l'assessore al sociale Gianni Zen "facendo diventare la casa un punto di riferimento in cui le barriere tra 'normalità' e disabilità sono abbattute. Con questa firma è già possibile che l'Associazione cominci a svolgere almeno una parte delle proprie attività all'interno della casa e già questo è un bellissimo traguardo per la nostra città".

L’associazione, attraverso il suo presidente Maurizio Grespan,  ringrazia tutti quanti hanno creduto in questo progetto : “Per l’associazione questo è l’inizio di un nuovo percorso perchè l’idea di realizzare una casa in cui le persone accolte si sentano in famiglia, diventi una realtà concreta ; per far questo abbiamo ancora  bisogno del contributo di tutte le persone di buona volontà che fin’ora ci hanno sostenuto con la loro vicinanza, solidarietà e aiuto concreto”.

SEGUICI
EDITORIALI
archivio notizie
06/06/2024

Si tratta, da parte nostra, di un importante diritto-dovere civico, perché, per molti aspetti, è in gioco...

25/01/2024

Per questo, più volte (anche l’8 gennaio scorso al Corpo diplomatico accreditato presso la s. Sede),...

TREVISO
il territorio
18/06/2024

Partirà mercoledì 19 giugno, con il primo intervento in via Brunelleschi, il piano asfaltature 2024,...

13/06/2024

In un’atmosfera di festa, con bambini che disegnano a terra con i gessetti, cittadini in sella alle nuove...