Montebellunese

Nel cantiere della Superstrada Pedemontana Veneta, in comune di Trevignano, a seguito di un forte temporale si è verificato uno smottamento in corrispondenza della spalla di sostegno di un ponte canale che attraversa la nuova strada. Dura reazione del Covepa, mentre per la Struttura di progetto "eventi del genere sono ordinari nei cantieri di questo tipo".

"Nelle ultime settimane sono numerosi gli episodi che hanno coinvolto i sindaci per motivi diversi. Si sta creando un clima che non fa bene alla democrazia e che rischia di allontanare i cittadini dall'impegno pubblico. Per questo Anci Veneto condanna con forza e fermezza quanto accaduto", dice la presidente regionale Pavanello.

18 studenti del Liceo Primo Levi restituiscono lo scambio fatto dai loro coetanei brasiliani della Scuola “Monsenhor Scalabrini” del comune di Encantado -Stato del Rio Grande do Sul-. Riscoperte le terre che i migranti italiani avevano raggiunto a fine Ottocento.

“Con questo intervento, per il quale abbiamo stanziato mezzo milione di euro – spiega Gianpaolo Bottacin, assessore regionale alla difesa del suolo– potremo garantire innanzitutto una notevole riduzione del rischio idraulico nei territori dei due Comuni, frequentemente interessati da eventi di piena".

In corso da due settimane gli interventi dei volontari guidati da Antonio netto a Pieve di Cadore e Borca di Cadore. Si concluderà sabato la prima parte della missione della Protezione civile montebellunese nei luoghi del bellunese colpiti dall’alluvione lo scorso ottobre.

Diciotto ore in più di permessi-welfare all’anno ai lavoratori che accettano di seguire dei percorsi di formazione previsti dall’azienda e finalizzati all’acquisizione di nuove professionalità e competenze. È quanto prevede l’accordo per l'azienda con 80 dipendenti.

Il restauro di questi dipinti si era reso necessario dopo la scoperta, a sorpresa, nel corso di lavori per la realizzazione del MeVe (Memoriale veneto della Grande guerra), di una serie di affreschi di notevole valore all’interno della villa.

Si classifica secondo Francesco Paronetto del Liceo Primo Levi di Montebelluna alle finali nazionali delle Olimpiadi di Italiano 2019: uno studente polivalente e plurimedagliato, ha già mietuto successi alle Inglesiadi e alle Olimpiadi di Matematica e Fisica. Stavolta ha sfiorato il podio più alto.

“A Onigo non è crollata la chiesa di San Martino, ma sono caduti alcuni ruderi”. Lo sottolinea il sindaco Marco Turato. “Ora - continua il sindaco - il Comune ha predisposto un progetto di valorizzazione e di recupero dell’area di Mura Bastia. 

Proseguono i progetti inseriti nel contenitore “Giovani verso il futuro: percorsi creativi per le nuove generazioni” già finanziato per la prima edizione con 88 mila euro dal Bando regionale destinato al Piano Territoriale per le Politiche Giovanili e per la restante parte dall’Ulss 2.

L'iniziativa sta prendendo piede nei quartieri. A Biadene si è creato il gruppo che fa riferimento al Villaggio Granzotto e comprende i rappresentanti di circa 30 famiglie residenti. A Mercato Vecchio, il gruppo è formato da circa 80 persone. Due invece i gruppi che si stanno costituendo a Caonada, mentre nel Quartiere Bertolini si costituirà un gruppo di circa 50 persone.

Inaugurazione domenica 3 febbraio a Ciano del Montello, in occasione del 10° anniversario dell’Adorazione perpetua. L’esposizione, ideata da Carlo Acutis – giovane morto a soli 15 anni e già dichiarato Venerabile , introduce il visitatore in una sorta di viaggio che parte dalla centralità della vita cristiana, attraverso l’Eucaristia.

Si sono incontrati lunedì scorso in municipio a Montebelluna i sindaci di Montebelluna, Crocetta, Volpago, Giavera, Nervesa, per stabilire il cronoprogramma relativo all’avvio delle procedure per l’elaborazione di un PATI, cioè di un piano di assetto territoriale intercomunale, riguardante il Montello ed il Montelletto.

Il piano è stato pensato sul medio-lungo periodo, nell’arco temporale di 25 anni e quindi fino al 2042, tenendo innanzitutto conto della mortalità attesa nel territorio del Comune di Montebelluna con una previsione di 283 decessi nel 2019 a crescere gradualmente fino a 428 nel 2042.

“Torno ad esprimere il mio cordoglio personale e quello della Città per la morte di una persona giovane, dalla vita travagliata - scrive Marzio Favero -. E questo accresce il dispiacere. Ma non corrisponde alla verità dei fatti che vi sia stata l’indifferenza del Comune e della Città".

A poco più di un mese dall’inaugurazione del Meve, il Memoriale Veneto della Grande a Biadene di Montebelluna, l’amministrazione comunale organizza la seconda mostra ospitata all’interno della nuova struttura, aperta fino al 3 marzo

“Una chiesa bella, immacolata e senza macchia”: così l’ha definita il vescovo emerito di Treviso, monsignor Paolo Magnani. A celebrare con lui, il giorno dell’Immacolata, patrona della parrocchia di Onigo, l’arciprete don Luigi Mattiazzi e il rettore del Seminario, mons. Guliano Brugnotto.

Le ultime settimane del 2018 sono ricche di significativi appuntamenti per la parrocchia di Montebelluna, per la Collaborazione pastorale montebellunese e per il vicariato. Il periodo di preparazione al Natale è anche l’occasione per promuovere importanti attività.

Spiega il sindaco, Marzio Favero: “Pur avendo da sempre rivolto attenzione alle scuole paritarie e, negli ultimi anni aumentato anche il contributo annuale che è passato da 170mila a 270mila euro, visto che i Servizi sociali hanno registrato da parte di alcune famiglie l’esigenza di un sostegno, volentieri accogliamo queste istanze".

Dal 10 novembre prende il via il secondo ciclo di quattro incontri formativi per neo-genitori “Senti chi parla!”, realizzato raccogliendo bisogni, esigenze e idee delle persone e delle famiglie e promosso dai Comuni di Cornuda, Crocetta del Montello, Maser e Pederobba, con il coordinamento della cooperativa La Esse.

“Un Servo di Dio a casa nostra” è il titolo del recital che verrà messo in scena, a 35 anni dalla morte, sabato 27 (ore 20.30) e domenica 28 ottobreal teatro comunale

Nei giorni 13-14 e 20-21 ottobre, nell’area di via Sansovino, accanto alla caserma dei carabinieri, si terrà la 19ª edizione della manifestazione dedicata al mondo della casa, dalla posa del primo mattone alla scelta degli arredi, dalla ristrutturazione alla pulizia degli ambienti. La fiera rimarrà aperta il sabato dalle 14 alle 19 e la domenica dalle 10 alle 19.