domenica, 21 luglio 2024
Meteo - Tutiempo.net

Convegno a Treviso sulle collezioni fotografiche

Appuntamento il 24 novembre. Promotore è l’Archivio fotografico del Seminario, insieme ad altre realtà culturali trevigiane. Saranno presentate alcune fotografie recentemente restaurate. Mostre in numerose sedi

Venerdì 24 novembre, alle ore 16, nella sala Pavan del Seminario vescovile di Treviso, si terrà un incontro pubblico rivolto alla cittadinanza dal titolo “Collezioni fotografiche a Treviso. Patrimoni a confronto”, al quale parteciperanno, oltre all’Archivio fotografico del Seminario, promotore dell’iniziativa, la biblioteca civica “Giovanni Comisso”, il Fast - Foto archivio storico trevigiano della Provincia di Treviso, la fondazione Benetton Studi Ricerche e la fondazione Giuseppe Mazzotti per la civiltà veneta.

Durante l'incontro verrà presentato il restauro di alcune fotografie e album fotografici conservati nell'Archivio fotografico del Seminario, reso possibile da un contributo della fondazione Cmb CentroMarca Banca e realizzato dalle restauratrici della Fototeca sas di Bologna, mentre le altre istituzioni partecipanti avranno occasione di far conoscere al pubblico le loro pregevoli raccolte fotografiche, discutendo di tematiche di rilievo per coloro che si occupano di fotografia o semplicemente la amano.

Francesca Sardi presenterà il patrimonio fotografico storico conservato nella Biblioteca civica, fornendo notizie sulle modalità e possibilità di consultazione offerte al pubblico; Gian Luca Eulisse illustrerà la storia del Fast, ripercorrendo le più significative iniziative curate nel corso della più che trentennale attività dell'archivio; Francesca Ghersetti si soffermerà sulla necessità di considerare l'importanza dei contesti per una corretta lettura e interpretazione delle fotografie con esempi forniti dai fondi archivistici conservati nella fondazione Benetton Studi Ricerche; e, infine, Marco Tonon, per la fondazione Mazzotti, tratterà di un tema molto attuale e cioè delle problematiche che il digitale presenta nella conservazione e la trasmissione degli archivi fotografici alle generazioni future.

Oltre al sindaco di Treviso, Mario Conte, e al presidente della Provincia di Treviso, Stefano Marcon, a Tiziano Cenedese, presidente della fondazione Cmb CentroMarca Banca, saranno presenti anche don Paolo Barbisan, direttore dell'Ufficio Beni culturali della Diocesi di Treviso, mons. Stefano Chioatto, direttore della Biblioteca del Seminario vescovile, il dott. Francesco Antoniol, del Direttivo nazionale dell'Anai, Associazione nazionale archivistica italiana.

In concomitanza dell'incontro, in ognuna delle istituzioni partecipanti sono state organizzate mostre fotografiche e visite guidate:

Archivio fotografico del Seminario vescovile: visite guidate sabato 2, 9 e 16 dicembre e mercoledì 6 e 20 dicembre;

Fast - Foto archivio storico trevigiano della Provincia di Treviso: mostra Scorci di Città - Treviso, dal 21 novembre al 15 dicembre;

Biblioteca civica “Giovanni Comisso”: mostra Treviso al tempo dei Ferretto: fotografie di un'epoca (1860-1919), dal 23 novembre al 22 dicembre;

Fondazione Benetton Studi Ricerche: mostra Treviso e altre storie, dai nostri archivi, dal 24 novembre al 22 dicembre;

Fondazione Giuseppe Mazzotti per la Civiltà Veneta: mostra Treviso a fior d'acqua nelle fotografie del fondo Giuseppe Mazzotti, dal 17 novembre al 3 dicembre.

Nella sua globalità l'evento è molto significativo non solo per le tematiche affrontate durante l'incontro, per le varie mostre proposte e la qualità delle fotografie che saranno visibili, ma anche perché rappresenta il positivo risultato di una collaborazione tra le Istituzioni locali che anche in futuro potrà risultare molto utile.

Per informazioni: fotoarchivio.seminario@diocesitv.it - cell 348 7283916.

SEGUICI
EDITORIALI
archivio notizie
04/07/2024

Un “manifesto programmatico”

Ricordo che due sposi mi dissero che a loro il nuovo vescovo è subito piaciuto...

06/06/2024

Si tratta, da parte nostra, di un importante diritto-dovere civico, perché, per molti aspetti, è in gioco...

TREVISO
il territorio