martedì, 16 aprile 2024
Meteo - Tutiempo.net

Teatro Sant’Anna: nuova rassegna dal titolo “Femminile musicale”

Debutto l’8 marzo

Nuova rassegna, promossa dal centro di produzione teatrale Gli Alcuni, che arricchisce il teatro Sant’Anna di Treviso di un cartellone dedicato al mondo della musica, indissolubilmente legato al mondo delle donne: “Femminile musicale”.

Venerdì 8 marzo apre la rassegna il coro dell’università popolare di Treviso, diretto da Erica Boschiero, con “Principesse un corno!”. Un viaggio musicale negli stereotipi femminili alla ricerca di una vera parità di genere. Attraverso canzoni popolari, canzoni d’autore e letture, il pubblico è accompagnato a riflettere sul ruolo della donna oggi, sulla sua posizione nella società e sui luoghi comuni che ancora gravano su di essa.

Ad accompagnare il coro è il cantautore Gerardo Pozzi. Il coro nasce nel 2006 per creare un’occasione di socializzazione tra persone prevalentemente ultrasessantenni e di riflessione su particolari contenuti di carattere storico-sociale. Dal 2017 il coro è diretto dalla cantautrice Erica Boschiero. Attualmente si compone di una trentina di donne, fortemente motivate a ritrovarsi non solo per amore della musica, ma anche per i temi affrontati con le canzoni e per la funzione di integrazione, conoscenza del territorio e socialità che i vari concerti hanno favorito.

Il secondo momento musicale, venerdì 15 marzo, è con la cantautrice Erica Boschiero, che sale sul palco del Sant’Anna per presentare il suo ultimo album “Respira”. Erica Boschiero, definita “la nuova Joni Mitchell”, con l’album “Respira” è entrato nella cinquina dei migliori album in assoluto al Premio Tenco 2022. Il respiro diventa la chiave di lettura di un’epoca che porta a galla tutte le nostre contraddizioni: l’arrivo del Covid-19 ha privato milioni di persone del loro respiro; l’inquinamento delle città toglie il respiro; l’acqua del Mediterraneo, se un gommone si rovescia e non sai nuotare, toglie il respiro; la mano di un uomo violento toglie il respiro...

La rassegna si chiude venerdì 22 marzo con “Maria. La Callas”, un intenso monologo di Laura Murari, messo in scena da Orti Erranti Teatro, Modus Produzioni. Uno spettacolo in forma di monologo che presenta la straordinaria figura della “Divina” come donna, prima ancora che come diva, con le sue energie e fragilità, passioni e tormenti.

Rivivremo l’ultima notte di Maria Callas nel suo appartamento di Parigi, una notte avvolta di mistero circa la sua morte. La più grande cantante di tutti i tempi, che si era esibita nei maggiori teatri al mondo, viene ritratta fragile e sola, abbandonata sia dagli uomini che ha amato sia dalla sua voce che l’ha fatta amare. E’ stata icona mondiale di donna di stile, levatura intellettuale e artistica e professionalità, una vera diva con frequentazioni con tutti i grandi del suo tempo e i più importanti salotti del jet set mondiale. Lo spettacolo è interpretato da Laura Murari, per la regia di Andrea Castelletti ed è stato allestito nel 2023 in occasione del centenario della nascita della cantante. Il testo è della stessa Murari, ed è stato scritto, con il contributo della giornalista Silvia Siena, sulla base di diverso materiale biografico.

Gli spettacoli avranno inizio alle 21, ingresso unico 10 euro. Prevendite ad Alcuni Teatro Sant’Anna lun-ven ore 15-18, al Parco degli Alberi Parlanti sab-dom ore 12.30-12.30, sul sito Liveticket.it. Informazioni su live.alcuni.it.

SEGUICI
EDITORIALI
archivio notizie
25/01/2024

Per questo, più volte (anche l’8 gennaio scorso al Corpo diplomatico accreditato presso la s. Sede),...

11/01/2024

La morte di don Edy ha sconvolto tutti, sia noi sacerdoti che i laici e le comunità cristiane che egli...

TREVISO
il territorio