lunedì, 22 luglio 2024
Meteo - Tutiempo.net

Luoghi del sacro: alla scoperta dell’arte nelle nostre chiese

Valorizzare il patrimonio culturale racchiuso negli edifici sacri trevigiani
15/09/2023

Mercoledì 13 settembre si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del progetto “Luoghi del Sacro”, nato per raccontare e valorizzare il patrimonio artistico, culturale e religioso racchiuso nelle più belle chiese di Treviso. Il progetto, che ha visto la realizzazione di dieci brevi video-documentari a puntate, è nato dalla collaborazione tra Diocesi di Treviso con il suo ufficio per i Beni culturali, la testata Qdpnews.it e l’associazione Puntospettacolo, con il sostegno di Banca Prealpi San Biagio. I video, che saranno fruibili sul sito di QdP news, verranno inseriti con una cadenza settimanale nella sezione dedicata e condenseranno in un breve lasso di tempo, tra i tre e i cinque minuti, tutte le bellezze di dieci luoghi sacri di Treviso.

Questi contenuti saranno fruibili non solo tramite video, ma sarà fornito anche un testo, realizzato dagli storici dell’arte e volontari di Chiese Aperte, dove saranno presenti delle guide più estese.

A ciascun video corrisponderà, inoltre, un podcast e un supporto sui socialnetwork per coinvolgere la fascia più giovane della popolazione. Lo scopo è avvicinare turisti, cittadini e giovani alla fruizione e comprensione dell’arte sacra, compito reso ancora più semplice dalla mappa presente sul sito, dove tutti i luoghi sacri narrati sono stati georeferenziati.

Alla conferenza stampa di presentazione, erano presenti il sindaco di Treviso, Mario Conte, la rappresentante di Banca Prealpi San Biagio, la giornalista di Qdpnews.it, Rossana Santolin, e don Paolo Barbisan, direttore dell’ufficio diocesano per i Beni culturali della Diocesi di Treviso che ha affermato: “Questi video ci aiutano a valorizzare ancora una volta il nostro patrimonio storico-artistico. La presenza di opere molto importanti dal punto di vista storico artistico nella città è notevole, abbiamo grandi artisti come Veronese, Tiziano, dei grandi cicli che condividiamo anche con il museo storico cittadino, che sono i cicli di Tommaso da Modena. La nostra città, città del Medioevo, ha delle referenze molto importanti. Questo progetto diventa, quindi, un completamento per noi, un’opera di visibilità di un lavoro che dura ormai da vari anni e avviene in sinergia con un centinaio di volontari che continua a tenere aperte queste chiese e a raccontarle. Ormai Treviso si offre come località turistica e siamo davvero felici di contribuire e offrire il nostro contributo all’accoglienza come comunità cristiana. Le chiese che potremo ammirare nei video saranno: la cattedrale di Treviso, che porta in sé la cappella rinascimentale e la cripta medievale, il tempio di San Nicolò che è la chiesa più grande della nostra Diocesi con il ciclo dei quaranta domenicani illustri di Tomaso da Modena, la chiesa di San Gregorio, poco conosciuta, ma una delle più antiche di Treviso risalente ai longobardi, la chiesa di San Vito e Santa Lucia, quest’ultima la più visitata di Treviso perché è un piccolo scrigno medievale, la chiesa di San Francesco che segna l’arrivo dei francescani e degli ordini mendicanti a Treviso, la chiesa di Santa Maria Maggiore con la sua storia di devozione fortissima racchiusa nell’affresco della Madonna in Trono, probabilmente realizzata dalla scuola di Tomaso da Modena e la chiesa di Santa Maria Maddalena che contiene un Paolo Veronese. Ci saranno, poi, degli affondi sulla cappella Malchiostro e sui dipinti medievali del tempio di San Nicolò ”.

SEGUICI
EDITORIALI
archivio notizie
04/07/2024

Un “manifesto programmatico”

Ricordo che due sposi mi dissero che a loro il nuovo vescovo è subito piaciuto...

06/06/2024

Si tratta, da parte nostra, di un importante diritto-dovere civico, perché, per molti aspetti, è in gioco...

TREVISO
il territorio